Volkswagen a metano, Polo e Golf TGI: consumi imbattibili e brio. Il test | VIDEO

32169 0
32169 0

Il futuro dell’auto è pieno di promesse. La realtà del presente è un altro paio di maniche. Detta fuori dai denti, le vetture elettriche non hanno batteria sufficiente per essere sempre e comunque fruibili. Le ibride se non utilizzate in città, hanno consumi non competitivi con i benzina, figurarsi col Diesel.

Il dilemma rimane. Il metano potrebbe essere la soluzione per il presente. Ma, va precisato, solo per alcune zone d’Italia. Soprattutto di provincia, perché in città i distributori sono lontani dal centro. In particolare in Emilia Romagna, Lombardia e Veneto, dove la presenza di 550 stazioni di servizio (su 1.200 in totale) rende abbastanza capillare la rete.

Volkswagen propone powertrain di tutti i tipi su Golf (Diesel, benzina, metano, plug-in ibrido, elettrico). Ma punta parecchio sul metano. Che permette grandi risparmi e minimizza le emissioni di particolato, anidride carbonica e polveri sottili. Ma stoltamente dalle amministrazioni non viene parificato alle auto ibridi, che godono – chissà perché – di maggiori agevolazioni.

Volkswagen a metano, Polo e Golf TGI: consumi imbattibili e brio
Golf TGI, 110 cavalli

Abbiamo testato Golf e Polo a metano sulle strade del Veneto. E abbiamo avuto piacevoli conferme. Golf TGI ora è offerta allo stesso prezzo di partenza del benzina, 17.900 euro. Confermando le doti note. Il motore quattro cilindri 1.4 TGI da 110 cavalli e 200 Nm di coppia (da 1.500 giri) è elastico. E nell’uso reale permettee consumi di 4 kg di metano (3,6 il dichiarato) per 100 km.

Ovvero, servono meno di quattro euro per fare 100 chilometri . Il serbatoio del gas naturale è in fibra composita (quindi per il collaudo è sottoposto a ispezione visiva, non a smontaggio come quelli in acciaio) che fa risparmiare circa 60 kg di peso. La capienza è di 15 kg (poi c’è ovviamente quello della benzina). Golf TGI permette una autonomia a gas naturale di circa 300/350 km. E’ disponibile nelle carrozzeria berlina a cinque porte o Variant (Wagon).

Volkswagen a metano, Polo e Golf TGI: consumi imbattibili e brio 4
Polo TGI, 3 cilindri ma 90 cavalli: con 3 euro si possono fare 100 km!

Polo TGI, 90 cavalli e consumi imbattibili

La vera novità è la Polo TGI spinta dal “mille” 3 cilindri. Ha un prezzo di partenza di 16.600 euro e il motore, turbo eroga 90 cavalli e una coppia di 160 Nm da 1.900 giri. Garantisce una velocità massima di 183 km/h e una accelerazione di 11,9 secondi nello 0-100. I consumi dichiarati sono di 3,2 kg fare 100 km. L’autonomia a metano (c’è anche il serbatoio “normale” a benzina, come sulla Golf) a 390 km.

Su strada Polo TGI ovviamente paga una minore elasticità rispetto a Golf, ma non è certo un’auto dimessa. Anzi, è molto lontana dal concetto di utilitaria e dal retaggio di “auto a metano”. Il tre cilindri sopra ai 2.000 giri spinge bene: è un motore adatto a qualsiasi situazione. Sufficientemente pronto: l’auto è agile e sicura, ben impostata.

Le bombole in acciaio garantiscono una portata di circa 12,5 kg di metano. Nel nostro test Polo TGI ha evidenziato un consumo di 3,6 kg per 100 km, portando l’autonomia reale a circa 340 km. Imbattibile il risparmio del metano, da qualsiasi alimentazione. E con tali motori non bisogna avere nessun complesso di inferiorità. Sorpassi, riprese e salite non sono un problema. Le VW TGI comportano come le altre automobili.

Le differenze? Le TGI necessitano di manutenzione ogni 15.000 km, più frequenti rispetto al Diesel. Come anche le soste per fare rifornimento. Nel caso di Polo, la capacità del bagagliaio della versione a metano è di 251 litri rispetto a 351.

Ultima modifica: 23 febbraio 2018

In questo articolo