Peugeot 208, elettrificata e moderna. Il ruggito del Leone

1535 0
1535 0

Il nuovo ruggito del Leone si sente proprio a Ginevra dove Peugeot mostra la sua visione del futuro. Punta di diamante di questa strategia è la «piccola» 208. Il cavallo di battaglia nel segmento B (utilitarie di 4 metri), dove la concorrenza è molto agguerrita.

L’elettrificazione secondo Peugeot

L’ultima 208 si presenta nuova anche nello stile ispirato a quello della 508. Dunque un look più sofisticato, rimarcato dalle due nervature sul cofano e altre sulle fiancate che creano degli interessanti giochi di luce e ombre.

Altri elementi s’ispirano al simbolo della Casa, il leone, così le luci diurne a led sembrano delle fauci protese in avanti e i fari a led (optional) con tre elementi verticali richiamano i segni di una graffiata d’artigli.

Il posteriore è impreziosito da una striscia brunita che collega i fanali conferendo pure un aspetto grintoso da grande felino della savana.

I nuovi interni si ispirano a quelli della 508, con un piccolo volante tagliato sopra e sotto. Tagli non solo di design, ma anche funzionali. Che aiutano a vedere la strumentazione rialzata con una grafica tridimensionale.

Interessanti i comandi del sistema multimediale che sembrano dei tasti di pianoforte, la qualità dei materiali e lo schermo touch da 5, 7, 10 pollici a seconda delle versioni. Di serie la ricarica wireless per gli smartphone, alloggiata nella consolle centrale.

Peugeot 208, anche elettrica

208 a elettroni

Fiore all’occhiello della nuova 208 è la versione elettrica, che arriverà a fine anno. Si chiama e-208, il motore full electric sviluppa 136 cv. Con una batteria da 50 kWh che, secondo il produttore, assicura un’autonomia fino a 450 km, calcolati secondo il nuovo ciclo di consumo WLTP.

Unico neo, il tempo di ricarica alla normale presa domestica che richiede ben 23 ore, ma servirà solo un’ora per effettuare la stessa operazione a una colonnina di ricarica rapida da 100 kW.

Anche motori tradizionali

Motore a batterie della e-208 sono gli stessi della DS 3 Crossback E-Tense, che fa parte della grande famiglia Psa. I motori tradizionali, invece, sono il benzina a 3 cilindri 1.2 litri da 75, 100 e 130 cv e il diesel a 4 cilindri 1.5 da 100 cv, con cambio manuale o automatico EAT8.

Ricca la dotazione dei sistemi di assistenza. A partire dal cruise control adattivo con funzione stop&go. Che, abbinato al cambio automatico EAT8, controlla la velocità dell’auto nelle code fino ad arrestarla, per poi farla ripartire automaticamente.

Disponibile anche la frenata automatica d’emergenza, che su un’auto di questo segmento è una vera chicca.

Cesare Paroli

Ultima modifica: 18 marzo 2019

In questo articolo