Salone del Camper 2019 a Parma dal 14 al 22 settembre

2023 0
2023 0

Inizia nei padiglioni di Fiere di Parma, la decima edizione del Salone internazionale del Camper, la rassegna più rilevante d’Italia e tra le due più importanti d’Europa.

Salone del Camper: oltre 300 espositori, più di 85 mila metri quadrati di superficie occupata

La scorsa edizione la mostra è stata visitata da oltre 130 mila appassionati del caravanning. Nel 2018 quasi 9 milioni di turisti stranieri e italiani hanno scelto di viaggiare in camper o con la caravan a seguito o anche in tenda. Con un incremento del 4,5 per cento rispetto all’anno precedente.

Arrivi che hanno totalizzato 56 milioni di pernottamenti in campeggi e nelle aree di sosta attrezzate. Per un fatturato che ha superato i 2,6 miliardi di euro.

Stiamo parlando di un comparto merceologico che negli ultimi anni ha subìto una profonda trasformazione passando dal mercato nazionale a quello europeo e, in particolare, da un sistema produttivo basato su un numero elevato di singole aziende alla formazione di gruppi internazionali di grandi dimensioni in cui sono ora confluiti tutti i brand che hanno conservato la loro storica identità, acquisendo però una matrice unitaria.

Per quanto riguarda il distretto di produzione in Italia, è rimasta integra l’area produttiva della Toscana, tra la Val d’Elsa e la Val di Pesa, definita con la denominazione Camper Valley.

Il mercato di riferimento ormai non è più solo quello nazionale ma si estende in tutti i Paesi europei. Una altra eccellenza del made in Italy con l’80% del prodotto che va sul mercato estero.

Come va il mercato

Quanto al mercato nazionale, secondo Raffaele Jannucci, direttore di PleinAir e uno dei massimi esperti della vacanza dell’abitar viaggiando, la crisi economica ha determinato un forte calo di immatricolazioni nel comparto del nuovo ma sono in incremento e in modo netto in quello dell’usato. «Questo significa – sottolinea Jannucci – che la domanda dell’en plein air è rimasta non solo integra ma ha un nuovo e diverso sviluppo. E il ruolo del Salone di Parma è proprio quello di ridare vitalità alla produzione corrente. E, sia pure in modo lento, si sta verificando una incoraggiante risalita».

Nei grandi padiglioni di Fiere di Parma si prevede una presenza massiccia con centinaia di interessanti nuovi modelli. Sono oltre seimila i nuovi veicoli immatricolati (più 20% rispetto allo scorso anno e addirittura più 78% rispetto al 2014), con un fatturato annuo di oltre un miliardo di euro e oltre settemila persone impiegate.

Salone del Camper 2019 a Parma dal 14 al 22 settembre 3

Continua Raffaele Jannucci .«Il veicolo abitativo non si raccorda con l’offerta turistica ma è la domanda che crea l’offerta. Sembra un paradosso ma è la autentica funzione animatrice di un veicolo che genera l’abitar viaggiando. Questo tipo di veicolo ha una identità che è raccordo-funzione con il territorio. E’ scoperta dei luoghi, coordinamento con gli eventi, ricerca della tipicità, conoscenza dei motivi che danno all’autonomia abitativa il vantaggio di essere cittadini in ogni luogo con una titolarità non formale ma sostanziale».

Ormai questi veicoli sono eleganti mini suite di lusso su ruote, molto confortevoli e assai funzionali per l’abitar viaggiando. Il salone del camper resterà aperto fino a domenica 22 settembre, con orario 9,30 /18.

Renzo Vatti

Ultima modifica: 13 settembre 2019

In questo articolo