L’italiana Icona Design Group nello Smart Travel and New Energy Professional Committee del Ministero dei Trasporti della Cina

570 0
570 0

Icona Design Group, società italiana globale di design, parteciperà allo Smart Travel and New Energy Professional Committee, la nuova piattaforma di cooperazione tra le imprese promossa dal Ministero dei Trasporti della Cina con lo scopo di incentivare gli scambi politici e commerciali e implementare l’organizzazione del CIIE – China International Import Expo, il più importante evento fieristico della Cina, che si svolgerà quest’anno dal 5 al 10 novembre a Shanghai, per raggiungere uno sviluppo comune.

L’italiana Icona lavorerà con i più importanti attori del panorama tecnologico e automobilistico mondiale: Michelin, Volkswagen, Bosch, Qualcomm, Hyundai Mobis, BMW, Ford, Hyundai, Toyota, Volvo, TuSimple, Hong Kong Fuel Cell, HRC. Il Comitato si avvarrà del supporto organizzativo della sede di Pechino dell’UNIDO (United Nations Industrial Development Organization), l’organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa dello sviluppo industriale mondiale per la riduzione della povertà, lo sviluppo di una globalizzazione più inclusiva e la sostenibilità ambientale.

Smart mobility e nuove energie saranno il focus del Comitato. Icona Design Group, che ha una competenza storica nell’automotive ed è impegnata in un processo di diversificazione fondato sull’idea leonardesca di design come aggregatore di diverse competenze e moltiplicatore di innovazione, è stata selezionata per far parte di questo progetto che le consentirà di contribuire ulteriormente a traghettare verso una nuova rivoluzione tecnologica il settore automobilistico, dei trasporti e delle energie.

Presente in Cina da oltre dieci anni con una sede operativa a Shanghai, Icona è fortemente inserita nel tessuto produttivo e sociale locale e ha contribuito a portare lo stile italiano nel settore automotive cinese: numerosi modelli delle principali case automobilistiche locali hanno infatti il design firmato proprio dalla società italiana, che ha ideato avveniristici concept pluripremiati ai più prestigiosi eventi internazionali, spingendo le frontiere dell’automotive verso l’elettrico e la guida autonoma.

Il Comitato avrà il compito di intercettare e guidare i trend dello sviluppo industriale, sostenere l’innovazione attraverso la conoscenza e lo scambio di prodotti, tecnologie e servizi tra le imprese che partecipano e le principali autorità del settore industriale, al fine di promuovere nuove forme di investimento e cooperazione; monitorare e favorire la comprensione tempestiva dei principali cambiamenti e delle politiche del settore; fornire un concreto supporto allo sviluppo economico e commerciale cinese attraverso progetti di apertura e cooperazione transnazionale; ottimizzare l’habitat imprenditoriale locale per le imprese straniere.

Un contesto ricco di stimoli che porterà alla stesura e alla pubblicazione di ricerche ufficiali, alla condivisione di esperienze pratiche nel settore della smart mobility e delle nuove energie, all’organizzazione di diverse attività che coinvolgeranno proattivamente tutti i membri e alla costituzione di un network fonte di capitale economico, professionale e umano.

Siamo onorati di partecipare all’attività di questo gruppo – commentano dalla sede Icona a Shanghai – avendo l’opportunità di uno scambio costante con i più importanti brand mondiali. A pochi mesi dal debutto al China International Import Expo della nostra piattaforma modulare a guida autonoma, questo è un nuovo riconoscimento della volontà di Icona Design Group di essere protagonista della nuova rivoluzione tecnologica del settore, che si aggiunge al nostro coinvolgimento all’interno della Full-chain Smart Driving Pilot Zone inaugurata a lo scorso gennaio alla periferia sud di Shanghai”.

“Si tratta del primo hub globale di guida autonoma della Cina, uno spazio in cui le case automobilistiche mondali potranno testare la guida autonoma. Essere già pienamente operativi in progetti concreti come questi, voluti dal Governo cinese, ci incoraggia a cercare nuove forme di collaborazione con le aziende italiane per promuovere anche nel nostro Paese questa rivoluzione tecnologica del settore, affinché l’Italia possa avere nel presente e nel futuro lo stesso ruolo di protagonista che ha avuto nel Novecento nello sviluppo dell’automotive.”

Ultima modifica: 27 maggio 2021