Over the Future celebra i 30 anni di IED a Torino

630 0
630 0

Trenta anni di IED a Torino.  Era l’estate del 1989 quando l’Istituto Europeo di Design, Scuola di Alta Formazione in ambito creativo nata da una straordinaria visione del suo fondatore Francesco Morelli, apriva la sua sede di Torino. L’Istituto ha conosciuto fin da subito una rapida crescita con diversi cambi di sede fino al 2004, anno del trasferimento nell’attuale via San Quintino 39. Dal 2018 è poi stato aperto un nuovo spazio in corso Matteotti finalizzato alla crescita della Scuola di Moda.

Oggi IED Torino si inserisce all’interno di un Gruppo che vanta oltre 50 anni di esperienza e che si sviluppa in 11 sedi nel mondo tra Italia, Spagna e Brasile, con 10.000 studenti di 100 nazionalità diverse. Un network internazionale, rimasto di matrice interamente italiana, che ogni anno avvia progetti di innovazione in ambito formativo nelle discipline del Design, della Moda, delle Arti Visive e della Comunicazione, sviluppando forme di apprendimento e nuovi modelli per interpretare il futuro.

In 30 anni di presenza nella città di Torino, culla del settore automotive, IED ha saputo mantenere una propria identità forte e collegata al territorio in cui è nata, facendo del Transportation Design un suo grande punto di forza. Negli anni la Sede ha sempre saputo evolvere in base ai diversi cambiamenti che hanno interessato il mondo del Design e che hanno trasformato l’identità del territorio, e ha conosciuto una crescita costante, arrivando a contare oggi oltre 900 studenti, con un incremento del 60% negli ultimi cinque anni, di cui circa il 20% sono studenti stranieri. Il contesto in cui IED Torino si muove è un contesto internazionale, l’offerta formativa moltiforme e costantemente rivolta a un mercato globale, al linguaggio universale del design e ai cambiamenti che avvengono a livello mondiale che si traducono in esigenze, leve di sviluppo formativo e progettuale, opportunità di lavoro.

Tra i principali punti di forza di IED vi sono infatti, da un lato, la scelta di avere come docenti molti prefessionisti del settore e, dall’altro, la collaborazione diretta con le aziende e le istituzioni del territorio, che permette agli studenti di interfacciarsi con il mondo del lavoro ed essere così costantemente pronti a rispondere alle esigenze di un mercato in continuo cambiamento. Nell’anno accademico in corso, per esempio, IED Torino ha attivato oltre 60 partnership con aziende, un’interazione che garantisce agli studenti un tasso di placement di oltre il 70% a soli sei mesi dal diploma.

La mostra Over the future – 30 anni di IED a Torino nasce quindi con l’obiettivo di presentare IED come uno spazio di ricerca, una rete aperta e attiva in grado di insegnare e promuovere la cultura del progetto per l’individuo e la società, dove l’approccio al design diventa strumento di trasformazione sociale, culturale ed economica. I dodici modelli in scala 1:1, che a partire dal 2004 sono stati presentati in anteprima mondiale al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra come progetto di tesi del Master in Transportation Design, in partnership con i centri stile dei più noti brand al mondo, sono la sintesi perfetta di questa cultura del progetto.

Attraverso la descrizione del design process, che dallo sketch a mano libera porta alla realizzazione di un modello fisico, vengono infatti presentate: la Scorpion realizzata con Abarth e la X1/99 con Fiat, Passocorto e Kite firmate insieme a Hyundai, Gloria creata per Alfa Romeo ed Eye per Tesla Motors, la Cisitalia 202E, il trittico Syrma-Shiwa-Scilla nato dalla collaborazione con Quattroruote (la terza firmata anche con Pininfarina), fino all’ultima arrivata Tomo progettata insieme a Honda.

All’interno della mostra uno spazio ad hoc è dedicato agli Alumni IED, giovani talenti creativi formati e consegnati al mercato del lavoro con un bagaglio di eccellenza, divenuti oggi designer affermati nei Centri stile di Case automobilistiche di respiro internazionale, professionisti di successo, abili manager di se stessi.

«IED Torino celebra i suoi primi 30 anni in una cornice che esalta una specificità della scuola – dichiara Paola Zini, Direttore IED Torino. Car Design, Bike Design, Yacht Design  – insieme alla ricerca sul futuro della mobilità sono infatti rappresentati in mostra con progetti fisici che raccontano la collaborazione costante fra IED e le aziende. L’esposizione al Mauto sottolinea la grande forza di una formazione fatta di teoria e attività di laboratorio, modello che dal Transportation Design si irradia fino a coinvolgere tutte le altre discipline, dalla Comunicazione alla Moda, dall’Interior e Product Design alle Arti Visive. Nel prossimo futuro di IED Torino l’obiettivo è infatti quello di rendere i laboratori, vero cuore pulsante della scuola, sempre più protagonisti».

«Il Mauto è orgoglioso di ospitare questo importante anniversario dello IED a Torino – dichiara Mariella Mengozzi, Direttore Museo Nazionale dell’Automobile di Torino – a testimonianza della collaborazione di lunga data che ci unisce e che si sviluppa su diversi fronti, dalla partecipazione a sessioni formative congiunte alla realizzazione di progetti speciali. Gli spettacolari modelli che compongono la mostra “Over the future – 30 anni di IED a Torino” esprimono la qualità del lavoro svolto dai ragazzi dello IED e offrono ai visitatori del Mauto l’opportunità di conoscere un aspetto fondamentale del design automobilistico: come i designers si formano e sviluppano le loro competenze, e come immaginano il nostro futuro».

Date e orari di apertura dell’evento

La mostra Over the future – 30 anni di IED a Torino sarà aperta al pubblico dal 29 maggio al 22 settembre, il lunedì dalle 9 alle 14 e dal martedì alla domenica dalle 9 alle 19. Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura. Ingresso incluso nel biglietto del Museo Nazionale dell’Automobile di Torino.

Ultima modifica: 14 maggio 2019

In questo articolo