Renault Twingo, prova su strada. Agilissima e con nuovi motori

428 0
428 0

Due nuovi motori, colori vivaci e sbarazzini, un’eccellente disinvoltura nel muoversi nello stretto. Quanto basta per affrontare il traffico cittadino e scoprirne una prontissima risposta.

Lungo le strade della periferia di Roma, congestionate anche per un improvviso blocco della metro in orario di punta, la nuova Twingo ha superato senza tentennamenti un tour de force cittadino, lanciandosi con una certa autorevolezza quando c’è stata la possibilità di premere sull’acceleratore.

Il tutto in una suggestiva visita ad opere artistiche impresse sui palazzi di alcuni tra i quartieri storici della capitale. Parliamo di una vettura che si lascia condurre con grande naturalezza, che piace soprattutto alle donne (70% delle vendite in Italia), dalla buona abitabilità e spaziosità.

Quella della citycar di Renault è una lunga storia iniziata nel 1993, approdata oggi alla terza generazione con un venduto in Europa di 3,7 milioni di esemplari, di cui 450mila in Italia.

Si tratta di un restyling non rivoluzionario ma innovativo, al passo con i tempi. La trazione posteriore introdotta nel 2014 insieme alle cinque porte, l’eccellente raggio di sterzata di 4,3 metri, la migliore della categoria, assegnano a Twingo una carta importante da giocare per quella che è la sua missione, muoversi con destrezza nei percorsi cittadini ma anche nei parcheggi.

L’offerta, per quanto concerne la motorizzazione benzina, si sdoppia con l’SCe65, guidabile anche dai neo patentati, con cambio manuale 5 rapporti un consumo di quasi 20 chilometri con un litro (emissioni ridotte a 100 gr/km), ma soprattutto con TCe95, modello decisamente più dinamico, motore turbo da 95 cavalli, disponibile anche con cambio automatico robotizzato, una velocità fino a 160 km/h e un consumo accettabile anche nel tratto urbano.

Due i motori nuovi di zecca posizionati sotto il portabagagli, tre invece gli allestimenti: quello base (Duel) con una dotazione votata all’essenziale, Duel2 (si parte da 12.450 euro), destinato ad avere una maggiore penetrazione sul mercato italiano, con un sistema multimediale completo e, infine, l’Intens (13.950 euro), con retrocamera, cruise control, fendinebbia, cerchi in lega.

Cool, agile e connessa

Questi i suoi punti di forza sottolineati dagli uomini Renault. Il nuovo design del paraurti, della calandra, il forte impatto del posteriore, la presa d’aria che dà un tono più sportivo (ma raffredda anche il motore), i gruppi ottici integrati con le luci diurne, sono elementi che sul piano dell’estetica non passano inosservati. Come l’apertura del baule con un solo clic. Senza trascurare una gamma di 8 colori tra i quale i nuovi Giallo Mango e Bianco Quarzo.

Sul fronte della connettività, nuovo il sistema multimediale Easy Link per la prima volta su Renault, la radio R&GO, lo schermo da 7 pollici touchscreen comprabile con Apple e Android. Sotto il profilo dell’assistenza alla guida, disponibile il sistema di mantenimento della corsia, l’aiuto nelle partenze in salita, i sensori nel posteriore Non è prevista al momento una declinazione elettrica. Porte aperte nei weekend 8/9 e 15/16 giugno.

Arriva anche a GPL

Solo per il mercato italiano fino alla fine dell’anno viene proposto il modello, non aggiornato, benzina/Gpl, denominato Twingo Generation, ad un prezzo di 12.450 euro.

Paolo Reggianini

Ultima modifica: 17 giugno 2019

In questo articolo