Seat Tarraco, prova su strada del re dei SUV spagnoli

816 0
816 0

L’avevamo vista al Salone di Parigi, ora l’abbiamo guidata sulle strade della Catalogna. E’ la nuova Tarraco, che completa la gamma suv del marchio Seat, offrendo l’ammiraglia di grandi dimensioni che prima non c’era. Infatti è lunga 4,7 metri ed è disponibile anche nella configurazione a 7 posti.

La prova

Il test drive ci ha fornito un’ottima impressione della vettura. Sia come comfort, sia come motorizzazioni. Compreso il ‘piccolo’ 1.5 litri benzina che si difende bene, nonostante il peso di ben oltre una tonnellata e mezza da portarsi dietro. Il design, elegante e sportivo, è totalmente nuovo. R inaugura quello che sarà l’aspetto dei nuovi prodotti della stessa famiglia di Suv.

Le generose dimensioni esterne fanno sì che all’interno l’abitabilità sia ottima anche per chi siede nei posti posteriori. Un po’ meno, invece, nel sesto e settimo posto. Che sono “sistemati” nel capiente bagagliaio di 760 litri (espandibile fino a 1920).

Nella configurazione a trazione integrale, l’abbiamo provata in un breve percorso fuoristrada. Dove abbiamo apprezzato oltre all’altezza da terra di 20 cm, anche il controllo della velocità nelle discese ripide. E il sistema di telecamere con visione a 360 gradi (optional: 560 euro).

Altro utile aggeggio a pagamento sono le sospensioni a controllo elettronico (850 euro). Ma già la versione base (Style) è molto ricca, offrendo di serie il clima trizona, lo schermo di 8 pollici del sistema multimediale, che include la connettività Apple CarPlay e Android Auto, oltre al cruscotto digitale configurabile di 10,3 pollici.

Sul fronte dei sistemi di assistenza alla guida (i cosiddetti Adas), ci sono la frenata automatica d’emergenza, il dispositivo anti colpo di sonno e il mantenimento in corsia, il cruise control.

Le dotazioni

Per gli allestimenti più ricchi, Business ed Xcellence, gli Adas aumentano e c’è pure la guida semi autonoma in colonna. Quattro i motori, tutti turbo e a iniezione diretta: a benzina ci sono un 1.5 da 150 cv e un 2.0 da 190. Stesse potenze per i due 2.0 turbodiesel.

Seat Tarraco, prova su strada del re dei SUV spagnoli 8

Col meno potente di quelli a gasolio si possono avere due ruote motrici e cambio manuale a sei marce (scelta obbligata per la 1.5 a benzina). Oppure la trazione integrale 4Drive abbinata alla trasmissione a doppia frizione a 7 rapporti DSG. Quest’ultima configurazione è di serie per entrambe le varianti da 190 CV, a benzina o turbodiesel.

Le parole di Luca de Meo, presidente di Seat

«Seat è nel pieno della più grande offensiva di prodotto della sua storia recente. La presentazione della Tarraco, il nostro primo grande suv, rientra nel piano di investimenti di 3,3 miliardi di euro tra il 2015 e il 2019. L’obiettivo è la conquista di nuovi clienti». Già ordinabile ma in vendita da febbraio, prezzi a partire da 29.975 euro.

Cesare Paroli

Ultima modifica: 12 dicembre 2018

In questo articolo