Il futuro di Opel raccontando dal CEO Lohscheller

626 0
626 0

Con l’acquisizione da parte del gruppo PSA, la nuova Opel mantiene la sua identità tedesca e brucia le tappe del rilancio: dopo 20 anni di bilanci in rosso, ha chiuso i conti per la prima volta in attivo; le vendite dei suv Opel nel 2018 sono cresciute del 16,3% e a gennaio il marchio di Russelsheim ha spuntato una quota di mercato del 5,85%, la migliore degli ultimi 29 mesi.

E sta correndo alla grande verso l’elettrificazione della gamma: entro il 2020 sono annunciati 8 lanci di nuovi modelli, tutti elettrificati, fra poco debutterà la Corsa full electric, entro fine anno arriverà anche la Grandland ibrida.

Michael Lohscheller e Grandland X

Per mostrare la sua visione del futuro, Opel ha realizzato il concept di Suv compatto full electric, GT X Experimental, che riassume tutte le linee guida, tecniche e stilistiche a cui s’ispireranno i futuri modelli. La GT X Experimental è alimentata da una batteria agli ioni di litio a ricarica induttiva. Il che significa che non serviranno più prese di corrente, ma basterà parcheggiare nel punto di ricarica per fare il pieno di kilowatt.

La linea è ispirata alla tradizione del marchio tedesco e ai vari concept che l’hanno preceduta: essenziale, con una grande attenzione ai dettagli. Per la prima volta offre una guida autonoma di livello 3, nella quale il conducente interviene solo su richiesta del sistema.

Michael Lohscheller con Opel GT X Experimental
Michael Lohscheller con Opel GT X Experimental

Entro il 2024 tutte le Opel avranno una versione elettrificata. Della rinascita del marchio, abbiamo parlato con Michael Lohscheller, ceo di Opel. «Siamo felici di avere raggiunto il risultato storico di essere tornati in attivo dopo 20 anni di perdite, felici di avere fatto diventare profittevole la società perché dimostra che il nostro piano sta funzionando. E ciò è importante per ottenere la fiducia dei clienti e per motivare i nostri dealer. E grazie a Psa, aumenteremo sempre di più le nostre vendite».

Le cinque generazioni precedenti di Opel Corsa

«Il modello su cui puntiamo – continua il Ceo di Opel – è Corsa, la macchina che vendiamo di più e che voi in Italia conoscete bene. La nuova Corsa è la prima sviluppata dopo l’arrivo di Psa. Corsa dimostra come Opel sia molto brava a portare tecnologia e innovazione a molte persone a prezzi abbordabili. E la versione elettrica di Corsa per noi sarà molto importante. Non solo. Il nostro business continua a crescere anche con i Suv. Puntiamo molto su Mokka, Crossland e Grandland. L’anno prossimo arriverà la nuova Mokka elettrica. Altra chiave del successo sono i veicoli commerciali, come Vivaro, di cui nel 2020 vedremo la versione elettrica. E quest’anno in gamma avremo anche la Grandland ibrida».

E come vede il futuro di Opel?

«La nostra è una visione chiara, riassunta dal concept GT X Experimental. Contiene tutti gli elementi che porteremo anche nella produzione di serie. A partire proprio da Corsa, come le luci, gli interni easy, la batteria fortemente innovativa».

Cesare Paroli

Opel GT X Experimental

 

Ultima modifica: 18 marzo 2019