Hyundai Kona Hybrid, test su strada

541 0
541 0

Il futuro della mobilità ha una direzione ben delineata, ma parlando del presente esistono sul mercato soluzioni accessibili ad un’ampia clientela, con prodotti a basse emissioni e vetture sempre più pratiche nella vita di tutti i giorni.

L’offensiva Hyundai su quello che sarà il domani porterà entro il 2025 ad investimenti superiore ai 35 miliardi di euro per una completa elettrificazione dei vari modelli.

Hyundai Kona Hybrid

Kona Hybrid, il primo contatto di QN Motori

Oggi quello che è stato un crossover di successo (120 mila unità vendute in Europa dal suo debutto nel 2017) si propone in versione hybrid, una motorizzazione ‘green’ in costante espansione, autoricaricabile tramite frenata o con l’ausilio del motore a benzina, senza dover ricorrere a collegamenti esterni.

Concetti già ampiamente noti che aprono nuovi orizzonti alla Kona, piccolo suv versatile, non più solo a benzina e gasolio, che si propone ad un prezzo da 26.300 euro, al netto di promozioni che abbassano il costo fino a 22.600 euro.

La casa coreana ha scelto Amsterdam, città da sempre in prima linea per una mobilità più sostenibile, per un doppio test drive che ha riguardato la stessa Kona Hybrid e la rinnovata Ioniq. Entrambe garantiscono andature vivaci che possono essere personalizzate con un efficiente sistema multimediale.

E proprio la strumentazione (di serie display centrale da 7 pollici) mette in evidenza i maggiori cambiamenti di Kona rispetto al re- cente passato. Il sistema Blulink aumenta la sicurezza, permette la gestione da remoto della vettura, come l’apertura e la chiusura centralizzata e il controllo del riscaldamento.

Inoltre utilizzando le informazioni dal web (gratuitamente per i primi cinque anni) la navigazione risulta più completa, ma suggerisce anche l’andatura per ridurre i consumi.

Con uno stile giovanile, la Kona ibrida mantiene la propria silenziosità nei passaggi tra i due motori, con una potenza complessiva di141 cavalli. Usando l’acceleratore con un certo criterio, nel traffico cittadino (cambio doppia frizione a 6 rapporti) riesce a viaggiare sui 60/65 km/h con il solo motore elettrico, registrando alla fine della nostra giornata un consumo medio di 4,5 litri per 100 km.

Comfort anche sui lunghi viaggi

Guai comunque a considerala una vettura solo cittadina visto che anche nelle lunghe percorrenze il comfort è notevole. La Kona Hybrid si propone con tre allestimenti, XTech, X Prime (dal 28.000 euro) con cerchi da 18”, Excellence completo in tutto e per tutto da 32.000 euro.

Nuova Hyundai Ioniq Electric
Nuova Hyundai Ioniq Electric

L’evento in terra olandese è stato utile anche per provare la rinnovata Ioniq.

L’aggiornamento della batteria da 28 kWh e 38,3 ha aumentato l’autonomia a 311 km e può essere ricaricata in meno di un’ora con una stazione ‘veloce’ da 100 kW. Anche in questo caso come per la Kona, l’abitacolo nella sua semplicità è accogliente.

Completi i sistemi di sicurezza attiva come l’avviso di collisione frontale che frena automaticamente. La Ioniq è disponibile nella versione Tech, già sufficientemente completa, a partire da 29.300 euro. Il prezzo sale fino a 31.950 con la Prime.

Paolo Reggianini

Hyundai le sue "punte" elettrificate, Kona Electric e IONIQ

Ultima modifica: 21 ottobre 2019

In questo articolo