Opel Insignia GSi, come va l’ammiraglia sportiva | VIDEO

2840 0
2840 0

Insignia GSi rappresenta top di gamma per Opel. Anima sportiva e piglio da granturismo nelle versioni berlina Grand Sport e giardinetta Sport Tourer. Una grande auto, nelle forme e nei fatti, la tre volumi misura 4,91 metri, la wagon 4,99, che vuole tornare a sdoganare il concetto di vettura dinamica, precisa, con una tenuta di strada eccellente.

Doti che a molti forse erano sconosciute, ma che Opel coltiva sin dal 1984, quando esordì una sportiva compatta icona di quegli anni. Kadett GSi, primo modello a portare questa denominazione, acronimo di Grand Sport Injection.

Opel Insignia GSi
Opel Insignia GSi

Insignia è l’ammiraglia di Opel, ultimo modello realizzato interamente dalla Casa tedesca prima dell’assorbimento nel Gruppo PSA (Peugeot-Citroen). Nella variante GSi estremizza le sue già ottime doti stradali (il nostro test della Wagon da 170 cv).

L’evoluzione della specie è avvenuta nel modo più canonico e rigoroso. Con uno sviluppo nell’Inferno Verde, il circuito del Nurburgring. Presa per mano e fatta crescere da Volker Strycek, Director Performance Cars and Motorsport di Opel, già campione del DTM e specialista del Ring.

Partendo da un’ottima base, Insignia GSi è stata abbassata di 10 millimetri. Dotata di speciali ammortizzatori, di pneumatici super aderenti Michelin Pilot Sport 4 S, di cerchi da 20 pollici e di freni Brembo a quattro pistoni.

Alle modalità di guida si aggiunge “Competitive”. Premendo un tasto, l’ESP accetta una maggiore imbardata e si disattiva il controllo della trazione. Notevole anche la trazione integrale con torque vectoring di serie. Abbinata a un cambio automatico a otto marce.

Opel Insignia GSi

Il piglio sportivo è conferito dal pedaliera in alluminio, volante sportivo in pelle, ma soprattutto dagli speciali sedili sportivi integrali realizzati da Opel. Che hanno funzioni do massaggio, riscaldamento e raffreddamento, ma soprattutto sono plasmabili intorno a pilota e passeggero anteriore. Molto avvolgenti, con una testa ispirata alle forme del Cobra reale.

Completa anche la dotazione di assistenza alla guida, con la chicca dei Fari IntelliLux LED matrix di ultima generazione di serie. Sono dotati di 32 elementi LED e nella funzione abbagliante hanno una gittata fino a 400 metri.

Insignia GSi su strada, benzina e Diesel

Dulcis in fundo i motori. Per chi vuole lo scatto c’è il 2 litri benzina da 260 cv e 400 Nm di coppia a 2500 giri. Che permette un’accelerazione 0-100 in 7,2 secondi, 245 km/h di velocità massima sulla berlina. Chi cerca la progressione troverà pane per i suoi denti nel 2 litri diesel bi-turbo da 210 cavalli e 480 Nm di coppia da 1500 giri. Entrambe sono molto regolari, ma sanno Tirare fuori la grinta. Pur non perdendo il DNA da grande stradista della vettura.

Opel Insignia GSi

Abbiamo testato su strada e in pista Insignia GSi nei pressi di Marsiglia e nel circuito di test Michelin a Fontange. Il comportamento è rigoroso, la trazione integrale aiuta a uscire bene dalle curve, il telaio e la buona impostazione a entrarci. Merito anche di uno sterzo diretto, ma mai scomodo. Piacevole nella guida sostenuta e ospitale a velocità di crociera, l’ammiraglia sportiva di Opel ha confermato doti importanti. Una GT anche per famiglie numerose, la familiare ha capacità di carico da 560 a 1665 litri. I prezzi partono da 43.550 euro per la Grand Sport e da 44.550 euro per la Sports Tourer.

Arriverà Corsa Grand Sport Injection

Opel ha annunciato che arriverà anche Corsa GSi, versione sportiva della compatta.

Opel Insignia GSi

Ultima modifica: 26 marzo 2018

In questo articolo