Renault, nuovo contratto con le concessionare per un più avanzato servizio a clienti

621 0
621 0

Nuovo contratto del Gruppo Renault, per la rete di concessionarie, Dacia e Renault, per affrontare le sfide del mercato e la domanda dei clienti. La mobilità del prossimo futuro si baserà su nuovi paradigmi, in linea con l’evoluzione delle attese dei consumatori e con le nuove tecnologie disponibili sul mercato, due fattori che comporteranno nuovi modelli di business e servizi per i consumatori.

Il Gruppo Renault ha lavorato negli ultimi anni sempre più alacremente e in stretta sinergia con la sua Rete, per trasformare radicalmente l’esperienza cliente, con l’obiettivo di renderla più semplice ed efficace al tempo stesso, impegnandosi su 3 assi principali: l’organizzazione, le strutture, i processi e gli strumenti digitali.

In linea con un contesto di scenario in repentina e profonda evoluzione, il Gruppo ha deciso di consolidare e rafforzare ulteriormente la relazione con i suoi venditori, sempre improntata al dialogo e ad un confronto trasparente e profondamente costruttivo, per poter contare, a breve e medio termine, su una rete sempre più qualificata, fortemente strutturata e all’avanguardia.

Il nuovo contratto di concessione, che entrerà in vigore il 1 febbraio 2024, mantiene come il precedente una struttura unica, includendo al proprio interno tutte le principali attività (veicoli nuovi, magazzino, officina), proprio con l’obiettivo di sottolineare il ruolo centrale che da sempre il venditore riveste per il Costruttore.

Profondamente orientato al futuro, esso rappresenta al tempo stesso una svolta radicale per la Rete, poiché prevede un ampliamento degli argomenti normati contrattualmente, come lo sviluppo del business dei veicoli usati, l’evoluzione del business post-vendita, un asset sempre più strategico nel panorama automotive contemporaneo, e lo sviluppo dell’esperienza del cliente.

Le parole di Raffaele Fusilli, Amministratore Delegato Renault Italia e Country Manager Italia.

I bisogni dei consumatori sono in continua trasformazione e, di pari passo con le nuove generazioni, sono emersi e si stanno affermando nuovi modelli di consumo, nuovi stili di vita- sempre più connessa- e un’attenzione sempre maggiore alle tematiche di sostenibilità ambientale. In questo quadro fortemente evolutivo, la nostra Rete rimane per noi un punto fermo; abbiamo dealer fedeli, fortemente legati ai brand Renault e Dacia, che continuano ad investire in risorse, processi, metodi e formazione. Il nostro obiettivo è esaltare questo senso di appartenenza, per costruire insieme il nostro futuro. Ecco perché abbiamo deciso di sottoscrivere con due anni di anticipo i contratti di concessione Renault e Dacia, per consentire ai dealer che abbiamo scelto di adeguarsi alle evoluzioni contrattuali e puntare all’eccellenza nella relazione con un cliente sempre più evoluto e alla sua massima soddisfazione nell’intero percorso esperienziale con le Marche del Gruppo“.

Leggi ora: Renault Nissan Mitsubishi, il piano elettrico

Ultima modifica: 9 febbraio 2022

In questo articolo