Jeep Cherokee prova su strada. Alta qualità, comfort e prezzi aggressivi | VIDEO

3803 0
3803 0

Sulle «Trazzere» care a Montalbano fra ciottoli e cespugli invadenti. E poi lungo le strade silenziose e appartate fra Ragusa e Scicli, dove il barocco (e il commissario) hanno lasciato le loro tracce. Ecco lo scenario scelto da Jeep per presentare la nuova versione del Suv Cherokee, un modello con 44 anni di storia alle spalle e un futuro nel mondo premium.

Jeep Cherokee 2019, nuovi motori e design speciale
Jeep Cherokee 2019, pa rova su strada di QN Motori

Questo si augurano i manager del brand italo-americano, che è oggi punta diamante del gruppo Fca per unità vendute e per l’appeal del marchio. Stile, storia e raffinatezza sono i presupposti sui quali hanno lavorato gli ingegneri e i designer Jeep per confezionare la nuova Cherokee.

Questione di look ma anche di contenuti. Alludo ai nuovi motori Diesel euro 6, alle numerose tecnologie di sicurezza, alla funzionalità dei vani portaoggetti, al pregio dei materiali impiegati nell’abitacolo.

Tutto per produrre un evidente salto di qualità, per lanciarsi nell’affascinante sfida del mondo premium. Dove i Suv inglesi e tedeschi la fanno da padroni. Jeep Cherokee si propone come alternativa concreta e lo fa a un prezzo decisamente concorrenziale. A 36.200 euro per l’aggressiva offerta di lancio, che partirà da metà settembre sul modello Longitude 2.2 diesel da 195 cv.

Ma anche al prezzo di listino (43.000 euro, lo stesso del modello precedente) il vantaggio-cliente spazierà fra i 4 e i 6 mila euro in virtù dei tanti contenuti innovativi. Gli allestimenti sono cinque: Sport, Longitude , Limited (con vocazione premium), Overland e il fuoristrada classico Trailhawk.

Nuova Jeep Cherokee – listino prezzi

Ce n’è per tutti i gusti con tre sistemi di trazione previsti e bloccaggio del differenziale posteriore. Cuore del modello il propulsore diesel 2.2 da 150 o 195 cv, abbinabili entrambi a un cambio automatico ZF a 9 marce.

Per chi ama il classico nel 2019 arriverà anche il 2.0 turbo benzina da 270 cv. Il design si caratterizza per la nuova fascia frontale con i fari a led allungati e i fendinebbia impreziositi da finiture lucide. Nuovo anche il posteriore con gruppi ottici molto evidenti e un portellone ultraleggero che si apre sfiorando con il piede la zona del paraurti. Il volume del bagagliaio ha guadagnato 70 litri e ora tocca i 570.

Gli interni offrono comfort assoluto e larghi spazi per tutti i passeggeri. Pratici vani portaoggetti consentono di «parcheggiare» numerosi cellulari. Il touch da 8,4 pollici assolve bene alle funzioni di controllo e di intrattenimento. Gli ausili Adas (dalla frenata automatica, alla lettura dei cartelli stradali, alla segnalazione di auto nell’angolo morto) funzionano al meglio. Così come il sistema Uconnect di ultima generazione.

Nuova Jeep Cherokee – scheda tecnica

Cherokee su strada

La guida è rotonda in autostrada e precisa nelle curve, con rumorosità contenuta nell’abitacolo. Il motore, molto brillante e pronto alla risposta in modalità Sport, si fa più riflessivo se usi la classica Auto. Qui il cambio automatico a nove marce impone un ritmo progressivo. E non sono gradite accelerazioni troppo brusche.

Cherokee in offroad

Nel fuoristrada, inutile dubitarne, Cherokee è perfettamente a suo agio anche nelle versioni che rinunciano al classico 4×4. L’auto che sull’asfalto viaggia nel confort più assoluto. Con una morbidezza quasi insospettabile, diventa dura e precisa in modalità sabbia/fango. E permette si superare ostacoli e sassi che sbucano all’improvviso dallo sterrato. Se ne gioverebbe anche Montalbano nelle sue scorribande con il prode Galluzzo alla guida.

Giuseppe Tassi

 

Ultima modifica: 18 settembre 2018

In questo articolo