sicurezza: L’UE regolamenta l’abbigliamento in moto, obblighi e informazioni per viaggiare in moto

2799 0
2799 0

Il Parlamento Europeo ha recentemente deciso di regolamentare l’abbigliamento e le protezioni per la sicurezza alla guida dei motoveicoli.

Molto presto tutti i paesi della Comunità Europea dovranno rispettare le nuove disposizioni comunitarie, relative alla disciplina delle protezioni e dell’abbigliamento obbligatorio per poter mettersi alla guida del proprio motoveicolo. Vediamo di cosa si tratta.

Il nuovo regolamento

Fino ad oggi i motociclisti potevano indossare stivali, guanti di protezione per le mani, tute, giacche o pantaloni protettivi, per soddisfare delle esigenze personali di sicurezza; recentemente il mercato ha risposto con forza a questa esigenza, immettendo nel commercio di massa moltissime soluzioni tecniche per garantire la propria incolumità alla guida delle due ruote.

Tra non molto sembra che tutto cambierà; il Parlamento Europeo ha infatti deciso di introdurre nuove disposizioni relative all’abbigliamento tecnico e specifico da indossare in moto; si tratta sostanzialmente di una sorta di equipaggiamento omologato, che tutti i motociclisti dovranno rispettare, dotandosi necessariamente dello stesso. E’ pronto un nuovo Regolamento degli equipaggiamenti di protezione individuale per la guida dei veicoli a due ruote.

Questo documento ha già avuto approvazione nella seduta del Parlamento del 20 gennaio scorso. Ciò non significa certamente che oggi i motociclisti italiani devono equipaggiarsi con detto abbigliamento tecnico omologato. Per ora non si parla di questo al Parlamento Europeo.

Dove è applicato

Ad oggi l’intento concreto del Parlamento Europeo è quello di regolamentare la vendita dell’equipaggiamento e dell’abbigliamento tecnico omologato per i motociclisti. L’omologazione verrà concessa solamente a quelle aziende che produrranno capi che rispetteranno in modo rigoroso i requisiti richiesti per l’omologazione. Questi requisiti riguarderanno ovviamente gli standard delle protezioni per contrastare l’effetto di impatti, abrasioni ed urti.

Nel protocollo che sta per essere realizzato al Parlamento Europeo, i parlamentari starebbero per inserire l’obbligo da parte dei venditori, di fornire all’acquirente tutte le informazioni necessarie a comprendere come usare, mantenere e stoccare i capi per l’uso in moto. Non sono per ora ancora note le tempistiche entro le quali queste disposizioni verranno definitivamente messe a punto e promulgate. Probabilmente per la fine dei lavori dovremo attendere ancora qualche anno.

A tal proposito citiamo il commento in merito, da parte di Dolf Willinger, il segretario generale della Fema (Federazione Europea delle Associazioni Motociclistiche); secondo quando riportato da Willinger, le nuove disposizioni e il nuovo standard imposto, garantiranno quella tutela per i consumatori che oggi purtroppo manca ancora. Positivo è anche risultato il parere di John Chatterton-Ross, direttore degli Affari Pubblici di FIM Europe

Ultima modifica: 2 marzo 2018