Jeep Compass prodotta in Italia col nuovo motore. Prezzo da 28.750 euro | VIDEO

810 0
810 0

Jeep Compass prodotta in Italia è un orgoglio per FCA. Il SUV compatto per il 2020 si aggiorna – profondamente – e tutti i modelli per l’Europa saranno prodotti a Melfi, stabilimento lucano: una eccellenza di qualità produttiva per il Gruppo e anche a livello mondiale.

Compass ha sempre avuto le “misure” giuste per il nostro mercato. Poco meno di 4,4 metri di lunghezza e una buona abitabilità interna ben incastonati in uno stile che richiama, con proporzioni indovinate quello dell’ammiraglia Grand Cherokee.

Leggia che: Jeep Compass 1.3 turbo benzina, 130 cavalli 4×2- scheda tecnica

La nuova Jeep, assemblata nella fabbrica italiana assieme anche alle versioni plug-in ibride di Compass e Renegade, porta in dote una importante novità per il modello.

La sigle è GSE, Global Small Engine, il nuovo turbo benzina. Ovvero il quattro cilindri 1.3 litri da 130 e 150 cavalli, cuore anche delle versioni ibride. Due versioni che si affiancheranno al bestseller 1.6 Diesel da 120 cavalli con SCR (Selective Catalytic Reduction).

Leggi anche: Jeep Compass 1.3 turbo benzina, 150 cavalli DCCT 4×2- scheda tecnica

Tutti i propulsori sono Euro 6D e adottano il filtro anti-particolato (GPF per i benzina). Il compatto quattro cilindri si distingue, in entrambi i livelli di potenza, per una coppia di 270 Nm che garantisce una notevole fluidità di marcia. È realizzato su una struttura modulare (c’è anche il 3 cilindri da 1 litro).

Il 130 cv è abbinato al cambio manuale, il 150 cv al nuovo cambio automatico a doppia frizione. Entrambe le versioni sono a trazione anteriore, la più richiesta in Italia e in Europa. Sono quattro quattro gli allestimenti: Longitude, Night Eagle, Limited ed S.

Il prezzo parte da 28.750 euro per la versione Longitude 1.3 benzina da 130 cavalli. Fino a raggiungere il top di gamma con la Compass S con motorizzazione diesel a 36.500 euro.

Il cambio a doppia frizione sul 150 cv presenta per la prima volta la modalità Sport azionabile premendo un pulsante sulla consolle. Agisce sulla risposta dello sterzo e del pedale dell’acceleratore e regolando il comportamento del cambio durante il passaggio alle marce più alte per consentire l’erogazione della potenza e della coppia.

La connettività è garantita da nuovi Uconnect Services. A bordo e da remoto, di serie a partire dall’allestimento Longitude. Speciali i cinque nuovi colori per gli esterni: Ivory Tri-Coat, Colorado Red, Blue Italia, Blue Shade e Techno Green. Tutti in abbinamento con il tetto nero, per dare un tocco in più alla personalizzazione.

E ancora, sei nuovi design dei cerchi in lega e persino la cappelliera del bagagliaio (capacità da 438 a 1.387 litri) aggiornata.

Jeep Compass prodotta in Italia

Jeep Compass prodotta in Italia: su strada cambia passo

Italia vuol dire anche piacere di guida: la Compass costruita a Melfi è più agile e sportiva su strada.

Lo sterzo è stato reso più leggero e progressivo. Le sospensioni beneficiano di ammortizzatori con valvole FSD (Frequency Selective Damping), che limitano i movimenti della scocca senza penalizzare il comfort nell’assorbimento delle asperità. Compass GSE è più stabile, con meno rollio e con una velocità media più elevata in curva. Italians do it better.

Leggi anche: Jeep Compass 1.6 turbo Diesel, 120 cavalli 4×2- scheda tecnica.

Ultima modifica: 27 giugno 2020

In questo articolo