Italdesign DaVinci, la GT elettrica omaggio al genio italiano

792 0
792 0

Italdesign DaVinci, al Salone di Ginevra la GT elettrica in onore dei cinque secoli dalla scomparsa di Leonardo Da Vinci. Un omaggio al genio italiano. E alle sue invenzioni che ci accompagnano e ne hanno ispirate altre in cinquecento anni.

La nuova showcar nata a Moncalieri è un design concept per una vettura GranTurismo a trazione e alimentazione puramente elettriche.

Dall’anima sportiva ma caratterizzata da un’eleganza raffinata. Sia per le linee esterne sia per quanto riguarda l’interno dell’abitacolo, che la posiziona decisamente all’interno del segmento premium.

Le line sportive, ispirate all’aeronautica sono confermate nel video qui sopra dalla “comparsa” di un F-15 Eagle.

Lunga 4981mm e larga 2124mm, è in grado di ospitare comodamente quattro passeggeri. Il passo da 2900mm e le dimensioni ridotte degli sbalzi ne confermano, anche a livello estetico, il carattere sportivo. Enfatizzato da un’altezza da terra di appena 119mm.

Italdesign DaVinci, futuribile per la produzione

Come da tradizione, il centro stile Italdesign, guidato da Filippo Perini, ha impostato lo studio per questa concept in modo che, con pochi accorgimenti, sia facilmente adattabile ad una produzione di serie ed in linea con il family feeling di diversi marchi. Pronta in poco tempo ad arrivare su strada.

Le poche concessioni “esotiche”, tipiche di una showcar, sono concentrate nelle ampie portiere che si sollevano ad ali di gabbiano, consentendo l’accesso in vettura contemporaneamente ai passeggeri della fila anteriore e posteriore, ai gruppi ottici posteriori e alle pinne aerodinamiche laterali, solidali alle portiere. Può adottare anche un motore a benzina V8 di 4 litri.

Pneumatici speciali

Italdesign DaVinci porta al debutto una speciale marcatura degli pneumatici che Pirelli ha presentato al Salone di Ginevra 2019. La sigla “Elect”, infatti, identifica le gomme sviluppate appositamente per le vetture elettriche e ibride plug-in: questi speciali pneumatici sono frutto di un perfetto bilanciamento fra diverse tecnologie, tale da assicurare una bassa resistenza al rotolamento per massimizzare l’autonomia dell’auto, una riduzione del rumore di rotolamento a tutto vantaggio del piacere di guida e una presa immediata sulla strada.

Ultima modifica: 6 marzo 2019

In questo articolo