Mercedes su ecotassa. Governo sia in linea con Europa, non faccia follie

588 0
588 0

Lo sviluppo delle automobili non è come un gelato, che puoi cambiare ricetta ogni giorno. E Mercedes-Benz sta investendo molto nel futuro“. Radek Jelinek, il nuovo presidente e CEO di Mercedes–Benz Italia, è meno duro di FCA col Governo sulla ecotassa, ma non le manda a dire.

Il dirigente della Stella a tre punte, boemo nato a Brno, ma scappato nel 1982 dalla Cortina di Ferro e poi una vita con il brand, ha tracciato le conclusioni di fine anno del Gruppo nel nostro paese. Numeri importanti, tutti i Marchi, Mercedes-Benz, Smart,  veicoli commerciali e industriali (dal 2019 nascerà la divisione Mercedes Benz-Trucks Italia) sono andati forte.

Per il 2019 sono attese novità importanti. Ovvero il big Suv GLE, la monovolume Classe B e la Classe A Sedan (berlina, a un prezzo da 27.000 euro).  E infine SUV compatto GLB, modello da grandi numeri.

Jelinek, tra guida autonoma e connessa, propulsione elettrica ed “esplosione” del car sharing sa bene che la sfida è enorme. “Il futuro sarà diverso. Il cambiamento dell’auto è il più grande degli ultimi 132 anni. Ovvero di sempre”.

Per questo chiede riferimenti chiari, anche per collaborare. “La situazione peggiore è l’incertezza. Non possiamo collaborare in modo efficace se non sappiamo mai quello che dobbiamo fareNon vorrei portare sfortuna: quando arrivai nel 2011 fu introdotto il superbollo. Misura sbagliata. Come va con l’attuale governo? Il superbollo avrebbe dovuto fare scuola. Se c’è incertezza la gente non compra. Per la questione ambientale abbiamo già una timeline molto rigida della UE. Dovrebbe bastare quella. E’ una follia che lo Stato, le regioni o i comuni decidano autonomamente”.

Non ci sono preclusioni, nonostante le incertezze. “Non siamo qua per criticare la politica. Siamo qua per parlare con le amministrazioni. Mercedes Italia è una parte, con impiegati, concessionari e fornitori, del Paese”.

Il Diesel sarà sempre un cavallo di battaglia di Mercedes. “Resta una colonna per il futuro. Un motore sostenibile che rispetta le regole. Rispettiamo, rimanendo al di sotto di molto, i futuri parametri RDE (Real Driving Emissions, ndr). Il Diesel permette a chi fa molti chilometri di essere efficiente e rispettoso dell’ambiente”.

Ecco le cinque C di Mercedes-Benz per il futuro

L’obiettivo è potenziare a livello globale il core business, affermarsi come leader nei nuovi settori del futuro, adattare la cultura aziendale ai nuovi cambiamenti sociali e professionali e rafforzare la struttura divisionale. Lo standard di riferimento di queste componenti strategiche è rappresentato dalla quinta C, la più importante: il Cliente.

CORE

Proseguire il percorso di crescita a livello globale in tutti i campi di attività e nel segmento dei servizi. Accendere la passione dei Clienti grazie a prodotti innovativi e alla forza dei Brand. Guardare con crescente attenzione ai mercati asiatici ed in particolare alla Cina, che ricoprono un ruolo centrale nelle attività di business legate alle autovetture. Gettare le basi per reagire in modo flessibile alle evoluzioni del mercato e ai desideri dei Clienti, attraverso una rete capillare e globale per lo sviluppo e la creazione di servizi ed unità produttive in tutto il mondo. Sfruttare la redditività del core business per investire pesantemente nello sviluppo del futuro del nostro settore.

CASE

Una mobilità sempre più connessa (Connected), autonoma (Autonomous), condivisa ed integrata attraverso servizi intelligenti (Share & Services) ed elettrica (Electric): grazie alla correlazione tra tutti i settori di innovazione racchiusi nell’acronimo CASE, Daimler vuole rinnovare la propria immagine: non più solo produttore di automobili, ma anche provider di servizi per la mobilità. Una ‘mobilità intuitiva’ grazie a prodotti e servizi orientati al comfort e alla semplicità di utilizzo in grado di rendere più agevole la vita e la mobilità dei Clienti.

CULTURE 

Rispondere alla trasformazione del settore automobilistico adattando la cultura aziendale a nuove sfide. La crescente dinamicità e i nuovi scenari del settore automotive richiedono, infatti, innovazione e forte reattività, in linea con le esigenze di mercati e Clienti. È necessario sviluppare una nuova cultura di leadership, rafforzare lo spirito imprenditoriale e diventare più veloci, lasciando maggiore spazio all’innovazione. Promuovere nuovi metodi di sviluppo e modelli per la cooperazione interdisciplinare in modo mirato. Sostenere le innovazioni più promettenti dei nostri collaboratori e partner esterni e garantirne la realizzazione. Sviluppare nuove idee di business con il supporto di piattaforme innovative quali STARTUP AUTOBAHN e Lab1886. Attraverso DigitalLife@Daimler, il Gruppo Daimler promuove la rivoluzione digitale a livello superiore, rendendo possibile un’esperienza più diretta delle tecnologie e incentivando la collaborazione.

COMPANY

Per reagire in maniera adeguata al forte dinamismo del business, dei mercati, della concorrenza ed all’evoluzione tecnologica, è necessaria una struttura organizzativa che renda possibile un funzionamento rapido e flessibile. Per questo, la strategia ‘Project Future’ punta a trasformare le divisioni in unità giuridicamente indipendenti. In modo da poter continuare nel processo di consolidamento della struttura divisionale di Daimler. L’obiettivo è integrare il modo di lavorare a livello interno con la struttura esterna. È più semplice reagire in modo rapido, flessibile ed aderente alle caratteristiche del mercato se le strutture circostanti sostengono questo approccio.

All’interno di Daimler AG saranno create tre entità giuridicamente indipendenti. Mercedes-Benz AG si occuperà di vetture e veicoli commerciali, mentre le divisioni veicoli industriali ed autobus si uniranno sotto il marchio Daimler Truck AG. La divisione autonoma Daimler Financial Services AG sarà rinominata in futuro Daimler Mobility AG e continuerà ad offrire una vasta gamma di servizi per la mobilità.

Ultima modifica: 14 dicembre 2018