Pagani Huayra diventa Roadster e arte automobilistica contemporanea

371 0
371 0

“Un’opera d’arte spensierata, intelligente e in topless”, l’ha definita così Horacio Pagani, non facendo mistero che proprio l’estetica è l’elemento su cui la casa di San Cesario sul Panaro si è concentrata maggiormente con questo progetto. Le immagini, del resto, parlano chiaro, insieme ai materiali, ovvero fibra di carbonio, titanio e altri materiali pregiati.

La Pagani Huayra Roadster è più leggera della famosa controparte coupè perché frutto di una riprogettazione completa, al di là della meccanica e dell’impostazione di base. Il motore rimane lo stesso, ovvero il 12 cilindri Mercedes-AMG M158, già evoluto per la Pagani Huayra BC. Parliamo di un 6.0 litri a carter secco capace di erogare 764 cavalli a 6.200 giri e una coppia massima di 1.000 Nm già disponibili a 2.400 giri al minuto.

Anche il cambio è il medesimo già visto nella BC, ovvero l’AMT a sette marce con sincronizzatori in fibra di carbonio e sistema di attivazione elettronico e idraulico. Non manca il differenziale elettrico alla base della gestione della trazione posteriore, accompagnato da sospensioni in alluminio e impianto frenante carboceramico Brembo. I cerchi sono differenziati sui due assi, ovvero davanti di 20 pollici e dietro ei 21 con pneumatici PZero Corsa di Pirelli. Grazie a queste caratteristiche la Pagani Huayra Roadster riesce a raggiungere una forza d’accelerazione laterale fino a 1.8 G.

Per quanto riguarda l’aerodinamica, sono stati aggiunti nuovi flap, mentre il tetto in vetro e fibra di carbonio è rimovibile manualmente, visto che è anche possibile montare una capote in tela. Pagani aveva realizzato un restyling del genere già nel 2003 con Zonda Roadster, ma in questo caso ha deciso di strafare con una vettura costruita con materiale composito più resistente ed efficiente di quello usato in Formula 1, un nuovo sistema elettronico di controllo della stabilità che esalta le capacità dinamiche della vettura e il nuovo sistema di Aerodinamica Attiva completamente a gestione computerizzata.

La Pagani Huayra Roadster sarà prodotta in una serie limitata di 100 esemplari, tutti già venduti con un prezzo base di 2.280.000 euro. In Italia bisogna aggiungere l’IVA di circa mezzo milione di euro. Pagani porterà la Pagani Huayra Roadster al prossimo Salone di Ginevra.

Ultima modifica: 24 febbraio 2017