Mercedes AMG A 35, prova su strada. Performance car per tutti i giorni | VIDEO

537 0
537 0

Mercedes AMG A 35, una performance car per tutti i giorni. Divertente e facile da guidare, che permette di entrare nel mondo di Affalterbach, quartier generale delle sportive AMG di Mercedes con meno di 50 mila euro.

Classe A, la prova su strada di QN Motori

Dopo aver conquistato i giovani con Classe A, Mercedes adesso punta a conquistare anche i Millennials più facoltosi e dinamici e in attesa di lanciare l’erede della ben più impegnativa A45 AMG (che dovrebbe superare i 400 cv), arriva la A 35 4Matic AMG.

Mercedes AMG A 35, prova su strada. Performance car per tutti i giorni 14

306 cavalli: muscolari ma gestibili

Versione muscolare ma non troppo, della nuova Classe A motorizzata con un turbo benzina 4 cilindri di due litri a iniezione diretta da 306 cv con cambio automatico doppia frizione a sette rapporti e trazione integrale 4Matic.

Un’auto con una coppia massima di 400 Nm già da 3000 giri, capace di passare da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi e raggiungere la velocità massima (autolimitata) di 250 km/h.

Un’auto incollata alla strada, con uno sterzo preciso che si guida con relativa facilità grazie anche alla prevalenza della trazione anteriore in guida normale ma che trasferisce all’asse posteriore fino al 50% della coppia disponibile appena se ne richiede l’esigenza.

Se tutte le AMG di solito vengono presentate in pista, per questa sportiva dal volto umano Mercedes ha pensato di farla provare in un percorso stradale seppur impegnativo come le strade della Sierra de Tramontana sull’isola di Maiorca, dove è stato possibile verificare le qualità migliori della piccola berlina.

Dallo scatto potente e immediato che permette di fare sorpassi e rientrare in pochi secondi anche a ridosso delle curve, allo sterzo preciso e diretto, dai freni ad alte prestazioni con pinze a 4 pistoni sui dischi anteriori autoventilanti e forati da 350 mm alle sospensioni che la tengono sempre incollata all’asfalto.

Veloce e confortevole

Prestazione che non tolgono nulla al tradizionale confort dell’abitacolo Mercedes, dove come nella Classe A spicca il doppio monitor centrale da 7 o 10,25 pollici del sistema di assistenza e navigazione MBUX a realtà aumentata, che grazie all’integrazione con l’optional AMG Track Pace, permette a chi va in pista di caricare i circuiti e avere i dati telemetrici dei propri giri.

Cinque le modalità di guida selezionabili attraverso il Dynamic Select AMG: da Slippery per i fondi scivolosi a Comfort per l’uso quotidiano, Sport e Sport+ per il vero divertimento e le prestazioni più spinte e Individual per una modalità di guida personalizzata sulle proprie esigenze.

Antonio Calitri

Ultima modifica: 8 gennaio 2019

In questo articolo