Skoda Enyaq iV, autonomia migliorata anche in inverno con la tecnologia

1243 0
1243 0

Enyaq iV, il primo SUV 100% elettrico di Skoda, è dotato di una tecnologia di trazione e di un’aerodinamica ai vertici nel segmento, che gli consentono un’autonomia superiore a 520 chilometri nel ciclo WLTP.

Tuttavia, la stagione invernale è una situazione sfidante per l’autonomia dei veicoli elettrici, quando l’elettricità della batteria serve, tra le altre cose, anche per riscaldare l’abitacolo e mantenere la batteria alla giusta temperatura. Grazie a corretti accorgimenti e scegliendo tra le dotazioni disponibili, tuttavia, è facile limitare la diminuzione dell’autonomia a basse temperature.

Le parole di Axel Andorff, Capo dei progetti MEB di Skoda

La guida invernale è un periodo sfidante per le auto elettriche come Skoda Enyaq iV. Un’auto con motore a scoppio utilizza infatti il calore dissipato dal motore per riscaldare l’abitacolo, mentre in un veicolo elettrico l’energia necessaria per compiere la stessa operazione proviene dalla batteria di trazione. Inoltre, la gestione termica della batteria consuma anch’essa elettricità e ciò influisce sull’autonomia utile. Ciò nonostante, migliorando il controllo della temperatura grazie all’uso di un nuovo software, alla pompa di calore disponibile come optional e grazie ad alcuni semplici accorgimenti, la riduzione dell’autonomia in inverno può essere minimizzata”.

Affrontare la stagione invernale a bordo di Skoda Enyaq iV 

Con semplici accorgimenti e sfruttando la tecnologia nativa di bordo, chi guida Enyaq iV può migliorare l’autonomia in inverno. Per esempio, quando l’auto è parcheggiata all’esterno, è possibile programmare il riscaldamento dell’abitacolo tramite la app MySkoda.

Se questa comoda funzionalità viene impostata mentre l’auto è connessa alla ricarica, Enyaq iV sfrutterà direttamente la corrente di ricarica e non consumerà l’energia della batteria per riscaldarsi. Inoltre, sulle auto elettriche è importante controllare spesso la corretta pressione degli pneumatici. Una pressione insufficiente influisce sulla resistenza al rotolamento e quindi aumenta il consumo d’energia. La modalità di guida “Eco”, inoltre, offre ulteriori possibilità di risparmio, riducendo per esempio la potenza del climatizzatore automatico Climatronic e limitando la velocità massima a 130 km/h. Il conducente può disabilitare questa impostazione in qualsiasi momento premendo nettamente sull’acceleratore.

Se l’auto è dotata di riscaldamento del volante e dei sedili, a temperature rigide l’utilizzo di questi dispositivi permette di mantenere il riscaldamento interno a una temperatura più bassa, aumentando così il risparmio energetico. Se si viaggia soli, inoltre, è possibile riscaldare soltanto la zona del conducente, funzione permessa dal Climatronic a 2 o a 3 zone. L’Adaptive Cruise Control (ACC) incluso nei pacchetti Assisted Drive e Assisted Drive Plus influisce sul risparmio di energia mantenendo la velocità costante. Il dispositivo rileva automaticamente limiti di velocità, curve e rotatorie e permette a Enyaq iV di frenare in anticipo o procedere per inerzia.

Il recupero di energia

Quando si guida in città, invece, selezionare la modalità di guida B, che favorisce migliori performance nelle fasi di recupero, permette di massimizzare l’accumulo di energia a ogni rallentamento.

Nella stagione fredda, i modelli elettrici non possono sfruttare il calore dissipato per riscaldare l’abitacolo dell’auto. Skoda mette a disposizione dei propri Clienti Enyaq iV che utilizzano l’auto in climi rigidi una specifica pompa di calore opzionale, che rappresenta la soluzione ideale per affrontare la stagione fredda mantenendo alta efficienza energetica. Essa comprime CO2 per ottenere l’aria calda che riscalda l’abitacolo, limitando fortemente lo sfruttamento della batteria per il riscaldamento.

Miglioramento del controllo termico della batteria grazie a un nuovo software

La batteria di Enyaq iV deve operare entro specifici intervalli di temperatura per mantenere costanti l’erogazione di energia, la capacità di recupero e la migliore velocità di ricarica in DC. Grazie a una nuova versione del software di controllo dell’auto, è stato ora ottimizzato il controllo termico della batteria, con vantaggi sia per la guida invernale sia per la durata stessa della batteria.

Il nuovo software sarà disponibile anche per gli Enyaq iV già in circolazione. Skoda Enyaq iV ha un’autonomia notevole, che lo rende perfetto sia per gli spostamenti quotidiani, sia per lunghi viaggi. Per esempio, Enyaq iV 80, con una batteria agli ioni di litio da 82 kWh (capacità netta 77 kWh), può percorrere più di 520 chilometri con una sola ricarica (ciclo WLTP). Per proteggere la batteria, Skoda consiglia di caricarla spesso non oltre l’80% della capacità massima, sfruttando la massima ricarica soltanto in previsione di lunghi spostamenti. Skoda garantisce le batterie dei suoi veicoli elettrici per una capacità residua di almeno il 70% dopo otto anni o 160.000 chilometri. 

Leggi ora: Enyaq iV, la prova di QN Motori

Ultima modifica: 23 dicembre 2021

In questo articolo