Skoda sale sulla Scala del successo. Ecco la media che è già nel futuro

956 0
956 0

Cè un Marchio che sta salendo in fretta i gradini del successo e non intende fermarsi. Parliamo di Skoda, il brand ceko del gruppo Volkswagen, che consolida la sua nuova immagine di produttore affidabile, innovativo.

Pronto a interpretare al meglio le richieste del mercato. Nasce così la nuova sfida. Una berlina compatta a 5 porte nel segmento C, quello della «cugina» Golf.

Si chiamerà Scala, e già il nome è tutto un programma. Skoda vuol salire in fretta i gradini del successo, aprendo una nuovo capitolo stilistico e tecnologico. Scala infatti esprime lo spirito innovatore del brand in termini di design e di ausili alla guida. E anche la sede dell’anteprima del modello, che sarà sul mercato dalla prossima primavera a un prezzo vicino ai 20mila euro, non è casuale.

Tel Aviv è un po’ la Silicon Valley del marchio ceko. Che ha concentrato in questa fetta di mondo i suoi laboratori e centri di ricerca tecnologica. E così davanti a una platea di giornalisti, dentro una vecchia fabbrica riciclata con sapienza come teatro di grandi eventi, Scala si svela al mondo.

È una berlina affilata e grintosa, che trae ispirazione dal fascinoso concept Vision RS, mostrato nell’ultimo Salone di Parigi.

Linee scolpite, grande precisione nei dettagli, fari full-LED assottigliati che si fondono con naturalezza nella carrozzeria sono gli elementi visivi che catturano l’attenzione. Al pari del tetto in colore diverso che aggiunge personalità all’auto.

Il bello è che in questa berlina lunga 4.362 mm, cioè 10 centimetri in più della Golf, il piglio sportivo non rinnega i tradizionali valori simply clever di Skoda. Ampi spazi interni, comodi contenitori e un bagagliaio record per il segmento C. Che offre una capacità da 467 a 1410 litri.

Ricca e razionale la gamma dei motori con tre benzina che spaziano da 95 a 150 cv un turbodiesel da 115. E una motorizzazione G-TEC a metano da 90 cv che arriverà nel corso del 2019.

Ma è sul piano delle tecnologia e dell’elettronica di bordo che Scala segna un grande passo avanti. Si comincia dal cruscotto digitale e personalizzabile da 10,25 pollici e dallo schermo touch da 9,2 pollici per gestire le funzioni di guida e di intrattenimento.

Ricca dotazione di serie

Sono di serie sistemi di sicurezza.  Quali frenata di emergenza, mantenimento della corsia e cruise control adattivo. E tra gli optional figurano side assist che capta gli ostacoli fino a 70 metri, driver alert, park assist e videocamera per la retromarcia.

Scala sarà sempre connessa, sfruttando una e-sim nativa per varie funzonalità. Come l’aggiornamento delle mappe di navigazione e dello stesso sistema operativo.

Skoda Connect di nuova generazione permetterà invece di aprire e chiudere a distanza la vettura via smartphone. Di effettuare la chiamata d’ emergenza attraverso call-center in modo automatico o manuale.

Il servizio Proattivo aggiornerà i dati di manutenzione dell’auto, tagliandi compresi. Scala, costruita sulla piattaforma MBQ A0, la stessa di Audi A1, Polo e Seat Arona, è pronta a divorare la sua fetta di mercato. Nel nome della qualità e dell’innovazione.

Giuseppe Tassi

Ultima modifica: 27 dicembre 2018

In questo articolo