Land Rover Defender, la prova. Inarrestabile e raffinato | VIDEO

2222 0
2222 0

Defender è l’archetipo del grande fuoristrada pronto a tutto, mito eguagliato solo da Jeep.

E’ sulla breccia dal 1948, inossidabile nel prestigio. Il mitico modello Land Rover in settanta anni ha prodotto solo due generazioni: e la seconda, attesissima, è stata presentata da pochi mesi.


Nuovo Defender è rinato dalle spoglie di una off-road unica, per concezione e longevità.

Un vero simbolo britannico del dopo guerra: ha “posato” con Winston Churchill per arrivare quasi ai giorni nostri. Ora si mette al passo coi tempi mantenendo l’essenza e la personalità della prima serie.

Land Rover Defender - Series 1 con il grande Winston Churchill
Land Rover Defender – Series 1 con il grande Winston Churchill

La sostanza cambia, non ci sono più il telaio separato e gli assali rigidi, le classiche stigmate da fuoristrada duro e puro, ma il nuovo pianale D7 del Gruppo Jaguar Land Rover. Defender presenta la scocca portante in alluminio e sospensioni a ruote indipendenti, come un SUV moderno.

Non è blasfemia, bensì alta tecnologia. Propone doti da grade specialista, come le marce ridotte, la trazione integrale in grado di ripartire la coppia sino al 100% davanti oppure dietro, l’escursione totale delle ruote fino a 50 centimetri, la capacità di guado fino a 90 centimetri.


La forma presenta uno stile certamente originale, con richiami al classico Defender e anche alle più prestigiose Land e Range Rover.  E’ destinato a farsi notare, nella accezione più positiva.

L’abitacolo è estremamente ospitale e con un bagagliaio ecumenico (capacità di 1075 litri con cinque persone a bordo) esibendo materiali raffinati e richiami (le imbullonature sui pannelli porta) al Defender originale, che non era certo una reggia come il suo successore.

E’ disponibile a partire dai motori quattro cilindri. Il benzina da 2 litri da 300 cavalli (61.700 euro), i diesel da 200  (57.400 euro) e 240 cavalli (61.700 euro), quelli con i migliori consumi (da 13,2 km/litro).

Al top di gamma la versione con l’ibrido leggero, spinta dal 6 cilindri benzina e dal motore elettrico con sistema a 48 Volt (71.100 euro) che eroga 400 cavalli.

Scarica ora: Listino prezzi Defender

Tre le carrozzerie. La versione 110 a cinque porte è già disponibile, in configurazione a 5, 6 posti (tre nella fila anteriore, tre in quella posteriore) e a 7 posti (disposizione 2-3-2).

A ottobre arriverà Defender 90, iconica 3 porte dallo stile accattivante e più tardi Defender 130, la versione di maggiore dimensioni, capace di ospitare anche nove persone.

Oggetto della nostra prova Defender 110 abbinato al Diesel da 240 cavalli. Messo sotto torchio sugli sterrati del promontorio dell’Argentario ha mostrato doti da eccellente fuoristrada.

Inarrestabile

Non si è fermato davanti a niente, grazie anche alla presenza del Terrain Response un sistema che dispone di ben cinque modalità per l’off-road (due per l’asfalto) che regola acceleratore, l’intervento dell’elettronica, e i differenziali. In sostanza non ha smarrito le virtù del modello originale.

Scarica ora: Nuovo Defender 110 scheda tecnica

Formidabile quando il terreno è difficile, ma comodo come una grande SUV:su questo, è di un altro pianeta rispetto all’originale. Che era efficacissimo, ma inospitale. Nuovo Defender sulle strade di tutti i giorni ha sfoderato un assetto morbido, confortevole: facile da portare e silenzioso, ma pure efficace nelle curve veloci e con uno sterzo piacevole. Una doppia anima che ha sorpreso e soddisfatto.

La galleria fotografica

Ultima modifica: 5 novembre 2020

In questo articolo