Luca Napolitano racconta futuro di Lancia e i tre nuovi modelli

2476 0
2476 0

Lancia tornerà, per essere classica e innovatrice come è sempre stata. Luca Napolitano, CEO del Marchio, a margine della presentazione di Ypsilon Alberta Ferretti, ha approfondito il tema sul futuro del Costruttore.

L’obiettivo è quello di tornare ad essere un Marchio premium e rispettato in Europa

Con tre modelli: ci può dire qualcosa di più?

Il piano approvato e finanziato prevede tre modelli, a cadenza biennale. Nuova Ypsilon nel 2024, che sarà elettrificata (ibrida ed elettrica, ndr). Poi due elettriche al 100%. Nel 2026 la media-compatta, che in tanti vorrebbero si chiamasse Delta, e nel 2028 l’ammiraglia. Una terna, che in fondo è quello che Lancia ha sempre fatto molto bene”.

A proposito di tris, come funzionerà il “cluster del lusso” di Stellantis  con Alfa Romeo e DS?

Il Gruppo ha deciso che per mantenere 14 Marchi sarà necessaria una forte caratterizzazione, per evitare sovrapposizioni. Sfrutteremo le sinergie, ma proporremo auto diverse. Alfa Romeo sportiva di lusso, DS lusso alla francese, sofisticato, e Lancia un lusso progressive classic, italiano nella sua eleganza e per chi cerca vetture un passo avanti“. 

Lancia Ypsilon, Alberta Ferretti e Luca Napolitano
Ypsilon, Alberta Ferretti e Luca Napolitano

Un indizio su un primato futuro di Lancia

L’obiettivo è essere il Marchio con la più alta percentuale di sostenibilità nel Gruppo Stellantis. La nostra ricetta sarà elettrificazione, un software avanzato ma facile, intuitivo, accessibile a tutti e un abitacolo che faccia letteralmente sentire a casa. Come se fosse realizzato da degli interiori design. Avrete delle sorprese. E dal 2024 Lancia tonerà a essere venduta in Europa, ci stiamo lavorando con la rete”.

Avanti sui tempi, come le Lancia di una volta. Che spiccavano per il design.

Non a caso Tavares ha messo Jean-Pierre Ploué, il capo del design di Stellantis, alla guida di Lancia. Ploué si occupa personalmente del nostro Marchio, non lo fa per nessun altro del Gruppo. Se Tavares per noi ha scelto il suo numero uno dello stile, significa che le motivazioni sono molto forti”.

Luca Napolitano e Jean-Pierre Ploué
Luca Napolitano e Jean-Pierre Ploué

Ultima modifica: 7 febbraio 2022