Motor Valley entra nel patrimonio italiano

737 0
737 0

L’associazione Motor Valley è da oggi una delle 150 organizzazione private e pubbliche operanti nel settore del patrimonio italiano rappresentate negli Stati Generali del Patrimonio Italiano.

Gli Stati Generali del Patrimonio Italiano sono la consulta permanente e plenaria costituita dai rappresentanti delle più autorevoli e importanti organizzazioni private e pubbliche che operano nel settore del patrimonio.

All’interno della consulta si è insediata la commissione motorismo storico che vede coinvolti Asi l’automotoclub storico italiano presieduto da Alberto Scuro, le Città dei Motori organismo di Anci che riunisce i comuni a vocazione motoristica, Intergruppo Parlamentare Motorismo Storico presieduto dall’onorevole Giovanni Battista Tombolato e la Motor Valley.

Le parole di Alberto Scuro presidente della commissione

“Il motorismo storico rappresenta un asset identitario del patrimonio italiano che deve essere in grado di rappresentare anche una opportunità di lavoro e di occupazione per le future e giovani generazioni”.

Nel programma delle attività della commissione figurano, in collaborazione con la Fondazione Fincantieri presieduta dal generale Carlo Magrassi, il sostegno alle azioni per il rientro in Italia della nave Destriero in occasione del trentennale del record di traversata atlantica e l’organizzazione al Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera della cerimonia per il novantesimo anniversario dello storico incontro tra il comandante Gabriele d’Annunzio e il pilota Tazio Nuvolari con la partecipazione di Giordano Bruno Guerri.

La commissione ha deciso di avviare un road show istituzionale presso le Regioni italiane per far conoscere le opportunità del motorismo storico.

L’associazione Motor Valley Development è presieduta da Claudio Domenicali attuale amministratore delegato della Ducati e diretta da Vittorio Brambilla.

Ultima modifica: 7 marzo 2022