Mercato auto usate ok a settembre: +5,4% e il Diesel tira

1605 0
1605 0

A fronte della brusca frenata delle prime immatricolazioni nel mese di settembre il mercato italiano delle auto di seconda mano si dimostra ancora piuttosto dinamico, chiudendo il bilancio mensile con 249.910 passaggi di proprietà al netto delle minivolture (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale), che equivalgono ad una variazione positiva del 5,4% in termini di media giornaliera (+0,4% in termini di variazione mensile).

Va infatti considerato che il mese di settembre 2018 ha avuto una giornata lavorativa in meno rispetto al corrispondente mese del 2017. Per ogni 100 vetture nuove nel mese di settembre ne sono state vendute 190 usate nel mese e 150 nei primi nove mesi dell’anno.

Nonostante la forte contrazione delle prime iscrizioni di autovetture con alimentazione diesel(-28% a settembre rispetto allo stesso mese del 2017, con incidenza rispetto alle vendite totali in calo dal 56,2% di settembre 2017 al 49% di settembre 2018), il mercato dell’usato a settembre vede ancora in aumento i passaggi di proprietà delle auto a gasolio, che hanno messo a segno un incremento mensile del 3,1%, confermando nei primi nove mesi dell’anno una crescita complessiva del 6%.

Resta dunque aperto il problema, più volte segnalato dall’ACI, di sostituire l’attuale parco circolante di circa 16.900.000 auto Diesel penalizzato dalle politiche ambientalistiche intraprese da numerose amministrazioni locali.

In crescita a settembre anche i passaggi di proprietà dei motocicli che, tenuto conto della giornata lavorativa in meno rispetto al mese di settembre 2017, hanno registrato al netto delle minivolture un incremento del 3,7% in termini di media giornaliera (-1,2% in termini di variazione mensile).

Complessivamente nei primi nove mesi del 2018 si evidenziano incrementi del 4,9% per le autovetture e del 3,1% per tutti i veicoli, mentre per i motocicli si registra un calo del 2,3%.

I dati sono riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica realizzata dall’Automobile Club d’Italia sui dati del PRA, consultabile su aci.it.

Bilancio positivo a settembre anche sul fronte delle radiazioni, che hanno archiviato una crescita del 7,3% in termini di media giornaliera (+2,2% in termini di variazione mensile) nel settore delle quattro ruote edel 4,6% sempre in termini di media giornaliera (-0,4% in termini di variazione mensile) in quello delle due ruote. Il tasso unitario di sostituzione del parco auto nel mese di settembre risulta pari a 0,92 (ogni 100 auto iscritte ne sono state radiate 92) e a 0,74 nel periodo gennaio-settembre 2018.

Nei primi nove mesi dell’anno le radiazioni hanno registrato incrementi complessivi del 6,3% per le autovetture, del 9,4% per i motocicli e del 6,6% per tutti i veicoli.

RADIAZIONI E USATO A SETTEMBRE 

RADIAZIONI PASSAGGI DI PROPRIETA’ (*)
SET ‘17 SET ‘18 % SET ‘17 SET ‘18 %
AUTO 117.542 120.161 2,2 248.967 249.910 0,4
MOTO 9.491 9.453 -0,4 46.454 45.881 -1,2
TUTTI I VEICOLI 136.899 139.823 2,1 328.377 326.693 -0,5

Fonte: ACI – Automobile Club d’Italia      (*) Al netto delle minivolture

CONFRONTO PRIME ISCRIZIONI–PASSAGGI NETTI AUTOVETTURE DIESEL E BENZINA

  QUOTA VAR % QUOTA VAR %
  SET ‘17 SET ‘18 GEN-SET ‘17 GEN-SET ‘18
PRIME ISCRIZIONI
BENZINA 32,4% 38,8% -1,0% 32,4% 34,6% 5,2%
DIESEL 56,2% 49,0% -28,0% 56,6% 53,2% -7,3%
  PASSAGGI NETTI
BENZINA 38,1% 36,5% -4,1% 36,8% 36,1% 2,7%
DIESEL 47,9% 49,2% 3,1% 49,2% 49,8% 6,0%

Fonte: ACI – Automobile Club d’Italia 

2018: RADIAZIONI AUTOVETTURE SECONDO LA CLASSE EURO (Val. %)

GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC TOTALE
EURO 0 3,3% 1,9% 1,4% 1,3% 1,3% 1,3% 1,4% 1,4% 1,3% 1,7%
EURO 1 5,3% 4,1% 3,5% 3,5% 3,6% 3,4% 3,4% 3,6% 3,3% 3,8%
EURO 2 27,3% 27,4% 27,1% 27,1% 27,5% 26,0% 25,4% 26,8% 25,4% 26,7%
EURO 3 24,4% 27,9% 28,0% 27,9% 28,2% 27,5% 27,2% 27,9% 28,0% 27,3%
EURO 4 19,8% 24,2% 26,4% 26,0% 26,1% 26,7% 27,0% 25,7% 27,6% 25,3%
EURO 5-6 6,7% 9,4% 10,5% 10,8% 10,2% 11,8% 12,5% 11,4% 11,2% 10,3%
Non identificato 13,2% 5,3% 3,1% 3,4% 3,1% 3,2% 3,1% 3,3% 3,2% 4,9%

Fonte: ACI – Automobile Club d’Italia

Ultima modifica: 4 ottobre 2018