Nuova Citroen C4 Cactus, la “restaurazione” del design

7038 0
7038 0

Nuova Citroen C4 Cactus: contrordine Mesdames et Messieurs. La compatta francese a tre anni dall’esordio si rinnova. Con un restyling “normalizzatore”. Niente più rivoluzione, è la restaurazione: seppur in chiave moderna. La  C4 Cactus abbandona il suo marchio di fabbrica, gli air bump, le protezioni laterali che fece esordire. E rinuncia anche al look da SUV. Tutto il contrario rispeto al 2014: molto più tradizionale. Meno campagnolo e più cittadino. Arriverà in concessionario a inizio 2018.

Nuova Citroen C4 Cactus
Nuova Citroen C4 Cactus
La “vecchia” Citroen C4 Cactus

La C4 Cactus è lunga 4,17 metri, una segmento B abbondante (più della C3), ha un passo di 2,60 che promette una buona abitabilità. Il design è certamente più rassicurante, con meno guizzi, ma impreziosito dalla presenta dei fari a led. Nuovi anche i sedili all’interno, con un design più ricercato ed elegante. Porterà in dote anche un nuovo e più efficiente cambio automatico, chiamato EAT6, ovviamente a sei rapporti. Saranno cinque gli allestimenti: base Metropolitan Red, Wilde Grey, Hype Grey e Hype Red.

Più confortevole

La novità tecnica è rappresentata dall’esordio in Europa delle sospensioni con smorzatori idraulici progressivi. Che dovrebbero garantire il celebre comfort di Citroen.

Motori

Il benzina è il tre cilindri Puretech 1.2 da 82, 100 e 130 cv. Il diesel è il 1.6 BlueHDI da 100 cv, più tardi arriverà il 120 cavalli.

William CROZES @ PLANIMONTEUR

Ultima modifica: 26 ottobre 2017

In questo articolo