Mazda MX-5, prova su strada della regina delle spider. Motore più grintoso

2550 0
2550 0

Centottantaquattro cavalli per 150 spettacolari chilometri di asfalto nel cuore della Transilvania. E una strada dal nome impronunciabile (Transfagarasan) per il restyling di una spider che invece si pronuncia benissimo: Mazda MX-5 2019. È su questi scenografici tornanti che si arrampicano sui Carpazi, modellati mezzo secolo fa dal dittatore romeno Ceaucescu con 6 milioni di chili di dinamite, che abbiamo provato la versione 2.0 benzina di questa spider leggera (pesa 1.100 chili).

Mazda MX-5 2019

La nuova MX-5 è un invito al piacere di guida. Sterzo maneggevole, cambio preciso a sei marce, frizione robusta, motore aspirato a trazione posteriore, potenziato di 24 cavalli rispetto alla versione precedente(che ne aveva 160). Il nuovo propulsore 2.0 Skyactiv-G è più leggero, ma anche più reattivo di quello della versione del passato. E garantisce un allungo più grintoso.

Simbiosi uomo-spider

I progettisti della casa giapponese, infatti, hanno realizzato una serie di interventi sostanziali. Maggiorando le valvole di scarico e alleggerendo i pistoni e le bielle. Hanno così aumentato in maniera sensibile il regime di rotazione massimo da 6.800 a 7.500 giri/min.

L’accelerazione da 0 a 100 in 6.5 secondi non è bruciante, ma uniforme e prolungata. Chi acquista una MX-5 cerca soprattutto il piacere di guida e la simbiosi con l’automobile e con il fondo stradale.

Altra sostanziale e attesissima novità (di cui molti sentivano la mancanza) è il volante regolabile in profondità e non solo in altezza. Che consente una posizione di guida perfettamente allineata.

I cambiamenti estetici del modello 2019 sono invece ridottissimi. E legati all’evoluzione dei dispositivi di assistenza alla guida. E’ stato disegnato un paraurti posteriore più bombato. Che lascia spazio a una telecamerina, compresa nel pacchetto Activsense, che aiuta nei parcheggi in retromarcia, monitora i punti ciechi e avverte se si sta per uscire dalla carreggiata.

A rendere più confortevole una vettura che non fa dell’abitabilità il suo punto forte (non c’è il portaoggetti davanti al sedile del passeggero e, oltre al bagagliaio, si può contare solo nel vano ricavato tra i due sedili), c’è il sistema Activsense. Che comprende anche i sistemi di infotainment touchscreen Mazda Mzd Connect per Apple e Android. Nel 2019 questa spider spegnerà 30 candeline. Sono 280 i riconoscimenti ottenuti nel corso della sua onorata carriera e più di un milione gli esemplari venduti.

Davide Denina

Ultima modifica: 19 settembre 2018

In questo articolo