Lamborghini: V12, ibrido e 1000 cavalli per l’erede della Aventador

4975 0
4975 0

Il ciclo di vita della Lamborghini Aventador dovrebbe concludersi nel 2020 quando arriverà la sua erede. Ancora non se ne conosce il nome, ma la data ipotizzabile è quella. Dal Salone di Detroit, dove è stata presentata al pubblico americano Urus, sono trapelate però alcune indiscrezioni.

La supercar che rimpiazzerà la Aventador avrà ancora il motore V12 aspirato. E questa è una rassicurazione che agli appassionati Lamborghini farà sicuramente piacere. Non rimarrà però insensibile all’era dell’elettrificazione e a lavorare col motore tradizionale ce ne sarà anche uno o più di uno elettrico. Ad oggi, il V12 da 6.5 litri montato sulla Aventador produce 730 cavalli. Con la versione ibrida è verosimile pensare che si vada sopra i 1.000.

Motor Authority ha raccolto le dichiarazioni di Maurizio Reggiani, direttore Sviluppo e Ricerca Lamborghini. Alla domanda se il V12 verrà mantenuto, la risposta è stata chiara: “Vi dico, sì, sì, sì, sì“, tanto per ribadire il concetto. L’elettrificazione è una svolta doverosa. “Con la nuova Aventador dovremo decidere quale sarà il futuro delle supercar in termini contributi elettrici. Come gestire il peso aggiuntivo dell’elettrificazione e garantire in ogni modo il Dna di una supercar“.

La gestione del peso è sicuramente il dettaglio più delicato per gli ingegneri Lamborghini. L’erede della Aventador avrà anche il sistema di aerodinamica attiva presente sulla Huracan e sarà la Lamborghini più veloce di sempre.

Ultima modifica: 23 gennaio 2018