Rottamazione: nuovi incentivi per il 2018

15167 0
15167 0

La Legge di Bilancio 2018 ha provveduto nuovamente a tagliare gli incentivi per la rottamazione. Esaminiamo la legge nel dettaglio.

L’ultima legge di bilancio ha purtroppo tagliato ulteriormente gli incentivi dello Stato per il rinnovo del parco macchine degli italiani. Bisogna tuttavia ricordare che alcune regioni e provincie autonome fanno eccezione e non subiscono i tagli che, diversamente, interessano tutto il resto del Paese. Le regioni e le provincie autonome che non sono toccate dai tagli, anche per l’anno 2018, prevedono infatti degli incentivi per la rottamazione di vecchi autoveicoli in modo da favorire l’acquisto di nuovi veicoli.

Bonus

Ad esempio, la provincia autonoma di Bolzano ha programmato degli incentivi per i residenti che intendono acquistare un’auto elettrica o un’auto ibrida plug in. Attraverso il decreto dirigenziale attuativo delle agevolazioni del giorno 12 febbraio, la regione Lombardia ha confermato quelli che saranno gli incentivi previsti per le automobili, per l’anno 2018. Questi incentivi sono relativi all’acquisto di una nuova automobile, ovviamente a fronte di una rottamazione di un’automobile vecchia, un motocarro o un autocarro. L‘incentivo previsto per la rottamazione è dell’importo di Euro 90,00 per la rottamazione; vi è inoltre l’esenzione del pagamento del bollo auto per 3 anni.

Chi può usufruirne

Per poter beneficiare degli incentivi, sarà necessario procedere all’acquisto di un automobile con i seguenti requisiti. La nuova automobile dovrà necessariamente essere caratterizzata da una cilindrata che non superi i 2000 centimetri cubici. L’automobile dovrà inoltre essere un Euro 5 o un Euro 6 e l’alimentazione dovrà necessariamente essere a benzina, bifuel, ibrida, ma assolutamente non diesel. L’automobile dovrà essere destinata ad un esclusivo uso privato; dovrà essere intestata a una persona fisica, o ad una persona giuridica. Per quanto riguarda l’acquisto o la trascrizione al Pubblico Registro Automobilistico, dovranno avvenire tra il 2 gennaio e il 31 dicembre 2018.

Per quanto riguarda invece il mezzo destinato alla demolizione, dovrà necessariamente avere le seguenti caratteristiche. Esso dovrà necessariamente essere intestato a quello che sarà il proprietario del nuovo autoveicolo, con le caratteristiche sopra descritte. L’auto dovrà essere demolita dal 2 gennaio al 31 dicembre 2018. L‘auto demolita potrà essere una Euro 0 o una Euro 1 alimentata a benzina o a gasolio oppure una Euro 2 o Euro 3 alimentata a gasolio.

Colmano dunque la mancanza di incentivi statali per l’anno 2018, solo alcune regioni e province autonome come appunto ad esempio la provincia autonoma di Bolzano e la regione Lombardia. Bisogna tuttavia precisare che alcune case automobilistiche offrono privatamente gli incentivi di rottamazione; esse sono ad esempio Fiat, Alfa Romeo, Ford, Citroen e Renault.

 

Ultima modifica: 7 marzo 2018