L’ad Vigna conferma, prima Ferrari elettrica nel 2025

828 0
828 0

Buone notizie per Ferrari, che ha annunciato oggi i risultati consolidati preliminari relativi al terzo trimestre e ai nove mesi conclusi il 30 settembre 2021.

Le consegne totali del trimestre sono state di 2.750 unità. In aumento del 18,9% rispetto allo stesso periodo del 2020 e dell’11,2% rispetto al 2019. I ricavi netti sono stati 1.053 milioni di euro, in crescita del 18,6% rispetto all’anno precedente e del 15,1% rispetto al 2019.

Le parole di Benedetto Vigna, Amministratore Delegato di Ferrari
“I più forti risultati del terzo trimestre sono un importante passo avanti verso la guidance 2021 rivista al rialzo. Le eccezionali relazioni con i clienti, fondamentali per conseguire la crescita a doppia cifra nel trimestre e da inizio anno, si riflettono nella raccolta ordini record a livello globale, in particolare in Cina e USA. Questi risultati, con la solidità della nostra visione e il team che ho l’onore di guidare mi consentono di guardare al futuro con grande fiducia e ottimismo”.

Benedetto Vigna, ad Ferrari
Benedetto Vigna, ad Ferrari

Vigna ha confermato la prima Ferrari elettrica per il 2025

“Andiamo avanti con il nostro percorso di elettrificazione iniziato anni fa con LaFerrari e proseguito con la SF90 Stradale. Confermo quando detto dal presidente nell’ultima call: la prima auto elettrica di Ferrari sarà presentata nel 2025“.

A breve termine attesi altri due pezzi importanti e confermati. A metà novembre sarà svelata la nuova hypercar della serie Icona e nel 2022 il Suv Purosangue.

A metà 2022 la strategia del Cavallino per la elettrificazione. Vigna ho dichiarato.

Avrete il piano completo in occasione del Capital Markets Day il 16 giugno del 2022. Stiamo facendo importanti progressi nelle nostre attività motoristiche. Sono convinto che le tecnologie siano un modo per creare prodotti unici, in grado di distinguersi, che appaghino i clienti. Adesso stiamo parlando di diversi schemi propulsivi, che usano motori elettrici. E’ qualcosa che di certo rappresenta un’opportunità per noi. In questi due mesi sono andato nei laboratori e ho passato del tempo con i colleghi. E ho visto davvero qualcosa di interessante, di molto interessante. Mi spiace non poter dire di più“.

Ferrari Monza SP1 SP2
Ferrari Monza SP1 e SP2 su strada: le prime della serie Icona

Ultima modifica: 2 novembre 2021