Renegade 4xe e Compass 4xe, l’ibrido plug-in secondo Jeep

958 0
958 0

Renegade 4xe e Compass 4xe, ecco gli ibridi plug-in (ricaricabili) di Jeep. Con potenze di 190 e 240 cavalli e autonomia elettrica.  Tutti i modelli plug-in hybrid del marchio Jeep saranno caratterizzati dal badge 4xe, fondato su tre pilastri: efficienza, prestazioni, responsabilità. Saranno i SUV Jeep dai consumi più bassi di sempre, grazie alla tecnologia ibrida plug-in che offre una guida a emissioni zero ed è capace di assicurare autonomia e facilità di ricarica.

L’efficienza non va a scapito delle prestazioni, che sono al centro dello sviluppo dei modelli 4xe: offrono una migliore esperienza di guida su strada, grazie alla fluidità di risposta e accelerazione, e restano fedeli alla loro vocazione all-terrain.

L’aumento della coppia motrice garantita dalla propulsione elettrica, e la possibilità di regolarla con estrema precisione assicureranno ancora più capacità 4×4 su qualsiasi terreno per impegnative avventure off road. Infine, 4xe è sinonimo di responsabilità e di rispetto per l’ambiente. Grazie alla tecnologia ibrida plug-in, le emissioni di CO2 sono inferiori a 50 g/km nella modalità ibrida e i costi di gestione ridotti. L’attenzione del brand alla sostenibilità inizia ben prima che i veicoli Jeep siano messi su strada grazie ad un ciclo produttivo progettato per avere il minor impatto possibile sull’ambiente.

Un percorso evolutivo all terrain

L’anteprima mondiale dei SUV pionieri dell’elettrificazione Jeep è avvenuta alla edizione 2019 del Salone Internazionale di Ginevra: un palcoscenico prestigioso per annunciare novità davvero importanti, mentre nel frattempo proseguivano le operazioni di sviluppo dei modelli e delle linee a essi dedicate. Jeep Renegade 4xe e Jeep Compass 4xe sono infatti prodotti nello stabilimento FCA di Melfi, che dal 2014 produce Jeep Renegade. Proprio in quell’anno, nello stabilimento lucano è sorta la “Plant Academy”, una fucina di idee e di sperimentazioni, oltre che una “fabbrica di talenti” dedicata allo sviluppo delle potenzialità delle persone.

Un contributo rilevante alla strategia di elettrificazione di FCA, un esempio virtuoso che è stato seguito da numerosi stabilimenti del Gruppo dove sono nate le altre Plant Academy. Naturale quindi pensare al polo industriale in Basilicata per la produzione dei SUV 4xe nella regione EMEA con cui scrivere un nuovo capitolo della storia del brand. Produzione a Melfi, dunque, prima fabbrica Jeep a ciclo completo fuori dal Nordamerica, ma sviluppo che è culminato presso il Proving Ground di Arjeplog, nella Lapponia svedese. 3.800 chilometri di test per mettere alla prova i primi SUV ibridi plug-in in ogni contesto nel quale ciascun cliente potrebbe trovarsi.

Un impegno costante e attività complesse per garantire qualità, sicurezza, affidabilità e comfort in ogni condizione. La nuova tecnologia ibrida plug-in eleva le capacità dei SUV Jeep: da un lato, incrementa ulteriormente le performance off road – dall’altro esalta le doti della gamma Jeep nella vita di tutti i giorni. Non solo sabbia, fango, rocce, neve o ghiaccio: il piacere di guida di ogni SUV Jeep si esprime anche in città, e i nuovi modelli a propulsione ibrida plug-in non fanno eccezione, anzi esaltano l’attitudine urbana e stradale dei SUV Jeep. Nell’inverno 2019 sono proseguiti i test ad Arjeplog, e, durante l’ormai attesa Winter Experience Jeep in Val d’Aosta, a Champoluc, il brand ha illustrato il funzionamento della propulsione ibrida attraverso un modello sezionato della Jeep Renegade 4xe realizzato ad hoc.

L’inizio del 2020 ha accolto l’edizione di lancio “First Edition” di Jeep Renegade 4xe e Jeep Compass 4xe: i clienti le hanno pre-ordinate aggiudicandosi la possibilità di ordinarle e guidarle per primi nella edizione di lancio First Edition (oltre mille ordini in soli 8 mercati e oltre centomila visualizzazioni del sito dedicato alle versioni lancio 4xe), mentre a inizio luglio è stata aperta l’ordinabilità per tutti i clienti su tutta la gamma. È un passo importante nel percorso evolutivo del brand, sempre più orientato alla sostenibilità e all’elettrificazione: un’evoluzione coerente con la storia di Jeep, il marchio storicamente più a contatto con la natura. Ogni SUV Jeep è nato per raggiungere luoghi altrimenti inaccessibili, e da oggi può farlo in silenzio e senza emissioni, dunque in modo consapevole, responsabile e sostenibile.

Leader nell’off road e nelle ecotecnologie

L’elettrificazione contribuirà ad accompagnare nel futuro il marchio Jeep, e rappresenta l’impegno ad offrire al cliente nuove soluzioni di mobilità fermi restando i valori caratteristici di avventura, autenticità, libertà e passione. Un impegno che parte anche dall’Italia e dall’Europa, dove vengono prodotte le Renegade e Compass ibride plug-in dotate della nuova tecnologia Jeep 4xe. Grazie alla tecnologia ibrida plug-in, i nuovi modelli 4xe sono le Renegade e Compass più performanti e divertenti da guidare di sempre, e in grado di andare ovunque e di fare qualsiasi cosa in pieno spirito Jeep grazie a leggendarie capacità 4×4 perfezionate in 80 anni di storia.

Allo stesso tempo sono vetture utilizzabili per la guida quotidiana in città, per merito della tecnologia ibrida plug-in che, in modalità full-electric, consente di viaggiare a zero emissioni e con un’autonomia in media di 50 km.

Nelle lunghe percorrenze, grazie al motore termico, le emissioni di CO2 sono inferiori a 50 grammi/km in modalità ibrida, mentre nell’utilizzo in off-road prolungato grazie ai due motori elettrici con la funzione powerloop la trazione eAWD è sempre disponibile consentendo così di affrontare avventure estreme a zero pensieri. I veicoli elettrici del marchio Jeep saranno i modelli più efficienti e responsabili di sempre, e incarneranno una visione moderna della proverbiale capability Jeep, per garantire il perfetto equilibrio tra efficienza, piacere di guida, sicurezza e rispetto per l’ambiente.

Dettagli stilistici ‘Blue’ caratterizzano le nuove Renegade e Compass 4xe

Esteriormente i modelli 4xe mantengono le caratteristiche stilistiche delle versioni termiche, ma si contraddistinguono per l’inedito colore blue che caratterizza il badge ‘Jeep’ sul frontale e i badge ‘4xe’ e ‘Jeep’ sul posteriore. Anche i badge laterali con la scritta Renegade e Compass sfoggiano sfumature blue. La presa per la ricarica è protetta da un coperchio con sistema di apertura e chiusura a pressione, ed è situata sul fianco sinistro.

Contenuti esclusivi fanno dei modelli Jeep 4xe i SUV Jeep più tecnologici di sempre. Nell’abitacolo, tutte le versioni presentano uno nuovo schermo TFT a colori da 7” e un display touchscreen da 8.4” Uconnect con integrazione Apple CarPlay, Android Auto e radio DAB. Entrambi offrono schermate specifiche per la guida elettrificata. Rispetto alle versioni con motore termico, i modelli 4xe presentano il nuovo selettore del nuovo cambio automatico a 6 marce, il comando “rotary” del Selec-Terrain aggiornato con le modalità per la guida AWD elettrificata (4WD Lock, 4WD Low, Hill descent control) per inserire le diverse modalità di guida: Auto/Snow/Mud&Sand/Rock (quest’ultima solo su Trailhawk) inclusa la nuova modalità Sport esclusiva dei modelli Renegade e Compass 4xe che enfatizza risposta acceleratore e reattività dello sterzo. Cornici wizard black contraddistinguono le bocchette di ventilazione, gli altoparlanti e il tunnel centrale sulle versioni Limited e S 4xe. Le stesse sfoggiano cornici Ruby Red sull’allestimento Trailhawk.

Jeep Renegade e Jeep Compass 4xe: potenza e prestazioni

Jeep Renegade 4xe e Compass 4xe combinano un motore turbo a benzina da 1,3 litri con un motore elettrico situato sull’assale posteriore e alimentato da una batteria da 11,4 kWh ricaricabile durante la marcia o mediante una presa di corrente esterna: a casa, attraverso una presa domestica, utilizzando l’efficiente e pratica easyWallbox oppure l’avanzata Connected Wallbox, o da un punto di ricarica pubblica. Da solo, l’efficiente propulsore turbo da 1,3 litri eroga due livelli di potenza, 130 CV e 180 CV a cui si aggiungono 60 CV prodotti dal motore elettrico per un totale di 190 CV (versioni Limited per entrambi e Business solo su Compass) e 240 CV (Trailhawk e S).

In termini di coppia, il motore elettrico produce 250 Nm e il motore termico 270 Nm. Grazie alla combinazione tra il propulsore a combustione interna e il motore elettrico, Renegade e Compass 4xe assicurano prestazioni e un piacere di guida straordinari: l’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in circa 7,5 secondi e la velocità massima è pari a 130 km/h in modalità elettrica e fino a 200 km/h in modalità ibrida.

Una gamma completa

Le nuove Jeep Renegade 4xe e Jeep Compass 4xe PHEV prevedono una gamma composta dagli allestimenti Limited, S e Trailhawk – tutti con configurazione a trazione integrale (eAWD) e cambio automatico a sei marce – e, come descritto, due livelli di potenza complessiva: 190 o 240 CV. In più, solo su Compass, è presente anche l’allestimento Business. Numerose le opzioni di personalizzazione, con diverse colorazioni per gli esterni – fino a 18 diverse combinazioni tra monocolore o bicolore con tetto nero (disponibili in base all’allestimento) sulla Renegade e 22 sulla Compass.

La gamma colori comprende per entrambi le tonalità Alpine White, Glacier, Granite Crystal, Jetset Blue, Blue Shade, Sting Grey, Colorado Red, Carbon Black e Solid Black, cui si aggiungono 3 colorazioni specifiche per la Renegade: Bikini e Omaha Orange (su tutte le versioni tranne la S) e Matt Green (solo sulla Trailhawk) e 3 specifiche per la Compass (Ivory Tristrato, Blue Italia e Techno Green). Sono inoltre disponibili quattro cerchi specifici sia per Renegade 4xe che per Compass 4xe.

Sicurezza

Sul fronte della sicurezza, i nuovi modelli 4xe sono equipaggiati con i più avanzati sistemi ADAS disponibili, tra cui fari Full LED ad alta visibilità (di serie o a richiesta su Renegade in base alle versioni ), Bi-Xenon (su Compass), Forward Collision Warning e Lane Departure Warning Plus, Intelligent Speed Assist and Traffic Sign recognition (solo su Renegade), sensori di parcheggio anteriori (a richiesta su Compass) e posteriori – tutti di serie, cui si aggiungono a richiesta Blind Spot Detection, telecamera posteriore per la retromarcia ParkView con griglia dinamica, Park Assist automatico e il sistema Keyless go. Inoltre, su Renegade 4xe è di serie il nuovo dispositivo Drowsy Driver Detection (rilevatore di stanchezza) disponibile per la prima volta su un modello Jeep.

Layout e funzionamento del sistema di propulsione ibrida Jeep 4xe PHEV

Il sistema di propulsione delle Jeep Renegade e Jeep Compass 4xe integra due motori elettrici e un pacco batteria da 11,4 KWh con l’efficiente motore da 1,3 litri turbo benzina e cambio automatico a sei marce. Questa architettura permette di avere due vetture in una: la prima con propulsione a batteria, che fa funzionare un motore elettrico alimentato da un pacco batterie agli ioni di litio ad alta tensione situato sull’asse posteriore, la seconda a propulsione termica con motore a combustione interna montato sull’avantreno.

Elementi fondamentali del sistema di propulsione dei modelli Jeep 4xe sono:

Il motore a combustione interna, turbo quattro cilindri a benzina da 1,3 litri, con due livelli di potenza complessiva: 130 o 180 CV e 270 Nm di coppia
Due motori elettrici: il primo, quello sull’asse anteriore, è collegato al motore a combustione interna e, oltre a funzionare in sinergia con esso, può all’occorrenza agire da generatore ad alta tensione; il secondo, sull’asse posteriore, con riduttore e differenziale integrato (“e-axle”) da 60 CV di potenza, 250 Nm di coppia che genera la forza di trazione e recupera energia in frenata

Il pacco batteria agli ioni di litio (nichel-manganese-cobalto) da 11,4 KWh e 400 volt che alimenta lo “e-axle” – collocato al centro della vettura, in posizione protetta sotto i sedili posteriori
Un modulo integrato che controlla la ricarica delle batterie del veicolo, sia quella alta tensione, sia quella convenzionale da 12V, grazie al suo ingombro contenuto è stato collocato all’interno del bagagliaio.
La potenza combinata tra i due propulsori (elettrico e termico) è pari a 190 CV o 240 CV.

Il motore turbo benzina da 1,3 litri che alimenta le Renegade e Compass 4xe fa parte della nuova famiglia Global Small Engine di FCA. Questo propulsore si basa su una struttura modulare ed è disponibile sulle versioni 4xe nella configurazione a quattro cilindri con due livelli di potenza: 130 o 180 CV. La struttura di base del motore 1.3 turbo benzina delle Renegade e Compass 4xe garantisce efficienza, modularità, un notevole livello di standardizzazione dei componenti e del processo produttivo, flessibilità e predisposizione a future evoluzioni. E’ stato interamente realizzato in alluminio per garantire la massima leggerezza (il peso è pari a 106kg).

Il basamento cilindri, sviluppato in collaborazione con Teksid, è realizzato in lega d’alluminio pressofuso ad alta pressione. Dopo lo studio di diverse soluzioni di basamento motore, è stata selezionata un’architettura con sottobasamento capace di garantire la miglior sintesi tra peso, prestazioni strutturali, rumorosità e vibrazioni. Come tutte le versioni turbo della famiglia di propulsori Global Small Engine dispone dell’esclusiva tecnologia MultiAir di terza generazione, che migliora la combustione regolando l’alzata e la fasatura delle valvole e ottimizza ulteriormente il controllo indipendente dell’apertura e della chiusura delle valvole di aspirazione.

Con l’integrazione della macchina elettrica sulla cinghia degli ausiliari è stato possibile progettare logiche di controllo che ottimizzano dinamica ed efficienza del motore termico e del cambio automatico a valle, realizzando un assale anteriore superiore ad ogni equivalente motopropulsore convenzionale, dal comportamento brillante, fluido ed efficiente.

Il pacco batteria mantiene intatto la capacità del bagagliaio e lo spazio interno

Il pacco batteria agli ioni di litio da 11,4 kWh e 400 volt sfrutta la chimica nichel manganese cobalto /grafite. Si trova al di sotto dei sedili posteriori, al riparo dagli agenti esterni. Racchiuso in un alloggiamento di acciaio, il pacco batteria dispone di circuiti di riscaldamento e di raffreddamento dedicati, che consentono di mantenere la batteria alla temperatura ottimale a vantaggio delle prestazioni.
Il pacco batteria da 11,4 kWh consente alla Renegade e Compass 4xe di percorrere in media 50 chilometri in modalità full electric a zero emissioni. Il sistema ibrido include anche un inverter di potenza (PIM) alloggiato all’interno del pacco batteria, anch’esso protetto da eventuali danneggiamenti.

Una nota riguardo al layout dei modelli Jeep 4xe: la dimensione limitata del modulo di ricarica posto nel bagagliaio, e l’allocazione del motore elettrico sotto il pianale, ha consentito di mantenere la capacità del bagagliaio praticamente inalterata rispetto alla versione con motore tradizionale (pari a 330 litri per Renegade e 420 litri per Compass – nella configurazione con sedili in posizione eretta). Al contempo è stato possibile mantenere la doppia funzionalità del bagagliaio, che consente di disporre del piano di carico sollevato nella parte alta e massimizzare la capacità di carico nella parte bassa. Non meno importante, il layout ha permesso di alloggiare sulle versioni 4xe di entrambi i modelli la ruota di scorta sotto il bagagliaio.

Modalità di guida elettrificate

I clienti delle nuove Jeep Renegade e Compass 4xe potranno personalizzare l’esperienza di guida in base alle diverse necessità e tipologie di viaggio che si troveranno ad affrontare – sia che si tratti di spostamenti quotidiani in città per cui è ideale la guida in modalità full electric, sia che si affrontino percorsi extraurbani o una piacevole avventura off-road su strade sterrate a pieno contatto con la natura, in puro stile Jeep.

Il sistema presenta tre modalità di funzionamento – hybrid, electric e e-save. Il guidatore può attivare la modalità desiderata tramite l’apposito selettore situato sul tunnel centrale prima della leva del cambio. In tutte le modalità di guida sopra citate il sistema di frenata rigenerativa consente di recuperare energia durante le fasi passive della marcia (quali le decelerazioni o le lievi frenate). Inoltre, indipendentemente dalla modalità selezionata, Renegade e Compass 4xe viaggiano in modalità ibrida quando la batteria raggiunge il livello di carica minimo.

Nel dettaglio:

HYBRID è la modalità predefinita e selezionata alla messa in moto della vettura. Questa modalità è concepita per gestire e utilizzare nel modo più efficiente il sistema: ottimizza infatti la potenza per ridurre al minimo il consumo di carburante. Motore a combustione interna e motore elettrico lavorano insieme a seconda del tipo di fondo stradale, con fasi di recupero energetico in frenata.

Inizialmente, il sistema privilegia la guida elettrica (quindi la potenza è erogata dal motore elettrico). Quando la batteria raggiunge il livello di carica minimo (stato di carica “SOC” della batteria), invece, viene sfruttata la propulsione del motore termico. Il sistema ne gestisce l’accensione e l’intervento tramite un algoritmo di ottimizzazione (Hybrid Control Processor – HCP) concepito per massimizzare i livelli di efficienza del sistema.

ELECTRIC è la modalità completamente elettrica che consente in media un’autonomia in full electric di 50 chilometri a zero emissioni. E’ concepita per massimizzare l’esperienza di guida elettrica grazie ad una differente taratura dell’algoritmo di ottimizzazione HCP. La vettura funziona in modalità solo elettrica fino a quando vi sia un livello sufficiente di carica nella batteria.

Il sistema passa automaticamente alla modalità HYBRID quando la batteria è completamente scarica o quando il conducente preme a fondo corsa l’acceleratore in modalità kick-down. Consente inoltre di raggiungere una velocità massima fino a 130 km/h. E’ la modalità ideale se si viaggia nei centri cittadini contraddistinti da limitazioni al traffico e restrizioni sulle emissioni.
E-SAVE invece è la modalità che consente di mantenere la carica della batteria o di ricaricarla durante la guida attraverso il motore a combustione interna. La modalità E-SAVE supporta due modalità secondarie, denominate Battery Save (E-SAVE passiva) e Battery Charge (E-SAVE attiva), entrambi attivabili tramite lo schermo del sistema Uconnect:

E-SAVE passiva o Battery Save: consente di mantenere lo stato di carica della batteria mediante l’utilizzo predominante del motore a combustione interna;
E-SAVE attiva o Battery Charge: consente di ricaricare la batteria sino all’80% tramite il funzionamento del motore a combustione interna su cui interviene il generatore elettrico anteriore abbinato.

In modalità HYBRID – l’algoritmo di ottimizzazione (HCP) garantisce l’efficienza del sistema modulando l’intervento congiunto dei motori elettrici e del motore endotermico in considerazione del livello di carica presente nella batteria. L’algoritmo HCP modula automaticamente la ripartizione di coppia tra i motori elettrici e quello endotermico. Il motore endotermico interviene ogni volta che le prestazioni richieste superino quelle erogabili dal solo motore elettrico. L’algoritmo di ottimizzazione della guida in modalità ibrida (HYBRID) è concepito per gestire la vettura nella configurazione più efficiente in funzione dei seguenti fattori:

Livello di energia (stato di carica) presente nel pacco batteria
Mappe di efficienza dei motori elettrici e di quello endotermico
Richieste di prestazione da parte del conducente.
Situazioni di marcia e ambientali (percorsi in pendenza, temperature ambiente, ecc.)

L’intervento del motore endotermico durante la guida potrebbe dipendere da varie combinazioni di questi fattori. Quando il livello di carica della batteria è basso, viene acceso il motore endotermico per fornire la coppia richiesta alle ruote anteriori, supplendo alla carenza di propulsione elettrica dalle ruote posteriori.

Frenata rigenerativa

La frenata rigenerativa è un elemento fondamentale della natura ecologica dei modelli 4xe, poiché consente di recuperare l’energia cinetica in ogni fase di decelerazione o di frenata. Invece di venire dispersa sotto forma di calore sui dischi freno, questa energia viene accumulata nel pacco batterie. In caso di brusche frenate di emergenza o quando si viaggia a velocità molto basse, per arrestare la vettura interviene il sistema freni tradizionale.

E-Coasting

Questa modalità interviene in sostituzione del freno motore al rilascio del pedale dell’acceleratore, consentendo il recupero di energia in fase di rallentamento, anche con il pedale del freno rilasciato. E’ differenziabile attraverso un pulsante sul tunnel centrale, situato sotto la leva del cambio.
La frenata rigenerativa, sempre attiva indipendentemente dalla modalità di guida (quindi sia che si proceda con motore endotermico o elettrico), consente di massimizzare il recupero di energia al rilascio dei pedali dell’acceleratore e del freno. Sulle Renegade e Compass 4xe la guida in modalità “e-Coasting” è attivabile quando il selettore del cambio è in posizione “D” (Drive).

Premendo il pulsante dell’’e-Coasting’, si può impostare l’intensità dell’azione frenante su due livelli, più o meno intesa. Quando interviene la funzione e-coasting, la spia a LED si illumina per segnalarne l’attivazione, mentre sul display del quadro strumenti, una spia segnala l’inserimento dell’intensità attraverso due diverse colorazioni:

Bianca (“Normal”) se è stata selezionata ma non è attiva la funzione più intensa (pedale dell’acceleratore non rilasciato);
verde, se è stata selezionata ed è attiva la funzione più intensa (pedale dell’acceleratore rilasciato).

Una volta attivata la funzione più intensa, la calibratura della frenata rigenerativa risulta più decisa quando il veicolo procede in modalità di veleggiamento (coasting), ovvero senza che il guidatore agisca sul pedale dell’acceleratore. Questa funzione consente di ridurre la velocità più rapidamente di una frenata rigenerativa standard e di generare una quantità di elettricità maggiore da convogliare al pacco batteria.
Durante il passaggio tra le due regolazioni, sul quadro strumenti compare il rispettivo messaggio di indicazione.

Capacità off road e sistema e-AWD ibrido di Jeep

Le leggendarie capacità off-road del marchio Jeep, sono assicurate dal sistema Jeep Active Drive Low, disponibile su tutte le versioni di Compass e Renegade 4xe. La nuova tecnologia ibrida migliora ulteriormente la capability off-road di entrambi i modelli grazie alla coppia più elevata offerta dalla combinazione delle due propulsioni. Basti pensare che la versione Trailhawk 4xe – quella specialistica per l’off-road e con potenza da 240 CV – può contare fino al 50% di coppia in più rispetto alla versione Trailhawk con motore diesel da 170 CV. Inoltre, con la nuova tecnologia 4xe, la trazione all’assale posteriore non è fornita tramite albero di trasmissione, ma con motore elettrico dedicato. Questo permette di svincolare i due assi e gestire la coppia erogata in maniera indipendente e migliore rispetto a un sistema meccanico, e fornire immediatamente la trazione alle ruote posteriori quando necessario.

Sistema Jeep Selec–Terrain

Per garantire capacità off-road di livello superiore, il sistema di controllo della trazione Jeep Selec-Terrain dispone fino a cinque modalità di guida, oltre al sistema di controllo della velocità in discesa (Hill-descent Control). Grazie a questo sistema il conducente può scegliere la modalità di guida ideale per affrontare in sicurezza qualsiasi tipologia di terreno:

Auto: è la modalità standard, garantisce la gestione continua della trazione, ed è utilizzabile sia nella guida su strada che in fuoristrada.
Sport: consente di utilizzare sia il motore elettrico che il motore endotermico per prestazioni di guida sportive. Sia su Renegade sia su Compass è una modalità dinamica nuova, e garantisce un’esperienza di guida quotidiana in città ancora più divertente, andando ad agire sulla risposta dello sterzo e del pedale dell’acceleratore e regolando il comportamento del cambio durante il passaggio alle marce più alte per consentire l’erogazione della potenza e della coppia massime.

Snow: consente di avere maggiore aderenza in condizioni estreme. E’ stata concepita per la guida sia su strada che fuoristrada su superfici con scarsa aderenza, come i fondi stradali innevati.
Sand/Mud: modalità di guida fuoristrada da utilizzare su superfici con scarsa aderenza, come terreni fangosi o sabbiosi per fornire la massima capacità di trazione.

Rock (solo per le versioni Trailhawk): questa modalità è disponibile esclusivamente quando è inserita la modalità 4WD Low. Il sistema configura la vettura in modo da fornire i livelli massimi di trazione e di capacità sterzante su superfici in fuoristrada a bassa aderenza. Inoltre, consente di ottenere prestazioni “off-road” di riferimento. Viene utilizzata per superare ostacoli, come per esempio grandi massi rocciosi.

Inoltre, Selec-Terrain consente di gestire il sistema 4×4 della Renegade e Compass 4xe abbinando le cinque modalità di guida: Auto, Sport, Mud/Sand, Snow e Rock (quest’ultima specifica della versione Trailhawk) a differenti modalità di trazione 4×4, a seconda della situazione da superare:

4WD Lock: Innesta in modo permanente la trazione 4×4 a velocità fino a 15 km/h, mantenendo costantemente in funzione il motore elettrico posteriore (P4) per garantire la trazione integrale sulle 4 ruote a basse velocità con una costante distribuzione di coppia tra i due assali (il rapporto di distribuzione varia in funzione del tipo di terreno selezionato. A velocità superiori a 15 km/h, la trazione 4×4 diventa “on-demand“. Rispetto ai convenzionali sistemi meccanici di trazione 4×4, la rapidità di risposta del motore elettrico posteriore (P4) consente di ridurre i tempi di inserimento.

Quando la batteria ha un basso livello di carica, la piena funzionalità della trazione integrale 4xe è garantita dalla modalità “Powerlooping”. Questa modalità fa in modo che il motore elettrico anteriore, meccanicamente collegato al combustione interna, generi in continuo corrente ad alta tensione per alimentare il motore elettrico posteriore e garantire la massima trazione indipendentemente dallo stato di carica della batteria.
4WD Low: è la modalità più estrema, che consente di sfruttare al massimo le prestazioni e la potenza della vettura per affrontare tratti particolarmente difficili, come terreni sabbiosi o rocciosi. Nella versione Trailhawk, la modalità Rock è selezionabile solo con 4WD Low.

Il risultato finale è la capacità dei modelli Jeep 4xe di adattarsi ad ogni situazione nella modalità più efficiente, sicura e performante.

L’esperienza di guida 4xe

L’esperienza di guida elettrificata Jeep 4xe ha inizio dal momento in cui il guidatore lascia la vettura in carica nel proprio garage la sera prima, collegata alla normale presa domestica tramite il cavo fornito in dotazione, oppure collegata alla pratica easyWallbox. Con la funzione “E-Control” il conducente può programmare l’ora d’inizio e la durata della ricarica batterie, scegliendo anche la tariffa più conveniente. La ricarica può essere programmata anche da casa attraverso il proprio smartphone.

L’energia dalla rete elettrica si trasferisce attraverso il modulo di controllo inserito nel bagagliaio all’interno della batteria che è posizionata al centro della vettura, sotto i sedili posteriori, e prosegue fino alla parte anteriore, in corrispondenza della plancia. Questa architettura permette di avere due vetture in una: una con propulsione a batteria, che fa funzionare un motore elettrico alimentato da un pacco batterie agli ioni di litio ad alta tensione situato sull’asse posteriore, e una con motore a combustione interna montato sull’avantreno.

Prima di raggiungere la propria vettura, tramite App il conducente può controllare da remoto lo stato di carica, e in generale lo stato d’uso della vettura, e accendere anche il climatizzatore se necessario. Una volta scollegata la vettura dalla presa di carica il guidatore può iniziare a guidarla: la modalità predefinita e selezionata in automatico dalla vettura alla messa in moto è la ‘Hybrid’, una modalità ibrida automatica che gestisce in automatico i flussi di energia. Alla partenza, inoltre lo smartphone si collega al sistema Uconnect di bordo, consentendo al conducente di continuare ad utilizzare le diverse applicazioni tramite il touchscreen 8.4” della vettura.

Per muoversi in città, tendenzialmente si viaggia in elettrico, pertanto il guidatore inserisce la modalità di guida ‘Electric’. In questo modo può accedere tranquillamente anche alle aree a traffico “limitato”, perché la vettura utilizzerà il motore elettrico che fornisce energia alle ruote posteriore per la guida a zero emissioni. I modelli Renegade e Compass 4xe possono viaggiare in elettrico in media 50 km, a zero emissioni e raggiungono fino a 130 km/h di velocità massima in full Electric. Il motore a combustione interna si accende solo in caso di kick-down – o di esaurimento delle batterie.

Il viaggio può proseguire poi fuori città. Per viaggiare su una strada extraurbana il guidatore inserisce la modalità ‘E-save’, che consente la massima efficienza energetica attraverso due opzioni: quella denominata Battery Save che consente di conservare il livello di carica della batteria, quindi nel caso l’autonomia fosse al 70%, mantenendola al 70%. In questo caso il motore termico, tramite il gruppo motogeneratore elettrico montato all’anteriore, carica la batteria e la mantiene al livello impostato. La seconda opzione, Battery Charge invece, utilizza il motore termico per ricaricare la batteria fino all’80%. Questa funzionalità è particolarmente utile quando attivata nei trasferimenti verso la città poiché consente di arrivare nelle aree centrali con la batteria carica e procedere in elettrico senza pensieri sapendo di poter disporre della piena autonomia.

Immaginiamo il conducente debba aumentare la velocità e la potenza, o abbia bisogno di maggiore trazione, per esempio, nel caso di una giornata nevosa o di una salita più impegnativa. È questo il momento in cui la Jeep Renegade e la Compass 4xe diventano, autentiche 4×4 con relativi vantaggi in termini di handling, sicurezza attiva e prestazioni. Il sistema in automatico infatti accende il motore termico all’anteriore. Questo motore termico all’anteriore comincia a far muovere le ruote anteriori e automaticamente la vettura si trasforma in eAWD: ovvero è una 4×4 e è al tempo stesso anche una vettura ibrida.

In questa configurazione ibrida – funzionamento del motore termico all’anteriore, funzionamento del motore elettrico al posteriore – i modelli 4xe garantiscono fino a 240 cavalli di potenza massima e 200km/h di velocità massima, negli allestimenti top di gamma S e Trailhawk. Con 240 cavalli di potenza sono gli esemplari Renegade e Compass dalla massima potenza erogata, pertanto i più abili in fuoristrada e al tempo stesso i più performanti e divertenti da guidare. Tutto questo senza tralasciare la sicurezza garantita del sistema di trazione 4×4. Sul fronte dei consumi la modalità ibrida consente la massima efficienza, attestandosi su circa 2 litri/100 km (con la batteria carica).

Effettuata la salita con l’ausilio della trazione e della potenza generate dalla combinazione tra i due motori, il guidatore si trova a dover affrontare una discesa. In questa fase è possibile sfruttare l’energia cinetica della vettura in discesa rigenerando energia e accumulando questa energia all’interno della batteria. In questa fase, denominata e-coasting, il trascinamento della vettura al rilascio dell’acceleratore, quindi con il movimento delle ruote, rigenera energia e accumula carica all’interno della batteria.

Questo assicura una serie di vantaggi, da un lato, il risparmio di energia, a vantaggio dell’efficienza e dell’ecologia, dall’altro consente di aumentare l’autonomia totale in elettrico della vettura. Inoltre rigenerando energia, aumenta anche la potenza frenante delle Renegade e Compass 4xe. Il settaggio nella modalità e-coasting può essere su due livelli, meno o più intenso. Nel caso del settaggio più intenso si sentirà un maggiore recupero dell’energia e si garantirà anche un migliore incremento dell’autonomia della vettura.

Leggendarie capacità off-road contraddistinguono da sempre ogni modello Jeep, e quindi anche le Renegade e Compass 4xe plug-in hybrid. Il sistema di trazione 4×4 ibrido plug-in progettato e sviluppato per i modelli 4xe prevede la perfetta integrazione dell’alimentazione elettrica nel sistema di trazione 4×4 e porta le prestazioni fuoristradistiche dei due modelli ad un livello superiore: il sistema di trazione ibrido plug-in risulta infatti ancora più performante in termini di capability del sistema 4×4 endotermico.
Per la guida in off-road il guidatore selezionerà la modalità HYBRID 4×4, e il sistema metterà in funzione in automatico entrambi i sistemi di propulsione su entrambi gli assi. Disporrà inoltre della modalità 4WD Low per ottimizzare la risposta su terreni sabbiosi o rocciosi, e 4WD Lock per mantenere la trazione 4×4 permanente fino a 15 km/h, oltre che del sistema di controllo della trazione Selec-Terrain a quattro modalità (cinque per la Trailhawk) che contraddistingue tutti i modelli Jeep (ad eccezione della Wrangler).

Grazie all’elevata coppia motrice scaricabile a terra in maniera pressoché istantanea dal motore elettrico posteriore – fino a 2500 Nm – e alla possibilità di regolarla con estrema precisione nelle fasi di spunto e nella guida off road più impegnativa, quando è necessario un rapporto di trasmissione molto ridotto, l’esperienza di guida su percorsi in fuoristrada risulta più precisa e controllata. Non è necessario far salire i giri del motore per far muovere le ruote mentre il carico dinamico della trasmissione è ridotto al minimo, con conseguente vantaggio della maneggevolezza e della velocità. Con la nuova tecnologia di trazione elettrica integrale (eAWD), la trazione all’assale posteriore non viene fornita tramite albero di trasmissione ma con motore elettrico dedicato. Questo permette di svincolare i due assi e gestire la coppia erogata in maniera indipendente e migliore rispetto ad un sistema meccanico.

Tutti i componenti elettronici ad alta tensione, compresi i moduli di controllo e i cablaggi tra pacco batteria e motori elettrici, sono completamente sigillati e impermeabili. Ciò consente a tutti gli allestimenti 4xe di Renegade e Compass capacità di guado pari a 40 cm e all’allestimento più specifico per l’off-road Trailhawk contraddistinto dal badge ‘Trail Rated’ una capacità di guado pari a 50 cm (sulla Compass). Sulle versioni Trailhawk inoltre sono installati sistemi di protezione sottovettura in acciaio per assicurare una marcia sicura anche su terreni sconnessi, e dotazioni specifiche come gli angoli di riferimento nella categoria (angolo di attacco pari a 28 gradi, angolo di uscita pari a 28 gradi, angolo di dosso pari a 18 gradi, oltre ad un’altezza da terra di 20,1 cm su Renegade Trailhawk; angolo di attacco pari a 30,4 gradi, angolo di uscita pari a 33,3 gradi, angolo di dosso pari a 20,9 gradi, oltre ad un’altezza da terra di 21,3 cm su Compass Trailhawk), cerchi e pneumatici maggiorati (da 17” 235/60R17 M+S con Snow Flake per Compass e da 17” 235/55R17 M+S con Snow Flake per Renegade).

Ciò consente ai modelli 4xe di essere, prima di tutto, autentici SUV Jeep – ecologici, ma al contempo estremamente performanti e divertenti da guidare, sia su strada che in fuoristrada.

Un ecosistema integrato all’insegna della semplicità e dell’immediatezza d’uso

“GO 4xe LIVE”: la App che accompagna il cliente nel mondo dell’elettrificazione e nella scelta della propria vettura elettrificata

Per l’esordio delle nuove versioni 4xe, FCA ha creato un ecosistema di servizi per accompagnare il cliente nel mondo dell’elettrificazione e nella scelta della propria vettura elettrificata. Un primo esempio di intuitività e semplicità è fornito dalla nuova App “GO 4xe LIVE” di Jeep, realizzata dal team di e-Mobility by FCA, che rappresenta un nuovo modo “digitale” e consapevole di vivere in anteprima l’esperienza offerta da una vettura ibrida plug-in, in ogni momento. L’app permette a chiunque di stabilire un primo contatto con le nuove tecnologie elettrificate, e di scoprire quali sono i vantaggi legati al passaggio all’ibrido.

Presto disponibile sulle piattaforme Android e iOS, l’app GO 4xe LIVE si scarica gratuitamente e, previa registrazione, si accede al mondo della mobilità elettrificata. Oltre al simulatore virtuale per conoscere i due nuovi modelli plug-in del marchio Jeep e a un test per individuare il proprio stile di guida, l’app aiuta a orientarsi sui due temi cruciali della mobilità elettrica: autonomia e tempi di ricarica.

Con GO 4xe LIVE si può simulare un viaggio come se si guidasse una Jeep Renegade o una Compass 4xe lungo un qualsiasi tragitto. L’app, infatti, effettua il calcolo dei chilometri percorsi e del relativo consumo indicativo di energia elettrica, oltre al monitoraggio dello stato della batteria e dell’autonomia residua dell’auto durante il percorso. Inoltre, l’app segnala le stazioni di ricarica lungo il tragitto, indicando l’eventuale necessità di ricarica in una di esse e, alla fine del viaggio, viene indicato il possibile risparmio economico e la CO2 non emessa rispetto alla vettura a motore endotermico utilizzata dall’utente.

La simulazione del viaggio, inoltre, può avvenire in modalità “live” mentre si guida la propria vettura ma anche da remoto, impostando l’indirizzo di partenza e di arrivo desiderati e scoprendo in pochi secondi quali sarebbero state le prestazioni e i possibili risparmi offerti dalle Jeep Renegade e Compass 4xe.

GO 4xe LIVE è stata pensata per offrire una panoramica esaustiva sul mondo dell’elettrificazione: nella sezione “Lo sapevi che” l’utente può trovare le risposte ai suoi dubbi sul mondo della e-Mobility e, inoltre, conoscere le caratteristiche principali delle nuove Jeep Renegade e Compass 4xe, con la possibilità di prenotare un test drive e chiedere un preventivo al proprio concessionario di fiducia. Non solo: nella sezione “Eco advisor”, inserendo il codice di avviamento postale, si può vedere quali sono gli eco bonus e gli incentivi statali riservati a chi sceglie un veicolo elettrico o elettrificato nella propria area geografica.

Dopo l’acquisto, l’esperienza del cliente prosegue con il pack di servizi Uconnect Services che FCA ha sviluppato per il marchio Jeep, a cominciare dalla App “My Uconnect”. L’esperienza di acquisto di un modello Jeep 4xe dunque non consiste solo nel possedere la vettura, ma in un toolkit completo per vivere, gestire, rendere sempre più completa e piacevole l’esperienza della mobilità.

Uconnect Services: Connettività di bordo ‘smart’ – intuitiva e facile da usare

I SUV Jeep Renegade e Compass 4xe sono stati sviluppati all’insegna della tecnologia e della connettività, per soddisfare le diverse esigenze dei clienti in tutte le situazioni. Sono equipaggiati con i nuovi Uconnect Services con funzionalità specifiche per la guida elettrificata e la connettività di bordo e da remoto avanzata (alcune già attive al momento dell’acquisto) – My Assistant, My Car, My Remote, My Navigation e My eCharge.

I nuovi Uconnect Services consentono l’accesso alle varie funzionalità tramite diversi touchpoints, tra cui l’app mobile My Uconnect, il proprio smartwatch, il sito web, i pulsanti sulla plafoniera al tetto e la radio e sono disponibili dal lancio su tutti gli allestimenti e in abbinamento ai sistemi di infotainment da 8,4”.

I servizi si dividono in servizi base, come My Assistant, che è già attivo al momento dell’acquisto, e in pacchetti di serie e attivabili gratuitamente dal cliente, tra cui My eCharge, My Car, My Remote e My Navigation (disponibile per modelli con Uconnect 8,4” NAV).

My Assistant: un sistema di assistenza che consente al cliente di parlare con una centrale operativa per richiedere soccorso in caso di emergenza, e di ricevere supporto geolocalizzato in caso di necessità di assistenza stradale. Il cliente riceverà inoltre via e-mail un resoconto mensile grazie al quale potrà verificare lo stato di salute dell’auto.

My Car consente al conducente di tenere sotto controllo le condizioni della propria auto, verificando immediatamente importanti informazioni come il livello di batteria e di carburante, la pressione pneumatici o il programma di manutenzione.

My Remote consente al cliente di programmare da Mobile App la ricarica del veicolo in base alle fasce orarie più convenienti dei giorni e degli orari preferiti; conoscere la posizione esatta dell’auto; bloccare e sbloccare le porte; accendere le luci, programmare il sistema di climatizzazione, controllare alcuni parametri quali velocità e area di guida e essere avvisati nel caso in cui non siano rispettati.

My Navigation (disponibile solo per Uconnect 8,4” NAV) permette di verificare le condizioni del traffico, il meteo e le postazioni di rilevamento velocità lungo il tragitto; è inoltre possibile ricercare i punti d’interesse e visualizzare i punti di ricarica situati nei pressi dell’auto sulla mobile App My Uconnect e sul sistema Uconnect 8,4” NAV individuando graficamente sulle mappe quelli raggiungibili in base all’attuale livello di carica della batteria (servizio Dynamic Range Mapping). La funzione Send & Go consente infine al cliente di inviare la destinazione al navigatore della propria auto direttamente dallo smartphone tramite la Mobile App.

My eCharge per la gestione delle stazioni di ricarica, permette di individuare immediatamente la ricarica pubblica più vicina, controllarne la disponibilità, avviare il processo di ricarica e pagare. Inoltre, consente di impostare e controllare le wallbox private.
A completare l’offerta Uconnect Services, il pacchetto di servizi a richiesta, acquistabili sul portale web My Uconnect. Rientrano in questa categoria i pacchetti My Wi-Fi, My Theft Assistance e My Fleet Manager.

My Wi-Fi è un vero hot-spot che connette alla rete fino a 8 dispositivi elettronici contemporaneamente.

My Theft Assistance: grazie a questo servizio, il cliente viene immediatamente avvisato in caso di sospetto furto dell’auto. Nel momento in cui il furto viene confermato dalle forze dell’ordine, la centrale operativa fornirà supporto alle forze dell’ordine per il suo ritrovamento.

My Fleet Manager è il portale Web completo ed innovativo dedicato alla gestione delle piccole flotte, dotato di una interfaccia semplice e intuitiva, e di una totale accessibilità da remoto.

Ma i benefici di Uconnect™ Services non si esauriscono con i servizi proprietari: i clienti potranno infatti usufruire di vantaggi esclusivi in collaborazione con aziende leader nel proprio settore, come ad esempio promozioni legate alle più recenti polizze auto Pay-As-You-Drive e Pay-How-You-Drive ed ai dati telematici del veicolo.
I nuovi modelli Renegade e Compass 4xe si confermano ancora più connessi: dialogano con il guidatore dentro e fuori dall’auto, permettono di impostare in anticipo il percorso di navigazione, e di trovarle climatizzate all’arrivo.

“My Uconnect”: le app per la connettività ‘smart’ per vivere l’esperienza 4xe a 360°

I modelli Jeep 4xe sono stati sviluppati per soddisfare le diverse esigenze dei clienti in tutte le situazioni grazie ad una serie di applicazioni per gestire comodamente da remoto alcune delle funzionalità della vettura e semplificare l’esperienza 4xe. Con la Mobile App “My Uconnect”, i clienti avranno a disposizione una serie di servizi per gestire in modo facile e immediato lo stato d’uso, la manutenzione, la navigazione, la ricarica elettrica e la gestione di tutte le situazioni di difficoltà e di emergenza – compreso il furto dell’auto. Ad esempio, attraverso la funzione “My Navigation”, si potrà pianificare il percorso di viaggio la sera prima e inviarlo alla Renegade o alla Compass 4xe per trovarla pronta all’uso il mattino seguente, oppure programmare gli orari e i giorni di ricarica preferiti, in base alle tariffe elettriche più convenienti o ricercare e pagare “cashless” la ricarica dalle colonnine di ricarica.

Opzioni di ricarica

Ricaricare le nuove Renegade e Compass 4xe è semplice e intuitivo: entrambe propongono infatti la perfetta integrazione tra il proprio smartphone e lo schermo touchscreen da 8,4” del sistema Uconnect, per gestire la carica in base alle proprie esigenze e al proprio stile di vita sia direttamente dalla macchina che da remoto via app.

L’unità elettrica sull’asse posteriore è alimentata da una batteria ricaricabile durante la guida (grazie alla modalità e-coasting che consente di ricaricare la batteria utilizzando la coppia negativa del freno motore) o mediante una presa di corrente esterna: a casa, attraverso una presa domestica e il cavo in dotazione, o attraverso un punto di ricarica pubblica tramite il cavo specifico “modo 3”. Per ottimizzare i tempi di ricarica ed offrire un ulteriore e comoda soluzione domestica è disponibile l’easyWallbox, che, collegata alla normale presa di casa, assicura una ricarica più sicura.

Questo sistema è stato sviluppato da ENGIE EPS in esclusiva per FCA ed è commercializzato in Europa da Mopar in concomitanza con il lancio del modello. Si tratta di una soluzione “plug&play”, semplice, accessibile e facilmente gestibile via Bluetooth, che – senza necessità di alcun intervento da parte di personale specializzato – consente di ricaricare da subito a casa propria la propria Renegade o Compass 4xe con una potenza di ricarica fino a 2,3 kW e un tempo di ricarica inferiore a 5 ore (il tempo può variare a seconda dell’impianto elettrico esistente). Inoltre, l’easyWallbox è già predisposta per l’upgrade di potenza a 7,4 kW, permettendo la ricarica domestica completa in meno di 2 ore (100 minuti).

Pronti per la nuova era dell’e-Mobility

L’approccio di FCA nel suo impegno verso una mobilità sempre più sostenibile intende dare vita a nuovo modo di interpretarla e viverla conciliando le esigenze del cliente e l’attenzione per l’ambiente: l’e-Mobility secondo FCA. FCA ha colto la sfida e ha creato un sistema articolato e attento al pianeta ma anche competitivo economicamente, che mette insieme partner, prodotti e servizi trasversali su più mercati per semplificare la vita dei clienti che scelgono vetture elettriche ed elettrificate.

Tecnologia evoluta a servizio dell’elettrificazione

Grazie alla collaborazione con importanti partner specializzati nei rispettivi settori, negli ultimi anni FCA si è concentrata sulla progettazione e sviluppo di una serie di tecnologie legate all’elettrificazione, inclusi veicoli ibridi, ibridi plug-in e a batteria totalmente elettrici, con l’obiettivo di ridurre i consumi e le emissioni di CO2. Queste tecnologie e motorizzazioni sono già state lanciate sui modelli FCA in diversi Paesi, e oggi il processo di elettrificazione della gamma sta portando alla luce molti modelli “made in Europe” come i SUV ibridi plug-in Jeep Compass e Renegade 4xe.

La ricarica facile

La transizione verso una mobilità sostenibile elettrica ed elettrificata richiede innanzitutto lo sviluppo di una rete di stazioni di ricarica pubbliche e private per veicoli elettrici e ibridi plug-in. Contemporaneamente occorre anche ripensare a come produrre l’energia e a come distribuirla. FCA sta sviluppando soluzioni per fornire tutto ciò che serve, a cominciare dai punti di ricarica: vanno in questa direzione le circa 3.600 colonnine installate nelle concessionarie di tutta Europa e nei parcheggi degli stabilimenti, oltra agli accordi con Enel X ed ENGIE, leader nel settore dell’energia, per l’accesso semplice e immediato a punti di ricarica pubblici e domestici, come la easyWallbox.

Grazie a un’altra partnership, con Digital Charging Solutions (DCS), i clienti che sceglieranno Jeep Renegade e Compass 4xe avranno a disposizione il servizio digitale “My easy Charge”, che consentirà di accedere al più ampio network di servizi di ricarica pubblica a livello globale, gestito da DCS. Attraverso un’app dedicata e una sola card, questa soluzione offrirà l’accesso a più di 130 mila stazioni di ricarica in 21 Paesi europei. Con ENGIE Eps e Terna, infine, FCA e-Mobility ha sviluppato laboratori di tecnologie innovative, come il Vehicle-to-Grid (V2G), sistema in cui la vettura elettrica interagisce con la rete di distribuzione, restituendo o immagazzinando energia.

Connettività, integrazione e sicurezza in primo piano, ma non solo

Per completare il sistema di e-Mobility incentrato sulla mobilità sostenibile elettrica ed elettrificata, FCA sta lavorando anche sulla connettività, sull’integrazione e sulla sicurezza all’interno di questo sistema. Grazie a collaborazioni e integrazioni con diversi partner tra i migliori nei rispettivi settori sarà in grado di proporre delle soluzioni che permetteranno ai suoi clienti di fruire di un numero sempre più ampio di servizi di mobilità, come per esempio l’accesso a una rete europea per le ricariche pubbliche delle batterie o la fruizione di polizze assicurative basate sull’effettivo uso del veicolo.

A integrazione del sistema di e-Mobility riveste un peso importante anche il progetto CarCloud lanciato da Leasys, società di mobilità di FCA Bank. Si tratta del primo servizio di abbonamento all’auto, un modello sostenibile che esclude il veicolo di proprietà e privilegia la libertà di muoversi: il cliente può scegliere in ogni momento in tutta Italia, attraverso la rete capillare di Leasys Mobility Store, il mezzo più funzionale e adatto alle proprie esigenze, promuovendo uno stile di vita sostenibile, sia a livello economico che ambientale.

Renegade 4xe e Compass 4xe, la galleria fotografica

Ultima modifica: 20 luglio 2020

In questo articolo