Mercedes GLC, come è fatta: con forme maggiorate e solo elettrificata

689 0
689 0

Secondo atto per GLC, il Suv del Segmento D, cuore della gamma e delle vendite di Mercedes: si elettrifica in tutte le versioni. Offre uno stile più sportivo e rilanciando la storica vocazione del Marchio al lusso e al comfort.

Restyling approfondito per la vettura che diventa più lunga, fino a 4,71 metri (da 4,65 m) con il bagagliaio che aumenta la capacità di carico a 600 litri. Notevole.

Grande ma filante

L’aerodinamica migliora con un Cx che scende da 0,31 a 0,29. Anche nell’abitacolo lo scenario è più sobrio, con schermo da 12,9 pollici e display verticale da 11 pollici con Mbux evoluto. A pagamento l’head up display a colori.

Sotto la carrozzeria, piena elettrificazione e propulsori a quattro cilindri. Abbinati di serie a cambio automatico 9G-Tronic e trazione integrale 4Matic.

GLC, i motori

La gamma parte col Mild hybrid a 48 V con boost elettrico da 23 cavalli e 200 Nm di coppia sulle versioni benzina GLC 200 (204 cavalli), GLC 300 (258 cv) e sulla diesel 220d (197 cv). Più sofisticate le ibride plug-in, dotate di batteria da 31,2 kWh e sistema auto-livellante posteriore. Si tratta delle benzina GLC 300e da 313 cavalli (autonomia da 104 a 120 km in elettrico) e 400e da 381 CV e 650 Nm (104-120 km in elettrico). Completa il gruppo la diesel 300de da 335 cavalli e 102-117 km di autonomia con la sola batteria. Un raggio di azione esteso.

Leggi ora: confronto prezzo Alfa Romeo Tonale, Audi Q3, BMW X1, Mercedes GLA

Ultima modifica: 15 giugno 2022