Multe non pagate, dal 1° luglio prelievo diretto in conto corrente

838 0
838 0

Multe non pagate, dal 1° luglio prelievo diretto in conto corrente. Questa è la possibilità reale, per aggirare i milioni di furbi.  Dopo fine mese potrà essere operativo il pignoramento del conto corrente di chi non ha pagato e seguirà il prelievo diretto dal conto della somma da saldare.

L’operazione non avrà bisogno del permesso di un giudice. L’Agenzia delle Entrate avrà mano libera per intervenire sul conto corrente. Sia per le multe, sia per le cartelle non pagate. Quali tasse da versare, bollo auto, contributi INPS. Il procedimento sarà possibile perché Equitalia confluirà dal 1° luglio nell’Agenzia delle Entrate che diventerà anche riscossore. In questo modo Equitalia potrà attingere dalle varie banche dati in possesso del Fisco e di poter quindi vedere anche le somme sui conti correnti del contribuente.

Prelievo in c/c dopo due mesi

Indubbiamente questo accesso velocizzerà la procedura di riscossione. Ma non sarà un prelievo improvviso. L’interessato riceverà avvisi e solleciti di pagamento e avrà 60 giorni per mettersi in regola. Solo dopo due mesi sarà possibile il prelievo diretto in conto corrente della cifra dovuta.

Ultima modifica: 7 giugno 2017