Nissan Juke, a Carnevale colori speciali in omaggio

883 0
883 0

Nissan Juke, a Carnevale colori gratis per tutti: si tratta di di personalizzazioni speciali.

Inizia l’ultima settimana di carnevale e Nissan Juke “ne fa di tutti i colori”. Ovvero colori di finiture per esterni e interni della vettura (finiture paraurti, fari anteriori, calotte specchietti retrovisori, tunnel centrale, bocchette areazione.

Disponibili in varie cromie, permettono di conferire a Nissan Juke personalità e carattere distintivi. La voglia di esprimersi attraverso elementi di stile è una tendenza sempre più affermata nel settore automobilistico. Che Nissan interpreta attraverso un’ampia offerta di personalizzazioni e versioni speciali e premium delle proprie vetture.

La gamma crossover del marchio giapponese si distingue da tempo in tal senso. Nissan Juke, il più piccolo della gamma assieme a Qashqai e X-Trail, già dal 2014 offre pacchetti di personalizzazioni, passati da tre a cinque a ottobre 2015.

Nissan Design Studio è il nome dell’applicazione, disponibile su Nissan.it, per creare la propria vettura giocando con tutti i colori e le combinazioni possibili. Scegliendo fra Creative Line (colori più classici) ed Exclusive Line (colori meno convenzionali). Il risultato è un’immagine della vettura in 3D, che può essere salvata e condivisa. L’attenzione e il gradimento da parte del pubblico sta nei numeri. Basti pensare che un Nissan Juke su tre viene venduto con personalizzazioni e la tendenza è in crescita.

L’offerta

Per questo Nissan ha pensato di sfruttare la festa più divertente e variopinta dell’anno. Il carnevale, dove esprimere se stessi nel modo più unico e personale diventa la regola, per offrire in omaggio le personalizzazioni su Nissan Juke. L’offerta è valida per i contratti stipulati presso la Rete di Concessionarie Nissan da giovedì grasso a martedì grasso, ovvero dal 23 al 28 febbraio 2017. Con immatricolazioni entro il 31 marzo 2017. InL’offerta è valida sui pacchetti di personalizzazioni di fabbrica e non di post vendita.

Ultima modifica: 24 febbraio 2017