Porsche rilancia sugli eFuel, i carburanti alternativi

572 0
572 0

Porsche ha investito di 75 milioni di dollari in HIF Global LLC, acquisendo una partecipazione a lungo termine nella holding che riunisce sviluppatori di progetti per la produzione di eFuel, i carburanti alternativi, operanti a livello internazionale.

L'impianto pilota di eFuels "Haru Oni" in costruzione a Punta Arenas, Cile
L’impianto pilota di eFuels “Haru Oni” in costruzione a Punta Arenas, Cile

La società con sede a Santiago del Cile sta realizzando l’impianto pilota per la produzione di eFuel di Haru Oni, a Punta Arenas (Cile). Avviata su iniziativa di Porsche e realizzata insieme a partner come Siemens Energy e ExxonMobil, la produzione di eFuel derivati da idrogeno e CO2 mediante energia eolica si prevede abbia inizio a metà del 2022. Questi carburanti sintetici basati su energia elettrica permettono il funzionamento quasi neutrale in termini di CO2 dei motori a combustione.

L’investimento di Porsche in HIF Global LLC si inserisce in un ciclo di finanziamento internazionale che vede coinvolte la società cilena Andes Mining & Energy (AME) e le americane EIG, Baker Hughes Company e Gemstone Investments. L’importo complessivo che sta per confluire in HIF Global LLC è di un valore a nove cifre in dollari statunitensi. AME rimarrà l’azionista di maggioranza di HIF Global LLC. Il capitale supplementare sarà utilizzato per sviluppare impianti industriali di eFuel in Cile, Stati Uniti e Australia, dove sono presenti grandi riserve di energia rinnovabile.

Le parole Barbara Frenkel, membro del Consiglio di Amministrazione e responsabile degli Acquisti di Porsche

Gli eFuel contribuiscono in modo importante alla tutela del clima e vanno a integrare efficacemente i nostri progetti di elettro-mobilità. Investendo nella produzione industriale di eFuel, Porsche va ad accrescere ulteriormente il suo impegno per la mobilità sostenibile. Complessivamente, il nostro investimento nello sviluppo e nella fornitura di questa tecnologia innovativa è di oltre cento milioni di dollari“,

Le parole di  Michael Steiner, membro del Consiglio di Amministrazione e responsabile Ricerca & Sviluppo di Porsche

Attraverso la partecipazione in HIF Global LLC, Porsche sta investendo in un settore commerciale interessante. I combustibili sintetici offrono opportunità interessanti in vari settori del trasporto, dall’industria automobilistica all’aviazione e alla navigazione. Inoltre, l’e-metanolo costituisce un’importante materia prima per altre applicazioni, ad esempio nell’industria chimica, dove può sostituire le materie prime di origine fossile. L’e-metanolo è un prodotto intermedio che si ottiene durante la generazione di eFuel“.

Porsche sta studiando da tempo le possibilità offerte dai combustibili rinnovabili. I test in laboratorio e in pista procedono con successo: “Ci consideriamo pionieri degli eFuel e desideriamo promuovere questa tecnologia, che rappresenta un tassello nella nostra chiara strategia generale di sostenibilità“, precisa Michael Steiner.

Carburanti alternativi per le corse

Porsche prevede inizialmente di utilizzare l’eFuel prodotto in Cile in ambito motorsport. In futuro è anche ipotizzabile che gli eFuel vengano utilizzati per alimentare le vetture con motore termico per un primo rifornimento in fabbrica e presso i Porsche Experience Center.

Ultima modifica: 7 aprile 2022