Peugeot 208T16 Pikes Peak da 875 cavalli: ora è di Loeb! | VIDEO

1060 0
1060 0

La Peugeot 208T16 Pikes Peak ha ritrovato il suo padrone, Sébastien Loeb. La leggenda del rally, nove volte campione del mondo, con questa macchina eccezionale è stato capace battere il record della gara in salita più celebre nel 2013 (20 km percorsi in 8’13”878 minuti superando una differenza di altitudine da 2865 m a 4301 m). Ottenendo il primato Pikes Peak International Hill Climb.

Torna nelle mani migliori la perla degli ingegneri di Peugeot Sport. Spinta dal V6 benzina biturbo che eroga 875 cavalli a 7800 g/min che consente ad una vettura a 4 ruote motrici da 875 kg, dotata dell’alettone della Peugeot 908 HDi della 24 Ore di Le Mans, di accelerare da 0 a 100 km/h in 1,8 secondi. Mostruosa.

Può sfoggiare l’incredibile il rapporto peso/potenza 1:1. Ora la  208T16 Pikes Peak appartiene alla Sébastien Loeb Racing, che vuole riportarla in pista. Sulle terre natie alsaziane, Sébastien Loeb e il suo Team, il Sébastien Loeb Racing, hanno effettuato un primo test il  21 giugno. La prima uscita ufficiale è in programma nella corsa in salita di Turckheim- Trois Epis, che si svolgerà il prossimo 9 e 10 settembre.

Le parole del campione

Sognavo di poter possedere un giorno questa vettura; sono contento e fiero che Peugeot abbia accettato di cedermela. Avevo voglia di fare un tuffo indietro nel tempo: è un’auto complicata da guidare ma ho ritrovato subito quelle sensazioni uniche, tipiche della 208 T16 Pikes Peak. Non è cambiata molto negli ultimi 4 anni. Gli ingegneri di Peugeot Sport hanno fatto un lavoro minuzioso per rimetterla in pista e i tecnici della Sébastien Loeb Racing hanno capito bene le sue specificità. L’obiettivo di questa sessione di test era verificare che tutto funzionasse bene. Avevo un gran desiderio di tornare a guidarla un giorno e di farlo in Francia, in Alsazia; conta molto per me, per il mio team e, credo, anche per gli appassionati dello sport automobilistico.”

Loeb avrà di che divertirsi!

Ultima modifica: 27 giugno 2017

In questo articolo