Mazzanti Evantra Pura, la supercar toscana alla Biennale di Firenze

788 0
788 0

Gemma toscana, Evantra Pura è la nuova supercar “su misura” ideata da Automobili Mazzanti, atelier italiano di Pontedera (Pisa).

L’ultima nata del Costruttore toscano ha fatto il suo esordio alla Florence Biennale, evento giunto alla tredicesima edizione, mostra dedicata ad arte contemporanea e design. Un palcoscenico adatto alle forme ardite della vettura.

Evantra Pura ha fatto parte della mostra “Eccellenza di serie/Serial excellence” ideata e organizzata dal Museo del Design Toscano – MuDeTo APS.

Radici etrusche

Il nome Evantra, è ispirato a Evan, la dea etrusca della immortalità. La nuova versione Pura punta alla massima agilità possibile. Il peso è stato limitato  a 1.280 kg. La supercar presenta dimensioni esterne di una compatta, 4,33 metri di lunghezza. Per fare un esempio, Fiat 500X è lunga 4,26 metri.

Sotto al vestito, e alla livrea alata e aggressiva, col wrapping nella livrea Mustard Yellow, c’è il motore è il V8 bi-turbo di 6.2 litri (derivato dal propulsore della Corvette Z06).

L’otto cilindri sovralimentato è capace di erogare 761 cavalli 6.300 giri e 910 Nm di coppia a 4.300 giri. Abbinato al cambio a sette marce, con palette al volante. La velocità massima è di 360 km/h, l’accelerazione da 0 a 100 km/h si completa in 2,9 secondi. Impressionante.

Il bolide è stato  sviluppato per essere sfruttabile anche lontano dai tracciato, nell’uso di tutti i giorni. Evantra pura resta comunque speciale. Sarà assemblata in cinque esemplari l’anno, tutti personalizzati e di fatto unici.

Leggi ora: tutte le news su Automobili Mazzanti

Ultima modifica: 1 novembre 2021

In questo articolo