Incentivi auto, la situazione. Servono altri sgravi per le auto davvero popolari

1703 0
1703 0

Gli incentivi auto, purtroppo, hanno un fondo. Non che il principio sia errato, ma per un rilancio, non effimero e imperniato su un accesso popolare al vetture con motorizzazioni moderne e virtuose, i bonus statali dovrebbero essere più elastici.

Fiat Panda Easy Hybrid

Vicini alle necessità e anche alla domanda del prodotto. Il nuovo ecobonus, varato a inizio mese, prevede quattro fasce. Che vanno in base alle emissioni di anidride carbonica (CO2) e non alla motorizzazione.

Incentivi aperti a tutte le motorizzazioni

Aperto a vetture con emissioni da 0 a 110 g/km di CO2, ad alimentazione diesel, benzina, GPL, metano ibrida ed elettrica. Chiaramente più favorevole per le auto full electric e plug-in ibride, ma con fondi anche per la maggioranza a motore termico e le ibride “classiche”. Rispetto agli incentivi di agosto, quelli di settembre hanno una fascia in più. Sempre a favore delle elettrificate. 

Leggi anche: Fiat Panda Easy Hybrid, l’elettrificata di partenza

Ma il guaio, per l’attuale stragrande maggioranza del mercato, quasi il 90%, è che i fondi per le vetture con emissioni comprese tra 90 e 110 g/km, benzina, diesel, GPL metano e ibride leggere (come Fiat Panda Hybrid) sono finiti l’11 settembre. Il settore di aspetta un rifinanziamento per queste vetture.

Questi sono i plafond fino al 31 dicembre. Per le auto che emettono a 0 a 20 g/km, 50 milioni di plafond. Da 21 a 60 g/km ancora 50 milioni. Da 61 a 90 g/km 150 milioni e da 91 a 110 g/km, 100 milioni, già esauriti.

Tesla raggiunge i 300 Supercharger in Italia

Questi gli conti, per fasce, con bonus statali.

  • Auto con emissioni da 0 a 20 g/km: incentivo di 8.000 euro con rottamazione (+2.000 euro di contributo del concessionario), 5 mila euro senza rottamazione (+1.000 euro di contributo del concessionario). Prezzo massimo di 61.000 euro, IVA inclusa e incentivi esclusi.
  • Vetture con emissioni da 21 a 60 g/km di CO2: incentivo 4.500 euro con rottamazione (+2.000 euro del concessionario), 2.500 euro senza rottamazione (+1.000 euro di contributo del concessionario). Prezzo massimo di 61.000 euro.
  • Auto con emissioni da 61 a 90 g/km: 1.750 euro con rottamazione (+2.000 euro del concessionario), 1.000 euro senza rottamazione (+1.000 euro di contributo del concessionario). Prezzo massimo vettura nuova 48.800 euro.
  • Infine quello che non è più operativo, ma che potrebbe essere rifinanziato, per la fascia maggioritaria, con emissioni da 91 a 110 g/km. Bonus di 1.500 euro con rottamazione (+2.000 euro del concessionario), 750 euro senza rottamazione (+1.000 di contributo del concessionario). Anche in questo caso il prezzo massimo della vettura nuova è di 48.800 euro.
Suzuki Swift Hybrid

Leggi anche: la necessità di altri incentivi intelligenti

Ultima modifica: 25 settembre 2020