Mercedes AMG E 63, berlina e wagon ultra sportive fino a 612 cavalli

347 0
347 0

Mercedes AMG E 63 e E 63 S, arrivano le versioni iper potenti e sportive, berlina e wagon, dopo il recente e profondo aggiornamento di Classe E, la vettura simbolo della Stella a tre punte.

Il top di potenza in due versioni, E 63 4Matic+ ed E 63 S 4Matic+. Il motore è il benzina V8 4.0 biturbo, capace di erogare 571 cavalli e 750 Nm di coppia su Mercedes AMG E 63 e 612 cavalli e 850 Nm su E 63 S.

L’abbinamento è col cambio automatico MG Speedshift Mct a nove rapporti e alla trazione integrale 4Matic+ a ripartizione variabile.

Leggi anche: Mercedes Classe E 2020, informazioni per il mercato italiano. Versioni e motori.

 

L’accelerazione arriva fino a 3,4 secondi per bruciale lo 0-100 km/h. Adottando lo AMG Driver’s Package la velocità massima può essere portata da 250 km/h (auto-limitati) a 300 km/h (290 km/h per la familiare) sulla E 63 S.

Gli aggiornamenti estetici sono più aggressivi rispetto a Classe E “in borghese”. Nuovi Fari, ma soprattutto cofano motore dedicato, prese d’aria più grandi, parafanghi più larghi e dettagli aerodinamici.

Nuovi i colori di carrozzeria graphite grey metallic, high-tech silver metallic e brilliant blue magno. Ulteriore personalizzazione è fornita dai pacchetti AMG Night Package e AMG Exterior Carbon Fibre I e II. La dotazione tecnica prevede le sospensioni pneumatiche Amg Ride Control+. 

L’abitacolo, che mostra il volante AMG, presenta un sistema di inftainment MBux personalizzato con le modalità sportive Engine Data, Gear Speed Indicator, Warm-up, Set-Up, G-Meter e Racetime.

Le differenze tra le due versioni, oltre alla potenza, ci sono. Mercedes AMG E 63 S offre di serie cerchi da 20” pollici (la E 63 da 19”), il Drift Mode (per le sbandate controllate), supporti motore attivi, i due display, strumentazione e multimedia, da 12,3” (E 63 da 10,25”), il volante in pelle e alcune finiture, interne ed esterne specifiche.

Mercedes AMG E 63, la galleria fotografica

Leggi anche: Motori ibridi su Mercedes Classe E

 

 

Ultima modifica: 19 giugno 2020

In questo articolo