Peugeot 3008 ibrido plug-in, la prova su strada del SUV ricaricabile

1232 0
1232 0

Peugeot 3008 ibrido, eccolo su strada. Dal 2017, quando vinse il titolo di Car of the Year, ne sono state vendute 800 mila unità e dunque era giunto il momento che il suv medio di Peugeot, la 3008 (con la sorella maggiore 5008 a 7 posti, più lunga di 19 centimetri, ma per il resto uguale come una fotocopia!) si rifacesse il look.

Dunque, nuovo design, nuovi interni. Ma soprattutto nuove tecnologie, come il Lane Positioning Assist, l’Adaptive Cruise Control, la funzione Stop&Go di serie. E il sistema Night Vision per la guida notturna.

Non poteva mancare il debutto della versione Hybrid Plug-in. Si tratta di due configurazioni. Entrambe supportate da una batteria da 13,2 kWh, alloggiata sul pianale fra i due assi.

La 3008 Hybrid 225 adotta il motore 1,6 PureTech 4 cilindri turbo benzina da 180 cv, accoppiato a un’unità elettrica da 110 cv posta sul davanti della vettura. Ha solo la trazione anteriore, il cambio automatico EAT8 e l’autonomia in elettrico è di 56 km.  Si ricarica in 7 ore dalla presa domestica di 2 kW e in 2 ore dalla wallbox da 7,4 kW.

Top di gamma

La 3008 Hybrid4 300 ha lo stesso propulsore della sorella minore ma da 200 cv e ha due motori elettrici da 110 cv posti uno frontalmente e uno posteriormente che forniscono una potenza complessiva di 300 cv.

L’autonomia in elettrico dichiarata è di 59 km. E, ovviamente, il cambio è l’automatico EAT8. Da notare che i motori ibridi non sono presenti sulla 5008, la cui motorizzazione di punta resta il diesel da 177 cv.

Peugeot 3008 ibrido plug-in su strada

Ma veniamo alla prova pratica che ci ha soddisfatto pienamente. Anche percorrendo i pochi chilometri cittadini previsti del test drive, a bordo della versione Hybrid più potente, quella da 300 cv, abbiamo apprezzato la fluidità di marcia e il comfort forniti dalla nuova 3008.

L’accensione avviene in modalità elettrica e durante la marcia si può impostare il modo E-save, selezionandolo dall’apposito menù, per poter consumare meno energia. E conservare un quantitativo prestabilito di carica da utilizzare, magari, nel centro cittadino.

Ottime le sospensioni che sulle versioni ibride sono più sofisticate. In quanto viene adottato il sistema multi-link essenziale per gestire al meglio il maggior peso della vettura ibrida. Causato dalla presenza dei motori elettrici e della batteria.

Dolce e fluido nei cambi di marcia il cambio automatico EAT8, la ripresa è bruciante per un suv di queste dimensioni e questo peso (poco meno di 2 tonnellate). Da 0-100 km/h in 5,9 secondi.

E chi volesse una guida più sportiva può utilizzare i paddle al volante. Inoltre è molto funzionale la modalità «brake». CHE è impostabile tirando a sé la leva del cambio, che garantisce la ricarica.

Cesare Paroli

Peugeot 3008 ibrido, la galleria fotografica

Leggi anche: Peugeot 308, la prova su strada di QN Motori

Ultima modifica: 6 gennaio 2021

In questo articolo