Santa Fe, i nuovi motori ibridi e Diesel del grande SUV

223 0
223 0

Hyundai ha rivelato ulteriori dettagli sulla nuova gamma di propulsori di Nuova Santa Fe, insieme a maggiori informazioni sulla nuova piattaforma e sull’ampia gamma di funzionalità.

Nuova Santa Fe rappresenta una pietra miliare significativa nella storia di Hyundai. Con una nuova piattaforma, nuove trasmissioni e nuove tecnologie, è più pulita, più agile e più efficiente che mai“, ha dichiarato Thomas Schemera, Executive Vice President e Head of Product and Strategy di Hyundai Motor Company. “Con l’arrivo della nostra nuova Santa Fe, l’intera gamma SUV sarà ora disponibile con versioni elettrificate, dalle soluzioni ibride 48V a quelle a celle a combustibile.

Nuova gamma di propulsori elettrificati

La versione Full Hybrid – disponibile a partire dal lancio previsto in autunno – è costituita dal nuovo motore Smartstream T-GDi da 1,6 litri (turbo benzina a iniezione diretta) e da un motore elettrico da 44,2 kW, che trae la sua potenza da una batteria agli ioni polimeri di litio da 1,49 kWh. Il sistema ha una potenza combinata di 230 CV e una coppia di 350 Nm che assicura basse emissioni senza compromettere il divertimento di guida, ed è disponibile con due o quattro ruote motrici.

La versione ibrida plug-in, che sarà disponibile invece da inizio 2021, viene fornita con lo stesso motore “Smartstream” T-GDi da 1,6 litri, abbinato in questo caso a un motore elettrico da 66,9 kW e a una batteria agli ioni polimeri di litio da 13,8 kWh per un output complessivo di 265 CV e 350 Nm. Questa versione sarà abbinata alla trazione integrale.

Sia la versione ibrida che quella ibrida plug-in sono proposte con un cambio automatico a 6 marce (6AT) di nuova generazione, che permette una migliore trasmissione e una maggiore efficienza.

Il nuovo motore “Smartstream” T-GDi da 1,6 litri è anche il primo motore a utilizzare la nuova tecnologia Hyundai CVVD (Continuously Variable Valve Duration) e presenta il ricircolo dei gas di scarico a bassa pressione LP EGR (Low-Pressure Exhaust Gas Recirculation) per ottimizzare ulteriormente l’efficienza. Il CVVD regola la durata dell’apertura e della chiusura della valvola in base alle condizioni di guida, garantendo un aumento delle prestazioni, un miglioramento dell’efficienza dei consumi e minori emissioni.

Il sistema LP EGR riconduce parte dei gas di scarico nella camera di combustione, producendo un effetto di raffreddamento e riducendo l’emissione di ossidi di azoto. Il motore 1.6 T-GDi dispone anche di un sistema a bassa pressione che reindirizza i gas di scarico verso la parte anteriore del turbocompressore, anziché del sistema di aspirazione, per aumentare l’efficienza in condizioni di carico elevato. Maggiori dettagli sulle tecnologie CVVD e LP EGR sono disponibili QUI.

Nuovo motore diesel con cambio DCT a bagno d’olio a 8 rapporti

Rispetto alla precedente generazione di propulsori, il nuovo blocco motore è costituito da alluminio anziché ferro, con una riduzione di peso di 19,5 kg. Diverse parti sono state migliorate, come ad esempio l’albero a camme, per ridurre l’attrito interno e migliorare l’efficienza complessiva dei consumi. Inoltre, il motore è stato dotato di un nuovo sistema di iniezione a 2.200 bar (rispetto a quello da 2.000 bar del propulsore precedente), migliorando le prestazioni complessive. Il motore a quattro cilindri genera 202 CV di potenza e 440 Nm di coppia, ed è disponibile con due o quattro ruote motrici.


Il nuovo DCT a 8 rapporti

Il nuovo motore diesel “Smartstream” da 2,2 litri è abbinato a un nuovo cambio a doppia frizione a bagno d’olio a 8 marce (8DCT), che offre cambi marcia fluidi come una trasmissione automatica convenzionale migliorando al contempo l’efficienza rispetto alle trasmissioni a doppia frizione a secco. Rispetto a una trasmissione a doppia frizione a 7 marce, la capacità di coppia massima è aumentata del 58% grazie a prestazioni di raffreddamento della frizione ottimali, ottenute tramite una pompa dell’olio elettrica dedicata.

Il sistema di controllo idraulico è composto da una pompa d’olio elettrica a controllo on-demand e un accumulatore. L’efficienza dei consumi rispetto ai modelli con cambio automatico a 8 rapporti è migliorata del 3% grazie a una riduzione della perdita di potenza del motore e una maggiore efficienza idraulica. Il nuovo cambio 8DCT permette anche un’esperienza di guida più dinamica e migliora le prestazioni di accelerazione.

Una nuova piattaforma per performance brillanti e maggiore sicurezza

Nuova Santa Fe è il primo modello Hyundai in Europa – e il primo SUV del brand a livello globale – a essere basato sulla nuova piattaforma Hyundai di terza generazione, che porta a significativi miglioramenti in termini di performance, maneggevolezza, efficienza e sicurezza.

Attraverso una nuova forma delle prese d’aria, il flusso d’aria intorno alle ruote viene migliorato, mentre la forza aerodinamica al di sotto del veicolo è stata notevolmente ridotta grazie a un’efficiente configurazione del sottoscocca. La stabilità del modello è migliorata grazie al più basso posizionamento delle componenti pesanti, che riducono il peso e abbassano il baricentro. Anche l’aerodinamica è stata migliorata per minimizzare la resistenza all’aria e garantire così massimi valori di efficienza, potenza e performance.

I punti fissi per i bracci dello sterzo sono stati posizionati più vicino al centro dell’asse anteriore, consentendo una maggiore maneggevolezza. Allo stesso modo, il controllo di rumore, vibrazioni e ruvidità dell’andatura del veicolo (NVH) è stato migliorato rinforzando i sistemi di assorbimento acustico nelle parti più sensibili alle vibrazioni.

La nuova piattaforma porta anche miglioramenti di sicurezza in caso di collisione grazie a progressi nella progettazione. Attraverso l’uso di una struttura a carico multiplo, la stampa a caldo e l’integrazione di una piastra in acciaio ad altissima resistenza, la piattaforma consente all’auto di assorbire meglio l’impatto in caso di collisione, riducendo al tempo stesso la deformazione dello spazio passeggeri.

Abitabilità ulteriormente migliorata

Santa Fe, modello da sempre elogiato per il suo comfort e abitabilità, offre ora ancora più spazio grazie alle modifiche della piattaforma, nonostante i nuovi propulsori elettrificati. La lunghezza, la larghezza e l’altezza complessive aumentano rispetto al modello precedente.

Dimensioni (in mm)

  • Lunghezza 4,785 (+15mm)
  • Larghezza 1,900 (+10mm)
  • Altezza 1,685 (+5mm)
  • Passo 2,765
  • Sbalzo Frontale 945 (+5mm)
  • Posteriore 1,075 (+10mm)

La struttura della nuova piattaforma consente di posizionare il pacco batterie sotto il sedile del passeggero nella versione ibrida e sotto i sedili del conducente e del passeggero nella versione ibrida plug-in, senza alcun impatto sull’abitacolo o sul bagagliaio.

Grazie all’aggiornamento della piattaforma, Nuova Santa Fe offre 3 cm in più di spazio per le gambe della seconda fila e 4 cm in più per le gambe della terza fila. Anche la capacità del bagagliaio è aumentata: con i sedili posteriori alzati, la capienza del vano bagagli aumenta di 9 litri per una capacità totale di 634 litri. La versione a 7 posti è stata invece migliorata di 24 litri per una capienza complessiva di 571 litri. Con la seconda fila di sedili spinta in avanti e il relativo schienale in posizione più verticale, la capacità aumenta di 12 litri (831 in totale) e di 32 litri (782 in totale) nella versione a 7 posti.

Quattro ruote motrici e selettore Terrain Mode

Come per la generazione precedente, Nuova Santa Fe è dotata della tecnologia Hyundai a quattro ruote motrici HTRAC. HTRAC è una combinazione delle parole “Hyundai” e “trazione”, e la tecnologia è progettata per consentire una maggiore agilità e una migliore applicazione della coppia a seconda dell’aderenza degli pneumatici e della velocità del veicolo.

Per la prima volta Nuova Santa Fe adotta un selettore Terrain Mode: una manopola di controllo situata nella console centrale consente di selezionare comodamente le diverse modalità di guida che ottimizzano le prestazioni e le impostazioni HTRAC in diverse situazioni. Questa funzione include la modalità di guida per sabbia, neve e fango, ma anche le impostazioni di eco, sport e comfort. Inoltre, la modalità di guida “smart” fa in modo che l’auto riconosca lo stile di guida e selezioni automaticamente la modalità più adatta, senza che debba farlo il conducente.

La combinazione delle diverse modalità di guida con la tecnologia HTRAC comporta miglioramenti in accelerazione, stabilità ed efficienza dei consumi. Su superfici come neve, ghiaia e fango, il sistema aumenta la trazione per migliorare le prestazioni in curva. In condizioni di scarsa tenuta, la potenza viene automaticamente distribuita su tutte e quattro le ruote. In modalità sport, HTRAC consente una migliore accelerazione distribuendo fino al 50% della coppia alle ruote posteriori.

In modalità comfort, HTRAC migliora invece la stabilità, distribuendo fino al 35% della coppia alle ruote posteriori, mentre in modalità eco il sistema migliora l’efficienza dei consumi utilizzando solo la trazione anteriore.

Funzionalità di connettività migliorate e Hyundai Bluelink

La nuova tecnologia avanzata, grazie alla particolare attenzione a comfort e funzionalità, pone Nuova Santa Fe ai vertici della sua categoria. Oltre al nuovo cluster digitale da 12.3” e all’ampio schermo centrale da 10.25” con navigazione, Nuova Santa Fe offre il nuovo sistema di telematica Hyundai Bluelink e servizi all’avanguardia. Con l’app Bluelink, i clienti possono individuare il proprio veicolo, bloccarlo e sbloccarlo da remoto o visualizzare informazioni sulle condiziono dell’auto, come ad esempio il livello del carburante.

I servizi Hyundai LIVE aggiungono informazioni sul traffico in tempo reale, aggiornamenti sui parcheggi, posizioni delle stazioni di rifornimento e relativi prezzi, nonché informazioni meteorologiche. Destinazioni o punti di interesse possono essere inviati dall’app direttamente al sistema di navigazione di bordo. Se i conducenti devono parcheggiare la propria auto entro un raggio compreso tra 200 mt e 2 km dalla destinazione, è possibile attivare la funzione “Last Mile Navigation” per riprendere le indicazioni dall’app Bluelink sullo smartphone del conducente.

Apple CarPlay e Android Auto, disponibili in modalità wireless, consentono di eseguire il mirroring della funzionalità dei loro smartphone iOS e Android. Anche il pad di ricarica wireless nella console centrale è stato migliorato, consentendo una ricarica più rapida fino a 15 watt. Inoltre, è disponibile una porta di ricarica USB per i passeggeri nella parte posteriore.

Una maggiore personalizzazione è possibile grazie al riconoscimento vocale intelligente. L’utilizzo dello shift by wire, che sfrutta i pulsanti anziché le manopole, rende ancora più facile per il guidatore selezionare le marce.

Come per la precedente generazione, Nuova Santa Fe è dotata di un full head-up display (HUD), che proietta le informazioni rilevanti direttamente sul parabrezza. Ciò consente al conducente di accedere a informazioni importanti tra cui velocità, navigazione, carburante e avvisi di sicurezza, continuando a mantenere lo sguardo sulla strada. Le dimensioni di proiezione da 8 pollici e l’elevata luminanza di oltre 10.000 candele/m2 garantiscono un’ottima visibilità in tutte le situazioni anche grazie alle possibilità di regolazione in altezza e inclinazione per adattarsi alle esigenze del conducente.

Ancora più funzionalità per una sicurezza attiva e all’avanguardia

Nuova Santa dispone dei più moderni sistemi di sicurezza attiva e sistemi di guida assistita della famiglia Hyundai SmartSense in linea con i più elevati standard europei. Ulteriori miglioramenti sulle funzionalità di sicurezza attiva collocano Nuova Santa Fe in linea con i suoi competitor premium.

Per la prima volta, infatti, il modello Fe è dotato dell’Highway Driving Assist (HDA), una funzione che combina il Mantenimento della Corsia (Lane Following Assist) e lo Smart Cruise Control per regolare automaticamente la velocità ai limiti stradali utilizzando sensori e dati cartografici che garantiscono un funzionamento sicuro. Un apposito pulsante sul volante consente al conducente di attivare l’HDA con un solo click.

La nuova funzionalità Reverse Parking Collision-Avoidance Assist (PCA) utilizza la telecamera posteriore e i nuovi sensori posteriori a ultrasuoni per rilevare ostacoli e pedoni durante la retromarcia, fornendo un avvertimento al conducente e azionando i freni, se necessario, per evitare una collisione. Il Remote Smart Parking Assist (RSPA) consente al conducente di parcheggiare la Nuova Santa Fe utilizzando la chiave, ma senza essere in macchina.

Le avanzate funzioni di sicurezza includono Frenata Automatica di Emergenza con Riconoscimento Veicoli, Pedoni e Cicli (FCA), Blind-Spot Collision Warning (BCW) e Blind-Spot Collision-Avoidance Assist (BCA), il Safe Exit Assist (SEA), il Blind-Spot View Monitor (BVM) che mostra nel cluster digitale l’immagine dei veicoli che sopraggiungo dai lati, aumentando la sicurezza nel caso di svolte o cambi di corsia, il Lane Following Assist (LFA) e il Rear Cross-Traffic Collision-Avoidance Assist (RCCA).

Leggi anche: Hyundai Santa Fe, le informazioni.

Ultima modifica: 15 luglio 2020