Impianto di verniciatura Lamborghini,al top tecnologia e artigianato

906 0
906 0

Impianto di verniciatura Lamborghini, quanto tecnologia e artigianato di altissimo livello si incontrano. E’ stato inaugurato questa mattina l’impianto a Sant’Agata Bolognese.

Domenicali racconta il futuro di Lamborghini

Si completa così l’evoluzione degli stabilimenti Lamborghini, che oggi contano 1.750 dipendenti a tempo indeterminato (600 assunti negli ultimi 3 anni) su un’area di 180.000 metri quadrati.

Impianto di verniciatura Lamborghini

L’impianto di verniciatura Lamborghini occupa 17.000 mq, coinvolge 200 dipendenti, può terminare fino a 23 Urus al giorno (in futuro potrebbero essere verniciate anche Aventador e Huracan) e rappresenta la sublimazione di Lamborghini del concetto di  Factory 4.0, di unione di artigianalità e digitalizzazione. E’ il primo al mondo ad applicare le nuove frontiere dell’intelligenza artificiale.

Le parole di Stefano Domenicali, CEO Lamborghini

Lamborghini c’è e raggiunti traguardi importanti, punta a una stabilizzazione. Per mantererci ad alti livelli dobbiamo andare verso il futuro, facendo felici i nostri clienti e rimanendo nel solco della nostra tradizione. Impianto di verniciatura Lamborghini rappresenta la sintesi di tutto questo. Sarà un progetto pilota anche per il nostro Gruppo

Le parole di  Ranieri Niccoli, Chief Manufacturing Officer di Automobili Lamborghini

“La nuova verniciatura completa il nostro percorso di espansione strategica per lo stabilimento della Urus che ha appena raggiunto l’importante soglia delle 5.000 vetture prodotte in un anno. Un successo straordinario che giustifica l’investimento importante che si traduce anche nella nostra volontà di salvaguardare al massimo know-how, crescita occupazionale nel territorio e identità di marca.”

Le “chicche” del nuovo impianto di verniciatura Lamborghini

 

Lo stavbilimento è caratterizzato da un nuovo processo modulare, che si distingue dal processo lineare standard che invece caratterizza gli impianti di verniciatura attualmente esistenti in campo automotive. Questo permette di attivare un determinatopercorso a seconda del colore richiesto, garantendo quindi la massima flessibilità.

L’intelligenza artificiale è in grado di riconoscere le priorità e programmare i processi. Tiene memoria di ogni processo svolto, calcola il tempo necessario per ogni vettura e “impara” a programmare gli step successivi sulla base dell’esperienza passata, come ad esempio la quantità di un particolare tipo di colore necessaria per verniciare una vettura.

 Il magazzino, cuore del processo, è completamente automatizzato e gestito dall’intelligenza artificiale, garantendo reattività e una maggiore flessibilità nella programmazione dei processi rispetto ai magazzini classici.

Il processo di verniciatura si svolge con un mix di fasi manuali e robotizzate. In questo modo i robot svolgono le attività più ripetitive e più gravose da un punto di vista ergonomico, mentre l’operatore fornisce il suo fondamentale valore aggiunto di manualità richiesto per finalizzare il processo. La verniciatura degli elementi estetici esterni, come per esempio i paraurti e gli specchietti, viene eseguita in parallelo alla carrozzeria così da garantire uniformità del colore.

Sono infinite le opzioni di colore che Lamborghini offre ai propri clienti. I colori si suddividono in quattro tipologie: standard, speciale, matt e Ad Personam. Al momento sono personalizzabili oltre 300 colori per URUS. Ma ogni cliente può chiederne uno specifico.

Il programma Ad Personam permette di scegliere di personalizzare la vettura con i colori e le grafiche che preferisce, ma può creare il suo colore unico e speciale come in una vera e propria opera d’arte. Ecco perché c’è l’area “Artisti” nella verniciatura. O meglio, il Distretto Artistico.

Area Artist- Il Distretto Artistico

Risparmio di risorse ed ecologia

Impianto di verniciatura Lamborghini, per le sue caratteristiche di verticalizzazione, ha permesso una riduzione del 30% dell’utilizzo del suolo. E’ di classe A con isolamento perfetto e allestito con luci a LED.

Il 95% dei colori utilizzati sono a base acqua. Le emissioni dei solventi sono molto contenute grazie a un post bruciatore in grado di recuperare il calore e riutilizzarlo per riscaldare i forni della linea di verniciatura. Questa tecnologia porta al 25% di riduzione del consumo di energia.

Utilizzando le tecnologie di nebulizzazione dell’aria, viene raggiunta un’elevata efficienza in termini di consumo della vernice. L’80% della vernice è effettivamente applicata sulla scocca, valore di due volte superiore rispetto ai sistemi standard.

Impianto di verniciatura Lamborghini al momento lavora su due turni. Ma potrebbe passare a tre, quindi a 33/34 auto al giorno, E può essere ampliato, se necessario in tempi brevi, grazie alla sua modularità.

 

Ultima modifica: 3 luglio 2019

In questo articolo