Mission E, la prima Porsche elettrica è quasi pronta

3197 0
3197 0

Porsche sta completando i test della sua prima auto elettrica, derivata dal prototipo Mission E. Dopo la presentazione al Salone di Francoforte nel settembre 2015 la Casa di Stoccarda ha continuato lo sviluppo. Il nuovo modello non si chiamerà Mission E, ma porterà in dote molte novità. Realizzata su una piattaforma specifica, la nuova J1. Senza nessuna parentela con altri futuri modelli elettrici di Audi o Volkswagen. Il lancio è previsto nel 2019, le prime consegne nel 2020.

La nuova Porsche è annunciata con un’autonomia di 500 chilometri, uno standard importante per un’auto elettrica. Avrà l’alimentazione a 800 Volt, batterie compatte e potrà essere parzialmente ricaricata in soli 15 minuti.

Mission E, la prima Porsche elettrica è quasi pronta
La Porsche Mission E durante i test invernali

Mission E, tre livelli di potenza

Non sarà una sportiva estrema, si tratta di una quattro porte, ma le prestazioni sono garantite. Due i motori elettrici, uno sull’asse anteriore e uno sul posteriore, per garantire la trazione integrale. La potenza massima del modello di punta dovrebbe essere di 670 cavalli. Da supercar quindi, ma ci saranno versioni anche da 540 e 400 cv. Il prezzo di partenza della versione d’ingresso, la meno potente ovviamente, dovrebbe essere di circa di 90.000 euro. Nella gamma quindi a metà strada tra Panamera a 911, anche come vocazione. La coupé 2+2 al 100% elettrica di Porsche potrebbe essere un importante spartiacque nella storia delle auto di lusso.

Porsche Mission E
Porsche Mission E, il prototipo presentato nel 2015 al Salone di Francoforte

 

 

Ultima modifica: 5 gennaio 2018