Skoda Octavia G-Tec metano, la wagon da 130 cavalli e da 480 km a gas

1271 0
1271 0

Skoda Octavia G-Tec metano, ecco la wagon da 130 cavalli e da 480 km di autonomia. Il nuovo 1.5 turbo garantisce maggiori prestazioni ed efficienza rispetto al precedente 1.4 da 110 cv.

Al pari della Golf TGI, monta un 4 cilindri di nuova concezione che, grazie alle valvole di aspirazione a comando variabile e al ciclo di combustione Miller.

Le novità in sintesi

  • Maggiore potenza: +20 cavalli (130 CV)
  • Migliore accelerazione: -1 secondo nello 0-100 km/h (10,1 sec) 
  • Minori consumi: -4% (5,4 m3/100 km)
  • Minori emissioni: -30% NOx e -3% CO2 (96 g/km). Le emissioni di particolato sono nulle.

 

 

Skoda Octavia G-Tec metano, la capacità di bombole e bagagliaio

La capacità delle tre bombole arriva a 17,7 kg di metano. L’alimentazione monovalente parta sia un’autonomia maggiore del 22% rispetto al precedente modello (circa 480 km secondo il ciclo NEDC), sia una minore tassazione, data dalla riduzione e in taluni casi totale esenzione del bollo. Il serbatoio della benzina da circa 11 litri garantisce la riserva .

Skoda Octavia G-Tec metano in Italia  è disponibile solo con cambio automatico DSG a 7 rapporti e con carrozzeria Wagon. Il vano bagagli ha una capacità da  da 480 a 1.610 litri.

Tre gli allestimenti Ambition, Executive e Style, con navigatore satellitare e connettività estesa di serie già a partire da Executive, cui Style aggiunge tra gli altri equipaggiamenti anche i gruppi ottici in tecnologia full LED.

Octavia festeggia  i 60 anni

La prima due porte ha lasciato le linee di Mladá Boleslav nel gennaio 1959. Montava un quattro cilindri da 1.1 litri da 40 CV, con trazione posteriore e cambio automatico a 4 rapporti, oltre a sospensioni indipendenti.

Le innovazioni tecniche, come l’assale anteriore con molle elicoidali e barre di torsione, conferivano comfort di guida e maneggevolezza. Un successo nel tempo: sino ad oggi oggi sono state prodotte quasi 6,5 milioni di Octavia.

Skoda Octavia G-Tec metano

Ultima modifica: 28 marzo 2019

In questo articolo