Maserati Levante GTS, prova del SUV ad alte prestazioni

1373 0
1373 0

Il lockdown da Coronavirus ci ha tolto a lungo il sapore della libertà, il gusto di una passeggiata all’aria aperta ma anche il piacere sottile di guidare la propria auto.

È per questo che Maserati ha deciso di riaccendere il motore alla sua maniera: affidando a un gruppo di giornalisti esperti la guida di Levante GTS, ultima evoluzione del fortunatissimo Suv che da solo rappresenta circa il 45 per cento delle vendite del marchio.

Maserati Levante GTS

Sette giorni con Levante GTS

Una settimana a bordo di un’auto davvero speciale ed eclettica, capace di ruggire e scivolare via silenziosa, di divorare l’asfalto in autostrada e arrampicarsi su sentieri di fango.

Lussuosa con le sue pelli di pregio (Primo Fiore), equilibrata nel design che miscela classe e sportività.

Perché Levante GTS è un compromesso riuscito, una scommessa vinta dai grandi capi del marchio. Quella di entrare a buon diritto con un Suv Maserati nel club dei 300 all’ora. È una sfida lanciata con successo ai Suv sportivi di altissima gamma, Lamborghini Urus compreso.

Il cuore della vettura è il motore V8 costruito negli stabilimenti Ferrari, un biturbo benzina da 3,8 litri e 530 cavalli. Ai trecento all’ora arriva il suo collega più potente (580 cv), collocato a bordo della Levante Trofeo.

Le prestazioni e l’equilibrio

Ma anche GTS non scherza in quanto a potenza e accelerazione: la velocità massima è di 291 orari e lo scatto da 0 a 100 orari richiede solo 4,3 secondi.

Ma più che la potenza bruta, in Levante GTS colpisce il sereno equilibrio dell’auto, capace di cavarsela in ogni situazione, di trasformarsi secondo le richieste del guidatore.

L’elettronica non è mai invadente e pensa soprattutto a segnalare le situazioni di pericolo (frenate ritardate, ostacoli non percepiti), lasciando intatto il piacere di guida. In autostrada si scivola in assoluto relax con rumori ovattati e il motore che controlla il suo ruggito.

Ma se richiedi potenza, se ti serve un’accelerazione improvvisa per un sorpasso, il sound Ferrari esce impetuoso dagli scarichi e il Suv fila via come su un cuscino d’aria, un magico tappeto volante.

La sensazione è inebriante anche perché l’auto conserva un grande equilibrio e offre la sensazione di padroneggiare sempre e comunque la strada. Nella modalità Sport la corsa delle marce si abbrevia, il telaio si abbassa e lo sterzo diventa più rigido.

Levante ora sembra conficcata nel suolo, anche nelle curve a stretto raggio. E la mole importante non è mai un problema, perché il Suv Maserati risolve ogni equazione con grande naturalezza.

È una perfetta miscela fra lusso e sport, fra comodità e prestazioni, un’auto che non passa mai inosservata, sebbene non abbia il piglio smaccatamente aggressivo di molte rivali.

Il prezzo? Una sorpresa

La sorpresa, per chi non conosce a fondo il marchio Maserati, è anche nel prezzo. I 139.600 euro del listino GTS sono lontani da molti Suv concorrenti. E quel V8 sotto il cofano aggiunge un fascino davvero speciale.

Maserati Levante GTS, la galleria fotografica

Leggi anche: le ultime novità su MC, la supercar Maserati

Ultima modifica: 1 giugno 2020

In questo articolo