Incentivi auto 2021, bonus da 3.500 a 10.000 euro

2088 0
2088 0

Gli incentivi per il 2021 stanno per arrivare. Il Governo per le auto stanzierà una cifra di 420 milioni di euro.

Saranno suddivisi in 120 milioni per le vetture con emissioni da 0 a 60 g/km di CO2, 250 milioni per quelle da 61 a 135 g/km di CO2 e 50 milioni per i veicoli commerciali leggeri.

I 135 g/km come limite massimo sono cresciuti rispetto ai 110 g/km del 2020 per l’adozione del protocollo WLTP dal 1° gennaio 2021 (segnalato sulla carta di circolazione punto V.7) rispetto al meno severo e realistico ciclo di omologazione NEDC.

Tra Camera e Senato l’approvazione dovrà concludersi entro il 31 dicembre, la legge dovrà entrare in vigore il 1° gennaio.

Fiat Nuova 500 2020
Fiat Nuova 500 2020

Due date di scadenza

Gli incentivi saranno validi fino al 30 giugno 2021 per le auto con emissioni da 61 a 135 g/km di CO2, nella sostanza le full hybrid, le mild hybrid e i modelli più virtuosi diesel, benzina, metano e GPL.

E fino al 31 dicembre per le vetture con emissioni da 0 a 60 g/km di CO2, di fatto le elettriche e le ibride plug-in.

L’altra novità riguarda la rottamazione, dedicata alle auto antecedenti Euro 6, immatricolate prima dell’1 gennaio 2011. Sarà possibile avere gli incentivi per la fascia da 61 a 135g/km di CO2 solo in presenza di un’auto da rottamare. 

Queste le fasce e gli importi degli incentivi auto 2021

  • 0-20 g/km di CO2. Con rottamazione, 8.000 euro incentivo statale +2.000 concessionaria. Senza rottamazione 5.000 euro incentivo statale +1.000 concessionaria. Limite prezzo listino: 50.000 euro, IVA, Ipt e messa su strada escluse.
  • 21-60 g/km di CO2. Con rottamazione, 4.500 euro incentivo statale +2.000 concessionaria. Senza rottamazione 1.500 euro incentivo statale +1.000 concessionaria. Limite prezzo listino: 50.000 euro, IVA, Ipt e messa su strada escluse.
  • 61-135 g/km di CO2. Con rottamazione, 1.500 euro incentivo statale +2.000 concessionaria. Limite prezzo listino: 40.000 euro, IVA, Ipt e messa su strada escluse.

Bonus del 40% sulle elettrice per le famiglie con ISEE da 30.000 euro

Ci sono anche 20 milioni per un incentivo al 40% della spesa sostenuta per l’acquisto di auto elettriche dal prezzo inferiore ai 30.000 euro (IVA esclusa) da parte di famiglea che hanno presentato un Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) inferiore a 30.000 euro. Ciò anche senza la rottamazione e per auto di potenza fino a 204 cavalli. Un raggio abbastanza ampio di vetture.

Primi passi per la fast charge in autostrada

L’atto prevede anche la pubblicazione da parte delle concessionarie autostradali entro i 1° marzo di un piano per punti di ricarica veloce (fast charge) oltre i 22 kW. Un piano per ovviare a una delle lacune più evidenti delle auto a batteria, la scarsa autonomia sui tratti ad alta velocità costante.

Le colonnine super veloci dovrebbero essere poste ogni 50 chilometri in autostrada.

Cambiamenti anche per la Ecotassa, sempre relativi al nuovo ciclo di omologazione WLTP. Cambiano le soglie, non i soldi in più da versare all’Erario. Ovvero 1.100 euro per auto con emissioni da 191-210 g/km, 1.600 euro per emissioni da 211-240 g/km, 2.000 euro per emissioni da 241-290 g/km e 2.500 euro oltre 290 g/km.

Leggi anche: Akio Toyoda, boss di Toyota, critica le auto elettriche

Ultima modifica: 21 dicembre 2020