Jeep Trailhawk, regina offroad. Prova su strada

643 0
643 0

In principio era la jeep dei soldati americani durante la seconda guerra mondiale, diventata sinonimo di fuoristrada, qualsiasi fosse il costruttore. Infine jeep ha messo la maiuscola ed è diventata Jeep ed è ora un brand che contribuisce in larga parte al successo di FCA sui mercati mondiali, anche ora che l’elettrico incombe.

Jeep Renegade Plug-in Hybrid
Jeep Renegade Plug-in Hybrid

Dunque, poteva mancare una Jeep a batterie? No, ed ecco la prima Jeep ibrida plug-in, una Renegade (il modello più trainante della gamma) che uscirà l’anno prossimo ma che già da ora sta impressionando gli addetti ai lavori: «Non vedo l’ora di lanciarla – ha detto Jeff Hines, responsabile Jeep Emea (Europa, Medio Oriente, Africa) a Desenzano del Garda, a margine dei test drive offroad di tutta la gamma –. L’ho provata e le prime sensazioni sono molto positive. La nuova Renegade plug-in non solo è più reattiva alla guida, ma è pronta ad allargare i propri orizzonti rivolgendosi a una clientela inedita».

Che sarebbe quella dei fuoristradisti duri e puri che non rimarrebbero affatto delusi (anzi!) dalle performance della Renegade plug-in Trail Hawk (falco della strada), la versione più offroad disponibile per tutti i modelli della gamma Jeep, con le novità Compass e Cherokee Trail Hawk e la nuova Jeep Wrangler, offerta con motore turbo benzina da 2 litri e 270 cv e turbo diesel 2,2 litri da 200 cv, con cambio automatico a 8 marce e, per la prima volta, forward collision warning e adaptive cruise control. La prova si è svolta in una grande cava in piena attività, tra mezzi da cantiere e bulldozer al lavoro per spostare enormi massi.

Jeep Renegade

Il percorso di oltre 40 minuti prevedeva ogni tipo di ostacolo, comprese rampe da scalare, discese mozzafiato e piccoli guadi da attraversare. La Renegade Trail Hawk si è comportata benissimo grazie alla nuova trazione integrale gestita automaticamente.

Motore da 180 cavalli

Sotto il cofano il nuovo motore 1.3 turbo T4 da 180 cv con cambio automatico a 9 rapporti, mentre debutta anche l’inedita serie speciale S, il lato elegante e sportivo della Renegade, che continua a essere best seller in Europa con 20.300 unità vendute nel primo trimestre (+7,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso).

Non solo. Nel primo trimestre 2019, Jeep ha continuato a crescere anche in Europa con 45.900 immatricolazioni, 4.700 in più rispetto allo stesso periodo del 2018. La crescita nel trimestre è stata pari all’11,4% con ottime performance in Italia, Germania e Spagna.

E anche per Jeep non occorre acquistare ma si può ricorrere ai vari sistemi di noleggio, leasing e affini, offerti da Fca Bank, fra cui spicca Jeep Miles by Leasys, una formula pay per use, cioè si paga solo per l’uso effettivo del mezzo. Il periodo previsto è di 48 mesi con un canone base mensile omnicomprensivo, senza alcun anticipo, cui s’aggiunge una quota variabile in base ai chilometri effettivamente percorsi.

Inoltre Fca Bank ha emesso proprio in questi giorni una carta di credito Visa col marchio Jeep, che offre la massima flessibilità ai possessori.

Cesare Paroli

Ultima modifica: 14 giugno 2019

In questo articolo