Skoda Kodiaq RS, prova su strada del SUV sportivo | VIDEO

967 0
967 0

Kodiaq RS è la nuova punta di diamante della gamma SUV Skoda. Il primo con l’anima, la forma a le sostanza votate a un uso sportivo. Un mezzo speciale, dinamico e fuori dal coro. Perché? Un ruote alto pronto a scattare, ma anche a sette posti.

Una contraddizione? No di certo. La versione RS (acronimo di Rally Sport)  nei suoi 4,69 metri di lunghezza conferma molte virtù. Partendo dalla base di Kodiaq, ovvero una abitabilità ai vertici della per la categoria, a 5 e a 7 posti (opzionale) con un bagagliaio da record: 270/720/2065 litri, secondo la configurazione dei sedili. 

Skoda Kodiaq RS
Skoda Kodiaq RS su strada

Prezzo giusto. A 48.900 euro di fatto offre un pacchetto completo. In cima la troika composta dal motore 2 litri biturbodiesel da 240 cavalli e 500 Nm di coppia, il cambio automatico a  doppia frizione a sette marce a la trazione integrale a controllo elettronico.

Con questo biglietto da visita, Kodiaq RS è il SUV a sette posti più rapido al Nurburgring (giro in 9’29”84). Un primato singolare, ma pur sempre un record.

Il listino non banale è giustificato da una dotazione di serie molto ricca. Che comprende il Virtual Cockpit, la plancia digitale, i fari full-LED, il navigatore satellitare Amundsen, le sellerie sportive in Alcantara/pelle con  rosse a contrasto.

E ancora: i servizi Skoda Connect e Infotainment Online, le sospensioni a controllo elettronico Dynamic Chassis Control e i cerchi da 20 pollici dedicati. Che confermano l’anima sportiva.

Listino, prezzi, equipaggiamenti e versioni

Canta come un V6. Particolare il Dynamic Sound Boost, un sistema che analizza i dati dell’elettronica di bordo per variare e intensificare il suono del super Diesel in base alla modalità di guida scelta.

Un subwoofer agisce direttamente due scarichi (autentici, non simulati da appendici) imitando il ruggito di un V6 a benzina. A questo contesto si aggiunge il bel colore Blu Race, specifico del modello, che esalta il mezzo. 

Kodiaq RS, come va

Una volta in movimento, il SUV sportivo di Skoda dispone di una riserva di energia speciale. Testata sulle Dolomiti nei pressi di Trento, poi in autostrada e nel percorso urbano e statale, ha mostrato doti peculiari.

Diesel sempre in palla. Il bi-turbo ha energia da vendere dai 1.800 giri fino a quasi 5.000. Le sei modalità di guida a disposizione – Eco, Comfort, Normale, Sport, Individual e Off-road – permettono di modellare il carattere della vettura.

Estremamente  elastica in ogni situazione (0-100 in 6,9 secondi) con un occhio di riguardo al comfort, per tutti. Tra le curve la RS a ruote alte non si è persa. Non è, per evidenze di peso (1.880 kg) e baricentro alto, una sportiva pura. Ma è piaciuta per compostezza: le qualità del telaio sono sempre al vertice.

Non ci sono problemi anche sullo sterrato. La “luce da terra” di 19,6 centimetri (angolo di attacco di 19,2° e di uscita di 23,5°) permette anche di affrontare con disinvoltura un off-road leggero. Senza patemi.

La grande famiglia Kodiaq e la speciale 7 Tech

Con RS la famiglia Kodiaq si completa, aggiungendosi alla versione base, alla fuoristradistica Scout, la dinamica SportLine e all’ultima arrivata 7 Tech, che offre sette posti, sette sistemi di assistenza alla guida e sette connettività di serie a partire da 37.080 per la versione a trazione anteriore spinta dal 2.0 TDI da 150 cv. E da 39.080 per la versione a quattro ruote motrici.

Ultima modifica: 7 febbraio 2019

In questo articolo