La nuova Renault Captur sarà ibrida plug-in e con ProPilot

1359 0
1359 0

La nuova Renault Captur sarà lanciata al Salone di Francoforte del prossimo anno e arriverà sul mercato nel 2020. Il crossover più venduta proporrà la novità dell’alimentazione ibrida plug-in. Sarà la prima Renault elettrificata in questa maniera. Probabilmente sul mercato arriveranno inizialmente le motorizzazioni tradizionali, poco dopo seguirà l’ibrida.

Secondo le indiscrezioni di Auto Express, l’unità elettrica con batteria da 9,8 kWh si accoppierà al quattro cilindri aspirato Nissan da 1.6 litri a benzina. L’autonomia in versione elettrica della nuova Captur sarà di 48 km. La rivoluzione ibrida toccherà anche altri modelli della gruppo Renault-Nissan-Mitsubishi.

In versione ibrida plug-in potrebbero infatti arrivare anche la terza generazione di Nissan Qashqai e la seconda di Renault Kadjar. La nuova Renault Clio, invece, dovrebbe arrivare in versione ibrida standard. Fra gli altri motori della gamma Captur dovrebbero esserci il 1.3 benzina sviluppato in sinergia con Mercedes. Non sarà abbandonato il diesel 1.5 dCi, sebbene reso più eco-friendly.

Fra le nuove dotazioni del crossover Renault ci dovrebbe essere anche il ProPilot. Il sistema di guida assistita sviluppato da Nissan sarà disponibile al top di gamma. La nuova generazione farà un passo avanti dal punto di vista tecnologico e le prossime Renault elettrificate dovrebbero finire sotto la sigla e-Tech.

Ultima modifica: 2 novembre 2018