Porsche esce dal progetto Artemis con Audi e Bentley, farà da sola la ammiraglia elettrica

954 0
954 0

Porsche vuol ballare da sola. La Casa di Zuffehausen, stando all’esclusiva dell’autorevole Automobilwoche, sarebbe non procinto di abbandonare il progetto Artemis. Si tratta della sinergia dei tre marchi di lusso, Audi, Bentley e la stessa Porsche, del Gruppo Volkswagen, per la futura ammiraglia elettrica.

Un passo indietro, che costerà

Porsche dovrà mettere mano al portafoglio. Il ritiro dal programma, che dovrebbe portare alla produzione nell’impianto di Hannover, sarebbe quantificato in circa 100 milioni di euro. Non poco.

Porsche Artemis

L’eventuale decisione di Porsche infatti striderebbe con la strategia del Gruppo VW. Che è quella di massimizzare gli sforzi nel passaggio, molto oneroso, alla produzione esclusiva di auto elettriche.

Uscire dal coro ha un suo prezzo. Ma Porsche punta i piedi per avere più controllo in tutte le fasi della realizzazione, per oltre fornire auto esclusive e personalizzate. Il nodo verte su molti punti, a partire da tecnologia e piattaforma.

E anche sul self drive. Il progetto Artemis prevede la guida autonoma. Ma in Porsche pensano che i clienti di auto sportive, seppur ammiraglie, siano desiderosi di assaporare il piacere di guida diretto. E che la vettura debba offrire un comportamento dinamico esemplare sotto il controllo dell’uomo.

A Zuffenhausen inoltre preferiscono Lipsia, dove nasceranno anche Panamera e Macan elettriche, a Hannover come sito produttivo.

L’ammiraglia Porsche fuori da Artemis avrebbe già K1 come nome nel progetto. Realizzato sulla piattaforma PPE. La differenziazione e il piacere di guida sarà nel futuro una discriminante importante nelle auto di lusso.

Leggi ora: Porsche 718 Cayman GT4 RS, 500 cv per il massimo piacere di guida

Ultima modifica: 12 gennaio 2022