Mercedes cambia le concessionarie in Europa. Verso il modello agenzia

364 0
364 0

Salto epocale per le concessionarie Mercedes entro il 2023. Si avvicina il momento di un cambiamento nella trattativa e nelle abitudini, generazionali se non storiche, delle compravendita delle auto nuove. In salone cambieranno molte cose.

L’annuncio è importante. Mercedes ha concluso  un accordo con la Fédération Européenne des Amicales de Concessionnaires Mercedes-Benz, la FEAC, per importare progressivamente in Europa il nuovo modello di agenzia. Che dovrebbe provocare una mutazione delle tradizionali funzioni.

Ma non sarà esclusiva solo della Casa tedesca. Il nuovo formato che coinvolge i rappresentanti dei concessionari del Vecchio Continente della Stella tre punte è in linea anche con quella che adotterà anche Stellantis. La quale ha nei piani una operazione simile.

Nei fatto la concessionaria diventerà una  intermediaria, con funzione di rappresentanza e con compiti di consegna, manutenzione e riparazione delle vetture. Per quanto riguarda negoziazione, promozione e inventario, saranno ruolo della Casa, che così avrà un ruolo diretto.

Già testato

Questa ricetta è stata adottata Sud Africa, India, ma anche già in Austria e in Svezia. Perché dal 2023 sarà introdotta in Germania e in Gran Bretagna, due mercati chiave della nostra zona. Per la fine dello stesso anno Mercedes ha nei progetti di  vendere il 50% delle sue auto in Europa con questa nuova procedura.

Per i clienti il vantaggi sarebbero di una maggior libertà sulla modalità, digitale o fisica di scelta. E di un superiore numero di modelli selezionabili online, una trasparenza dei prezzi uniforme. La concessionaria sarà più focalizzata nel rapporto col cliente. Ma perderà il ruolo del venditore, una figura spesso imprescindibile.

Leggi anche: Jelinek: “Mercedes punta al lusso moderno”

Ultima modifica: 20 dicembre 2021